Sof'ja Grigor'evna Volkonskaja

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acquarello di Vladimir Ivanovič Gau, 1830.

Principessa Sof'ja Grigor'evna Volkonskaja, in russo: Софья Григорьевна Волконская? (21 agosto 1785Ginevra, 26 marzo 1868), è stata una nobildonna russa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era la figlia di un membro del Consiglio di Stato, il principe Grigorij Semënovič Volkonskij, e di sua moglie, la principessa Aleksandra Nikolaevna Repnina, figlia del maresciallo Nikolaj Vasil'evič Repnin.

Ricevuto un'ottima educazione a casa, sotto la guida di sua madre, una donna con un carattere forte, che occupa una posizione di rilievo presso la corte.

Nel 1802 divenne damigella d'onore dell'imperatrice.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Ritratto di Pëtr Michajlovič Volkonskij, di Domenico Rossi, 1802.

Sposò per amore un ufficiale guardie, il principe Pëtr Michajlovič Volkonskij. Mentre vivevano a San Pietroburgo, erano amici intimi della coppia imperiale. La coppia ebbe quattro figli:

  • Nikolaj Petrovič (1803);
  • Aleksandra Petrovna (7 giugno 1804-1º settembre 1859), sposò Pavel Dmitrievič Durnov (1804-1864);
  • Dmitrij Petrovič (1805-1859), sposò Marija Petrovna Kikina (1816-1856);
  • Grigorij Petrovič (1808-1882), sposò la contessa Marija Aleksandrovna Benkendorf (1820-1880), ebbero due figli;

Durante i primi anni di matrimonio, i coniugi erano inseparabili. Sof'ja accompagnò il marito nella campagna straniera dell'esercito russo, nel 1813-1814. A Parigi, conobbe e divenne amica di Ortensia di Beauharnais.

Rimase al capezzale dell'imperatrice Elizaveta e, alla sua morte, riaccompagnò la salma a San Pietroburgo.

Il 14 dicembre 1825, suo fratello venne esiliato in Siberia. Nell'estate del 1827, con la figlia, compì un viaggio all'estero. L'imperatore gli diede una fregata, che le portò a Copenaghen, per poi raggiungere la città di villeggiatura di Bad Ems, nella parte occidentale della Germania. Da quel momento, Sof'ja trascorse la maggior parte della sua vita all'estero.

Partecipò, nel 1838, all'incoronazione della regina Vittoria.

Ultimi anni e morte[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1852 morì il marito. Ben presto la principessa si ammalò gravemente. Guarita dalla malattia, Sof'ja partì per l'Europa e non tornò più in Russia. Morì a Ginevra nel 1868. Il suo corpo venne trasportato in Russia e fu sepolta nella chiesa di Akkerman.

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Dama dell'Ordine di Santa Caterina - nastrino per uniforme ordinaria Dama dell'Ordine di Santa Caterina

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie