Slender Man's Shadow

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Slender Man's Shadow
videogioco
Slenderman's Shadow.png
PiattaformaMicrosoft Windows
Data di pubblicazione2012
GenereAvventura
TemaHorror
SviluppoVideogioco Indipendente
Pubblicazione2012
Periferiche di inputTastiera e Mouse o Joypad
Motore graficoUnity 3D (in precedenza FPS Creator)
Requisiti di sistemaProcessore : Intel Core Atom

Scheda Video : Intel GMA 3150

OS : Windows XP

Slender Man's Shadow è un videogioco indipendente di genere horror psicologico diviso in 9 capitoli. I primi 7 erano inizialmente basati sul motore grafico FPS Creator e furono distribuiti singolarmente e gratuitamente. Oggi, sono ancora reperibili in rete e liberamente scaricabili.

Tutti i capitoli sono poi stati ricreati in HD con il motore Unity 3D, il che ha portato all'integrazione delle mappe in un singolo gioco, che ne comprende anche due nuovi (Carnival e Christmas Special). Questo ha fatto sì che il gioco diventasse a pagamento. Sul sito del produttore (Dark Pathogen Studios) è possibile acquistare il gioco completo o scaricare la demo giocabile comprendente le mappe Sanatorium e Christmas Special.

Il gioco in sé, non è altro che il seguito spirituale non ufficiale del famoso Slender: The Eight Pages.

Modalità di Gioco[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco ha le stesse identiche caratteristiche di Slender. Le uniche differenze sono che Slender Man's Shadow segue un filo logico con scenari vari e differenti. Tuttavia, i livelli non hanno una continuità storica, in quanto è possibile selezionarli e giocarli in qualsiasi ordine. L'ordine proposto di seguito, segue quello cronologico di uscita dei vari capitoli.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Capitolo 1: Sanatorium[modifica | modifica wikitesto]

Questo capitolo (il primo della saga) comincia dopo gli avvenimenti del finale buono di Slender: The Eight Pages, dove la protagonista, una volta aver raccolto le otto pagine, riesce a fuggire dalla foresta grazie a un'uscita segreta presente nella rete che delimita lo scenario.

Qui la protagonista torna a casa e mostra il video che ha fatto allo Slender Man la notte prima, per poi scoprire con stupore che in quei video la creatura non appare malgrado lei l'abbia filmata, e, credendola pazza, i suoi parenti la mandano in un manicomio per un trattamento. Qui, una notte, viene svegliata da strani rumori e, una volta uscita dalla sua camera, sviene improvvisamente, per poi risvegliarsi in una zona del manicomio nascosta. Dopo un po' di tempo si verrà a scoprire che quella parte di edificio è stata abbandonata perché, anni prima, lo Slenderman vi entrò, uccidendo tutti coloro che vi erano all'interno.

Scopo del capitolo è raccogliere, come in The Eight Pages, 8 note sparse per lo scenario, questa volta scritte dalle vittime sane di mente poco prima di morire. Queste daranno consigli su dove si trova l'uscita di quel posto: sembra facile, ma in realtà lo Slender Man ha seguito la protagonista, ed è lì, pronto ad ucciderla.

Capitolo 2: Hospice[modifica | modifica wikitesto]

Una volta raccolte le note, la protagonista verrà dimessa dal manicomio, e convinta di aver sconfitto Slender Man, deciderà di passare un po' di tempo in un ospizio, per rilassarsi. Però lo Slender Man, ancora a piede libero, l'ha seguita, e pian piano comincia a fare strage di tutte le persone presenti. Come negli altri capitoli, per fuggire bisogna trovare 8 note, che compongono una poesia.

Capitolo 3: Elementary[modifica | modifica wikitesto]

La protagonista riesce a recuperare le note, e poco prima di venir afferrata dallo Slender Man riesce a fuggire e, nella notte, si rifugia in una scuola elementare. In preda al panico prova a distrarre la smilza creatura raccogliendo 8 orsacchiotti di peluche: delle esche perfette per le sue prede preferite: i bambini.

Capitolo 4: Mansion[modifica | modifica wikitesto]

Sfortunatamente, il piano della protagonista fallisce, ma riuscendo comunque a fuggire dalla scuola decide di rifugiarsi in una casa abbandonata vicino ad essa. Sfortunatamente, proprio in essa, anni or sono, ci si era rifugiato lo Slender Man, in quanto molto vicina ad un luogo pieno di bambini da rapire. Così, ancora una volta, la protagonista si ritrova alle calcagna la smilza creatura. Scopo di questo capitolo è raccogliere degli oggetti lasciati lì dai bambini rapiti.

Versione Alternativa del Capitolo 4: Mansion[modifica | modifica wikitesto]

Esiste una variante nella trama di questo capitolo. Avviando la vecchia mappa (quella scaricabile gratuitamente) sarà possibile leggere che un uomo, entrato in coma dopo essere sfuggito da Slender Man, si ritrova in un limbo tra la vita e la morte, rappresentato appunto da questa enorme casa. Qui dovrà trovare 12 cimeli che rappresentano i suoi ricordi da bambino, facendo ovviamente attenzione a Slender Man, che l'ha seguito nella sua mente.

In alcune versioni, se si raccolgono 10 o più cimeli e c'è il game over, quando si ricomincia il gioco si sbloccherà la modalità "ubriaco" in cui per tutta la partita il personaggio ciondolerà e appena si inizia a giocare, si sentirà un amichevole musica.

Capitolo 5: Claustrophobia[modifica | modifica wikitesto]

La protagonista riesce a fuggire dalla casa maledetta, ritrovandosi però nel giardino di quest'ultima, dove si trova un labirinto. In questo sono sparse in giro delle chiavi, che essa dovrà raccogliere per poter fuggire dal luogo, in quanto ancora braccata da Slender Man.

Capitolo 6: 7th Street[modifica | modifica wikitesto]

In questo capitolo la protagonista sta per uscire dal labirinto, quando qualcosa la colpisce alla testa e sviene. Rinviene allora in una strada di periferia, poco prima dell'alba. Di Slender Man, almeno all'inizio, nessuna traccia. Come in ogni capitolo, il giocatore deve trovare 6 note che solitamente contengono indizi per la riuscita del capitolo. Una volta fatto senza essere stati catturati, occorrerà recarsi all'uscita per terminare il capitolo. In questo capitolo le pagine invece di 8 saranno 6.

Capitolo 7: Prison[modifica | modifica wikitesto]

Fuggita dalla zona, la protagonista comincia ad urlare, attirando la polizia. Questa allora, non credendo alle sue parole, che urlano di difenderla dallo Slender Man, e credendola semplicemente una ladra, decidono di rinchiuderla in prigione. Accettata la sua condanna, la ragazza passerà numerose nottate tranquilla, finché una di queste si risveglia e trova il muro della sua cella completamente distrutto. Credendola una benedizione, decide di fuggire, ma lo Slender Man è lì che l'aspetta. In questo scontro epico ambientato in una piccola prigione, la ragazza deve trovare le pagine il più velocemente possibile, prima che lo Slender Man la prenda. In questo capitolo, però, c'è una novità: correndo si attirerà lo Slender Man, che sarà molto più feroce che nei capitoli precedenti.

Capitolo 8: Carnival[modifica | modifica wikitesto]

Fuggita dalla prigione, la protagonista si ritroverà in un parco divertimenti abbandonato, braccata dal solito Slender Man. Qui dovrà velocemente trovare 8 oggetti sparsi nel livello, rappresentanti le prove dell'esistenza della smilza creatura.

Capitolo 9: Christmas Special[modifica | modifica wikitesto]

Trovata l'uscita in Carnival, la protagonista ha trovato un posto dove Slender non potrà venire mai: il Polo Nord. Ma la protagonista si sbaglia di grosso, Slender è andato lì vestito da Babbo Natale. La protagonista deve cercare 8 pacchi regalo. Ma non sa cosa l'aspetta.

Slender SDK e progetti futuri[modifica | modifica wikitesto]

I Dark Pathogen Studios prevedevano di rilasciare lo Slender SDK, un tool che permettesse ai giocatori di realizzare mappe personalizzate basate sul gameplay di Slender Man's Shadow. Lo sviluppo di tale progetto venne però abbandonato e il team si concentrò sulla realizzazione di nuovi giochi, di cui il primo, The Curse of Blackwater, presenta un gameplay molto simile a quello di Slender Man's Shadow oltre a vari riferimenti alla smilza creatura, come la sua sagoma tra i cespugli nel livello iniziale.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Videogiochi