Smith (personaggio)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Smith
Hugo Weaving interpreta Smith
Hugo Weaving interpreta Smith
Universo Matrix
Autore Fratelli Wachowski
1ª app. in Matrix
Ultima app. in Matrix Revolutions
Interpretato da Hugo Weaving
Voce italiana Ennio Coltorti
Specie Programma senziente
Sesso Maschio
Professione Agente

Smith è un personaggio della trilogia di Matrix che inizialmente ricopre il ruolo di Agente, ossia un programma creato allo scopo di eliminare qualsiasi minaccia al sistema che possa provenire dagli umani, ma, nel corso della saga, il suo ruolo muterà fino a diventare esso stesso una minaccia sia per gli umani che per lo stesso sistema, essendo diventato a tutti gli effetti un virus che ha infettato Matrix creando copie di se stesso. Sarà proprio smith a spingere le macchine ad accettare l'aiuto di Neo in cambio della fine della millenaria guerra fra uomini e le stesse macchine.

Il personaggio di Smith compare in tutte le pellicole dell'universo Matrix, dove viene sempre interpretato da Hugo Weaving.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Matrix[modifica | modifica wikitesto]

Smith è un Agente che, insieme ai due programmi colleghi, Jones e Brown, ha il duplice compito di intercettare gli umani nel momento in cui sono vulnerabili, ossia quando entrano in Matrix alla ricerca di altri umani da liberare o per consultare l'Oracolo, e di cercare di reperire i codici di accesso alla città di Zion, la città dove vivono gli umani e da dove partono le navi per raggiungere la quota di collegamento per l'ingresso in Matrix.
Per questo secondo scopo Smith si servirà di Cypher, un componente dell'equipaggio della nave comandata da Morpheus, il quale, stanco di combattere, si accorderà con lui per permettergli di catturarlo in cambio del reingresso in Matrix senza alcun ricordo del mondo reale. Smith inizialmente riuscirà a catturare Morpheus, il suo obiettivo VIP, che però verrà liberato da Neo. Quando Smith parla col suo prigioniero, gli rivela che in realtà lui prova un odio profondo per Matrix, disgustato dalla percezione fisica che gli esseri umani hanno del mondo, odiando in particolare il senso dell'olfatto. Smith tra tutti gli agenti è quello che prova più odio nei confronti degli uomini, e in particolare delle pillole rosse, in quanto gli impediscono di rientrare dalla sua missione in Matrix, e nel suo esprimerlo trasmette paradossalmente una grande umanità, per essere un programma progettato per uccidere umani.

Quando Neo, facendo uscire da Matrix prima Morpheus e poi Trinity, si troverà bloccato in Matrix grazie a Smith che distruggerà il telefono a pistolettate. Neo, pur potendo fuggire, decide di affrontare l'agente, rivelando una formidabile abilità in combattimento e riuscendo, pur non senza difficoltà, a sconfiggere Smith, il quale viene investito dalla metropolitana. Quando Neo vede che Smith si è trasferito in un altro utente di Matrix, tornato al pieno delle sue forze, decide finalmente di fuggire.

Inizia un lungo inseguimento che termina con Smith che riesce a sparare a Neo in pieno petto, scaricandogli contro la sua Desert Eagle. Quando un suo collega conferma la morte di Neo i tre agenti decidono di andarsene. Tuttavia Neo, confermando le varie profezie dell'oracolo rivelate a Morpheus e Trinity, ritorna in vita, acquisendo una maestria nel controllo di Matrix mai raggiunta da qualsiasi essere umano. Ciò scatena la furia di Smith il quale, vedendo che Neo è riuscito a bloccare decine di pallottole, decide di affrontarlo fisicamente. Tuttavia Neo si rivela ormai un avversario invincibile per l'agente, risucendo a bloccare la sua furia con l' uso di un solo braccio, per poi scaraventarlo a terra con un solo calcio.

Quando l'agente si rialza, Neo gli corre incontro andando a inserirsi nel suo codice annientandolo e soprascrivendosi a esso. Gli altri agenti decidono di fuggire riconoscendo l'invincibilità di Neo, il quale sembra aver sconfitto per sempre il capo degli agenti.

Matrix Reloaded[modifica | modifica wikitesto]

Smith, si presenterà al cospetto di Neo nel parco dove quest'ultimo ha incontrato l'oracolo. Gli rivelerà che dopo la sua sconfitta, Smith decise di disubbidire alle macchine e di restare in Matrix, perdendo il titolo di agente e acquisendo la capacità di definirsi un "uomo" libero. Tuttavia nonostante ciò Smith incolpa Neo di avergli fatto perdere il suo scopo. Allora Neo apprende che Smith ha iniziato a comportarsi in Matrix come un virus, distorcendo la sua abilità di possedere gli utenti in Matrix rendendosi capace di soprascriversi ad essi e producendo copie di se stesso. Allora Neo si troverà a fronteggiare centinaia di copie di Smith, riuscendo a fuggire in volo appena in tempo prima di venir sopraffatto. Smith incontrerà poi Neo alla soglia della porta per l'Architetto, riuscendo quasi a soprascrivere la mente di Morpheus ma non riuscendo a fermare l'Eletto, il quale arriva a concludere il suo cammino.

In questo momento Smith diventa una seria minaccia per le macchine stesse, in quanto non risparmia dalla soprascrittura neanche gli agenti potenziati schierati in matrix dalle macchine per poter fronteggiare Neo.

Smith inoltre, potendosi soprascrivere anche alle menti umane, è riuscito a soprascrivere la mente di una pillola rossa la quale, risvegliatasi, ha acquisito la coscienza e la personalità dell'ex agente, che potrà così cercare di uccidere Neo nel mondo reale.

Matrix Revolutions[modifica | modifica wikitesto]

Smith è ormai sfuggito ad ogni forma di controllo e, dopo avere infettato l'umano liberato Bane, è in grado di muoversi anche nel mondo reale, divenendo una minaccia concreta sia per loro che lo stesso sistema delle macchine, arrivando a infettare perfino l'Oracolo.
Nel momento in cui si trova di fronte nuovamente Neo per affrontarlo tuttavia entrambi comprendono che il suo "scopo" è divenuto quello di controbilanciare l'eletto e che, venuto meno questi, egli scomparirà. La "rivelazione" suggerisce a Neo di lasciarsi sconfiggere per eliminare definitivamente il programma Smith, cosa che in effetti avviene, lasciando l'interrogativo se il Neo umano, venuto meno lo "scopo" dell'eletto, venga o no salvato dalle macchine, la cui sopravvivenza è stata garantita dall'eliminazione di Smith.

Poteri ed abilità[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo film Smith possiede una condizione fisica sovrumana: è abbastanza forte da perforare una colonna di cemento armato con un pugno ed abbastanza veloce da poter schivare le pallottole, inoltre è un esperto di arti marziali e di armi da fuoco; le sue capacità sono talmente elevate da permettergli di sconfiggere con relativa facilità un guerriero del calibro di Morpheus, nonostante questi fosse il miglior combattente della Nabucodonosor dopo Neo. In quanto agente del sistema Smith sembra non poter morire e può trasmigrare la sua essenza in chiunque, sia programmi che esseri umani. Nel secondo film Smith diviene un virus di Matrix, pertanto è in grado di infettare qualsiasi programma del sistema e trasformarlo in una copia di sè, aumentando le sue stesse capacità. Nel terzo film sembra aver infettato ormai tutti i programmi di Matrix il che gli ha permesso di ottenere delle capacità simili a quelle di Neo dopo essere diventato l'Eletto. Sembra essere anche in grado di manipolare parzialmente la realtà del sistema: nel primo film infatti dà a Neo l'impressione di avere la bocca cicatrizzata.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema