Società Astronomica Italiana

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

La Società Astronomica Italiana (SAIt), nata nel 1871 come Società degli spettroscopisti Italiani, è un'associazione scientifica italiana che si occupa di Astronomia.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società è stata fondata nel 1871 da Giuseppe Lorenzoni, Arminio Nobile, Lorenzo Respighi, Angelo Secchi e Pietro Tacchini [1] col nome di Società degli Spettroscopisti Italiani, nel 1920 cambiò la sua denominazione nell'attuale Società Astronomica Italiana.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

La SAIt ha istituito il Premio Pietro Tacchini: questo premio viene assegnato a tesi di dottorato di ricerca.

Assieme all'Istituto nazionale di astrofisica (INAF) assegna i premi [2]:

  • Premio Vittorio Castellani
  • Premio Lucia Padrielli
  • Premio Sidereus Nuncius

Pubblicazioni[modifica | modifica wikitesto]

La SAIt edita varie pubblicazioni:

  • Giornale di Astronomia: rivista per la divulgazione dell'Astronomica;
  • Memorie della Società Astronomica Italiana: rivista in inglese usata in particolare per la pubblicazione degli atti di convegni internazionali;
  • Bollettino della SAIt: diffusione d'informazioni interne via Internet.

Presidenti (elenco parziale)[modifica | modifica wikitesto]

Soci famosi (elenco parziale)[modifica | modifica wikitesto]

[3]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lorenzo Respighi
  2. ^ A Giancarlo Setti il premio Sidereus Nuncius
  3. ^ Elenco dei Membri della Società degli Spettroscopisti Italiani per l'anno 1902, Memorie della Societa Degli Spettroscopisti Italiani, vol. 31, pag.1, 1902

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica