Social news

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

I servizi di social news consentono agli utenti, attraverso siti web dedicati, di inviare e votare nuove storie, articoli o semplici link, determinando così cosa sarà pubblicato e la sua rilevanza.

Siti famosi[modifica | modifica sorgente]

I siti pionieri in questo settore sono stati Slashdot e Fark. Questo genere di siti divenne popolare solo dopo l'avvento di Digg che combinava le caratteristiche di Delicious e Slashdot. Nel tempo sono nati molti altri social news, uno dei più grandi è reddit.

Social News Italiani[modifica | modifica sorgente]

In seguito al successo di Digg, reddit ed altri social news internazionali, anche in Italia sono nate delle riedizioni di questi popolari social news che si Ispirano anche graficamente a Digg (Diggita) e reddit (OKNOtizie).

Strategie per la diffusione[modifica | modifica sorgente]

In Italia i social news, per incrementare il numero degli utenti, hanno utilizzato principalmente due strategie: una è quella di rendere i link verso l'esterno dofollow, l'altra di condividere i guadagni generati da Adsense con gli utenti, oppure una combinazione delle due strategie.

Ultima frontiera del social news[modifica | modifica sorgente]

Negli ultimi tempi i portali di social news hanno spostato la loro attenzione e il loro sviluppo tecnologico verso realtà molto differenti. L'utente è sempre più il fulcro del portale, assumendo una funzione ambivalente: autore e lettore. Il concetto è semplice e davvero funzionale, un utente finale vive un avvenimento e lo segnala al portale d'informazione, che vaglia la notizia e decide se pubblicarla o meno. In breve tempo si è passati dalla semplice aggregazione di notizie a dei veri e propri portali di news autogestiti dagli autori. Il vero vantaggio di questo tipo di tecnologia è obiettivamente quello di avere sempre la massima visibilità in quanto i migliori portali pubblicano nella loro rotazione le notizie in prima pagina dando una visibilità estrema ai propri editor.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

web Portale Web: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di web