Sito web

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sito Web)
Jump to navigation Jump to search
La pagina d'inizio del sito web it.wikipedia.org nel 2006

Un sito web (o sito Internet)[1] è un insieme di pagine web correlate, ovvero una struttura ipertestuale di documenti informativi che risiede, tramite hosting, su un server web, raggiungibile dall'utente finale attraverso un comune motore di ricerca e/o un indirizzo web tramite l'uso di browser web.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Struttura[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista dell'organizzazione o struttura dei contenuti tipicamente un sito web è strutturato in una pagina principale (home page), che rappresenta la pagina principale di presentazione del sito e dei suoi contenuti e dalle pagine web secondarie dei contenuti, raggiungibili dai menù e widget presenti nell'home page stessa tramite link interni (ancore) al sito stesso. Quando il sito web costituisce un punto di partenza, un portone di ingresso, per raggruppare servizi o informazioni web di tipi differenti (di solito sviluppate e gestite in modo autonomo l'una dall'altra), si parla più propriamente di portale web. Spesso inoltre un sito web si accoppia/accompagna ad un database sullo stesso web server per la memorizzazione strutturata di dati e informazioni[2][3]. L'home page di un sito è la pagina che si ottiene digitando il solo nome di dominio.

Per esempio, nell'indirizzo www.w3c.org/Consortium/Offices/role.html:

  • www.w3c.org è la radice, o nome di dominio
  • /Consortium/Offices/ sono le sottocartelle, separate dal simbolo "/"
  • role.html è il nome della pagina

Solitamente le pagine di un sito risiedono tutte sullo stesso Web server, ossia lo spazio fisico in cui risiedono i files che compongono il sito, e la ramificazione in sottocartelle dell'indirizzo corrisponde ad una uguale ramificazione nell'hard disk dello stesso server. Ovviamente l'accesso ad un sito o alle pagine web per eventuali modifiche su contenuti e/o forma da parte degli sviluppatori è del tutto riservato all'amministratore del sito tramite codici o chiavi di accesso.

Per l'interpretazione del codice che compone una pagina web vengono comunemente utilizzati i browser, ovvero quei software che hanno il compito di interpretare il codice e restituirne un output grafico. Tra i browser più comunemente utilizzati possiamo trovare (a titolo indicativo e non esaustivo) Mozilla Firefox, Google Chrome, Opera, Microsoft Internet Explorer, Microsoft Edge (OS Windows 10) e Safari. I file interpretati da questi software all'accesso della pagina web sono solitamente i fogli di stile (CSS) e i vari script che vengono richiamati all'accesso della pagina. Questi determinano dunque l'aspetto grafico finale restituito all'utente all'accesso della pagina[4].

Tipologie[modifica | modifica wikitesto]

Dal punto di vista della struttura e della tecnologia utilizzata, i siti web si possono distinguere sommariamente in due tipi principali[5][6][7]:

  • siti statici;
  • siti dinamici.

A loro volta alcune agenzie web più professionali tendono a volerli differenziare ancora in:

  • siti vetrina - sito di presentazione;
  • siti web dinamico - di solito utilizzato da aziende che necessitano di aggiornamenti indipendenti su parti come blog o applicativi annessi, tipo: calendario, caricamento file mediatici, gestione di richieste a form,...;
  • piattaforma e-commerce - utilizzato per la vendita di prodotti e/o servizi aziendali;
  • codice su misura - programmazione avanzata su misura di tecnologie web, tipo: html5, css3, js, jquery. Di solito queste tecnologie vengono progettate pensando alla risoluzione di specifici problemi permettendo di ottimizzare al meglio le risorse aziendali.

Molto importante è capire che lo sviluppo web su misura è caratteristica assai complessa da elaborare e che i relativi costi di produzione possono variare di molto sulla scala economica. I siti web statici formati da pagine statiche presentano contenuti di sola ed esclusiva lettura, solitamente vengono aggiornati con una bassa frequenza e sono mantenuti da una o più persone che agiscono direttamente sul codice HTML della pagina (tramite appositi editor web). Si tratta storicamente della prima generazione di siti web.

I siti web dinamici formati da pagine web dinamiche presentano invece contenuti redatti dinamicamente (in genere grazie al collegamento con un database) e forniscono contenuti che possono variare in base a più fattori. I siti web dinamici sono caratterizzati da un'alta interazione fra sito e utente; alcuni elementi che caratterizzano la dinamicità di un sito possono essere: l'interazione con uno o più database, la visualizzazione dell'ora server, operazioni varie sul file system (tipo creazione dinamica di documenti, ecc.), il cloaking basandosi su vari parametri (tra i quali lo user agent, o il browser, o la risoluzione dell'utente), la visualizzazione o stampa o catalogazione degli indirizzi IP degli utenti, e molto altro.

Essi possono essere scritti tramite linguaggi di scripting come ASP, PHP e molti altri linguaggi web. Particolarità dei siti dinamici è che le "pagine" che costituiscono il sito vengono generate all'atto della chiamata da parte dell'utente (fatta eccezione per i sistemi che adottano una cache) in quanto i contenuti non sono memorizzati direttamente nel codice sorgente della pagina, bensì in sistemi di memorizzazione esterni allo stesso, come le già citate basi di dati. La modifica dei contenuti, che spesso possono essere aggiornati grazie ad alcuni editor grafici (detti WYSIWYG) anche senza agire direttamente sul codice, è generalmente frequente. Un chiaro esempio di sito dinamico è www.wikipedia.org.

Categorie[modifica | modifica wikitesto]

I siti web vengono poi comunemente divisi in categorie per inquadrarne il settore di operatività o i servizi offerti[8]:

  • sito personale CV - condotto da individui o piccoli gruppi di persone (come una famiglia), che contiene informazioni prevalentemente autobiografiche o focalizzate sui propri interessi personali (ad es. un blog)
  • sito aziendale - funzionale alla promozione di un'azienda o di un servizio
  • sito di commercio elettronico (o "e-commerce") - specializzato nella vendita di beni e/o servizi via internet
  • sito comunità - un sito in cui utenti possono comunicare fra loro, per esempio tramite chat o forum, formando una comunità virtuale
  • sito di download - ampie raccolte di link per scaricare software (dimostrativi di videogiochi, immagini, ecc.)
  • forum: luogo in cui discutere tramite la pubblicazione e la lettura di messaggi, organizzati per discussioni (thread) e messaggi (post)
  • sito informativo - con contenuti tesi a informare l'utente, ma non strettamente per scopi commerciali
  • motore di ricerca - registra i contenuti degli altri siti e li rende disponibili per la ricerca
  • database - un sito il cui utilizzo principale è di ricercare e mostrare il contenuto di uno specifico database (ad esempio l'Internet Movie Database per i film)
  • sito ludico - un sito che è in sé un gioco oppure serve da arena per permettere a più persone di giocare
  • aggregatore di notizie - presenta contenuti prelevandoli automaticamente dalla rete da molte fonti contemporaneamente, ed è simile in questo ai motori di ricerca che sfruttano i risultati delle ricerche degli utenti aggregandoli e immagazzinandoli in un database con criteri come il tipo di media (foto, video, testo etc.) e il contenuto testuale. Il risultato è un sito che cresce arricchendosi di pagine con contenuto inerente all'argomento di base, definito in fase di installazione ma affinato sulle preferenze degli utenti, il tutto in modo automatico.
  • link farm - siti creati unicamente per proporre collegamenti verso altri siti a scopo pubblicitario (spesso in cambio di canoni in denaro)

Molti siti sono un incrocio tra due o più delle precedenti categorie. Ad esempio, un sito aziendale può allo stesso tempo pubblicizzare i propri prodotti e pubblicare materiale informativo. Prende il nome di portale un sito web che ha assunto dimensioni tali da costituire un punto di partenza, una porta di ingresso ad un gruppo consistente di risorse per gli utenti del web; l'argomento del portale può essere più o meno generalista oppure specializzato (portale verticale). Taluni siti web presentano aree riservate, ovvero sezioni accessibili solamente previo pagamento di un canone, registrazione, o assegnazione di una password.

Accesso[modifica | modifica wikitesto]

I siti risiedono, tramite hosting, su un server web e sono accessibili all'utente client che ne inoltri richiesta di accesso tramite un web browser sul World Wide Web della rete Internet, digitando in esso il rispettivo URL o direttamente l'indirizzo IP. Le pagine di un sito web sono accessibili tramite una radice comune (detta "nome di dominio", per esempio "www.kernel.org"), seguita da una serie opzionale di "sotto cartelle" e dal nome della pagina. Il nome completo di ogni pagina è detto "indirizzo web" o, più tecnicamente, URI (o URL)[9].

Progettazione, realizzazione e gestione[modifica | modifica wikitesto]

La progettazione di un sito web è analoga a larghe linee al modello di sviluppo del software tipica dell'ingegneria del software con la definizione/pianificazione iniziale di ciò che deve essere realizzato a livello logico (analisi/definizione delle specifiche, strutturazione dei contenuti e grafica/formattazione), seguita dalla fase implementativa e dalla fase di testing e successiva eventuale correzione delle incongruenze con le specifiche o l'usabilità del sito stesso. La realizzazione/gestione di un sito web fa ampio uso di tecniche e conoscenze proprie della programmazione Web o di format predefiniti direttamente a disposizione dell'utente amministratore forniti da strumenti appositi o reperibili in rete e dall'utilizzo tipicamente user friendly[10].

I linguaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il linguaggio più diffuso con cui i siti web sono realizzati è l'HTML (Hyper Text Markup Language), i suoi derivati e i CSS. In particolare l'HTML viene interpretato da particolari software chiamati web browser. Alcuni plugin per i browser, come Flash, Shockwave o applet Java, permettono la visualizzazione di contenuti animati. Per i siti web dinamici dove alcuni contenuti possono essere generati dinamicamente sul browser dell'utente, in aggiunta ai precedenti linguaggi si utilizzano linguaggi di scripting come JavaScript o Dynamic HTML, tecnologie supportate per impostazione predefinita da tutti i browser recenti (programmazione web client-side).

Per la costruzione/realizzazione di siti web dinamici in grado invece di estrapolare dati da database, inviare email, gestire informazioni, ecc., i linguaggi di scripting più diffusi sono PHP, Ruby, Python e ASP in alternativa al Java, solitamente utilizzato per applicazioni enterprise (programmazione web server-side). Per la creazione di siti internet molti webmaster utilizzano comunemente strumenti automatizzati, chiamati webeditor (es. WYSIWYG), grazie ai quali possono redigere il codice anche senza avere un'approfondita conoscenza dei linguaggi. Sempre più la realizzazione e la gestione di siti web complessi e ricchi di contenuti passa attraverso l'uso di Content Management System (CMS), delle vere piattaforme web (sorta di evoluzione dei web editor) per le quali non è richiesta alcuna conoscenza di tecniche di programmazione web ed utili anche per forum, blog e portali di e-commerce. Queste piattaforme spesso si appoggiano su piattaforme XAMPP.

Accessibilità[modifica | modifica wikitesto]

I siti web devono soddisfare dei requisiti di accessibilità che rendano i suoi contenuti fruibili a chiunque, compresi i soggetti affetti da disabilità psichica e fisica, definiti in regole precise denominate Web Content Accessibility Guidelines (WCAG) definite dal World Wide Web Consortium (W3C)[11].

Figure professionali[modifica | modifica wikitesto]

Tra le figure professionali legate alla creazione dei siti web vi sono[12][13]:

  • l'esperto di architettura dell'informazione (information architect), che è responsabile dell'organizzazione dell'intero sito e della struttura di navigazione.
  • il webdesigner, che progetta il sito dall'aspetto grafico (layout) ai contenuti.
  • il web manager, che coordina il progetto web del sito da realizzare;
  • il content manager, che è responsabile della redazione del contenuto e della struttura logica.
  • il web developer o sviluppatore, che è responsabile del comportamento delle pagine.
  • il responsabile SEO (search engine optimization), che si occupa del posizionamento del sito all'interno degli indici dei motori di ricerca.
  • l'esperto di webmarketing, che si occupa della promozione del sito nel web.
  • Il web strategist, che si occupa di gestire la presenza sul web delle aziende.
  • il webmaster, che amministra il sito in generale, dunque ne ha accesso esclusivo tramite relativi codici o chiavi di accesso, e ne è il responsabile, anche della pubblicazione (messa on line), revisione/aggiornamento nonché degli aspetti legali. Mantiene i rapporti con il committente/proprietario del sito web.
  • il sistemista, che gestisce la rete, l'hardware e il software di base del web server in cui è ospitato il sito (cioè l'infrastruttura che ospita il sito). Il sistemista è l'unico professionista che non si occupa del sito web in termini propri ma solo del supporto di base (sistemi operativi, configurazione database e applicativi, architettura e logiche HD, prestazioni, ecc).

Nel panorama delle professionalità di rete si è cercato di dare una regolamentazione basandosi sui modelli europei E-cf con la creazione da parte di IWA - entità di standardizzazione per le professioni Web - di una serie di figure professionali secondo criteri di competenze e conoscenze.

Vulnerabilità dei siti web[modifica | modifica wikitesto]

Siti dinamici[modifica | modifica wikitesto]

Sebbene esistano tecniche per aumentare la sicurezza, nei siti dinamici potrebbero verificarsi[14][15][16]:

  • Backdoor: metodo per eludere la procedura d'accesso al server del sito web
  • SQL injection o SQLi: un hacker può inserire istruzioni SQL dannose nel sito ottenendo potenzialmente l’accesso a dati sensibili presenti nel database o distruggendo questi dati
  • Pharma hack: l'hacker distribuisce pubblicità farmaceutiche ai visitatori attraverso link incorporati e anchor text sulle pagine del sito di un altro utente
  • Redirect dannosi: l'hacker può nascondere degli script sul sito di un altro utente e renderizzare i visitatori da altre parti
  • Download drive-by: l'hacker può inserire degli script sul sito di un altro utente per fare in modo che i visitatori scarichino software a loro insaputa
  • Cross-site scripting (XSS): permette a un cracker di inserire o eseguire codice lato client al fine di attuare un insieme variegato di attacchi quali, ad esempio, raccolta, manipolazione e reindirizzamento di informazioni riservate, visualizzazione e modifica di dati presenti sui server, alterazione del comportamento dinamico delle pagine web, ecc.
  • File Inclusion: Local File Inclusion (LFI) consente a un utente malintenzionato di includere file su un server tramite il browser web. Remote File Inclusion, o RFI, nell'ambito della sicurezza informatica indica una vulnerabilità che affligge i servizi web con uno scarso controllo delle variabili arrivate da un utente, in particolare le variabili GET e POST del PHP.
  • Il Cross-site request forgery, abbreviato CSRF o anche XSRF, è una vulnerabilità a cui sono esposti i siti web dinamici quando sono progettati per ricevere richieste da un client senza meccanismi per controllare se la richiesta sia stata inviata intenzionalmente oppure no.
  • Esecuzione di codice in modalità remota: ottenere l'accesso a un account con privilegi riservati almeno al livelloauthor su un sito di destinazione per eseguire codice PHP arbitrario sul server sottostante, portando a un'acquisizione remota completa.
  • Privilege Escalation: l'escalation dei privilegi si verifica quando a un utente con privilegi amministrativi inferiori vengono concessi privilegi più elevati.
  • Clickjacking: tecnica dannosa che induce gli utenti a fare clic su qualcosa di diverso da quello che si aspettano.

Siti statici[modifica | modifica wikitesto]

  • Furto della password di accesso. L'hacker può quindi cancellare o modificare dall'FTP il sito web e gli altri file presenti (ciò può succedere anche nei siti dinamici)

Performance[modifica | modifica wikitesto]

Le cause principali per un sito web lento sono[17][18]:

  • Hosting: quando il server di web hosting non è configurato correttamente può danneggiare la velocità del sito web
  • Configurazione: se il sito non usa pagine memorizzate nella cache sovraccaricherà il server, causando la lentezza o il blocco del sito web
  • Immagini pesanti: a una risoluzione alta (adatta per la stampa ma non per il web) e/o una dimensione ampia e/o mancato uso degli Sprite CSS per evitare molte chiamate al server
  • Riproduzione automatica dei video all'arrivo dell'utente e video ospitati sul proprio server anziché incorporato da YouTube, Vimeo o altri servizi esterni
  • Plugin non validi e/o non aggiornati: se si utilizzano plugin mal codificati e/o obsoleti il sito Web può rallentare notevolmente (per i siti dinamici)
  • Script esterni: annunci, caricatori di caratteri, ecc. possono avere un enorme impatto sulle prestazioni del sito web. Ad esempio utilizzare troppi font incorporati con Google Fonts o altri plugin di incorporazione font può rallentare il sito
  • Cache disattivata
  • Assenza di un Content Delivery Network (CDN)

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Annualmente e mensilmente alcune associazioni assegnano premi ai migliori siti web (per quanto riguarda il coding, il design, la creatività, l'originalità eccetera)[19][20][21][22][23].

Aspetti giuridici[modifica | modifica wikitesto]

Gli aspetti giuridici relativi alla pubblicazione di documenti su un sito web sono spesso controversi, poiché documenti siti in una determinata nazione sono resi accessibili anche da luoghi con leggi ed usi del tutto differenti, ma anche perché le stesse leggi delle singole nazioni seguono con fatica la continua e rapida evoluzione del Web. In linea generale i contenuti di un sito sono sottoposti alle condizioni di utilizzo del fornitore dello spazio web (hosting) e alle leggi della nazione in cui esso è situato (ad esempio leggi sul copyright, sulla pornografia, ecc.). Alcuni ordinamenti prevedono speciali adempimenti a carico dei gestori di siti web. Nei paesi germanofoni, ad esempio, è obbligatorio inserire nel sito una dichiarazione di proprietà e paternità detta Impressum[24].

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

In Italia, il Dlgs 196/2003 (Legge sulla privacy) impone ai siti che raccolgono informazioni personali degli utenti, o svolgono attività di commercio elettronico, di fornire all'interessato una idonea informativa sul trattamento dei dati personali. Tuttavia, nel 2014 una ricerca di Federprivacy ha evidenziato che il 67% dei siti italiani violavano tale prescrizione, soggetta a sanzioni dai 6.000 fino ai 36.000 euro.[25][26][27][28]

L’art. 2250 del Codice Civile, modificato dall’art. 42, L. 88/2009 impone alle società di capitali di pubblicare informazioni legali nei propri atti, nella corrispondenza, nel sito web aziendale e negli altri luoghi virtuali di comunicazione, come email e profili sui social networks. Questi dati includono: ragione sociale, sede legale, Codice Fiscale e Partita IVA, posta elettronica certificata (PEC), Ufficio del Registro dove si è iscritti, numero Repertorio economico amministrativo (Rea), e altre ancora, in funzione dello specifico assetto societario.[29]

Vantaggi e svantaggi delle diverse tipologie di siti web[modifica | modifica wikitesto]

Fattore[30][31][32][33][34][35] Sito statico Sito dinamico
Costo I siti statici sono in genere più economici da ospitare. Possono anche essere ospitati gratuitamente utilizzando servizi come Altervista. A causa dei requisiti di elaborazione aggiuntivi previsti, i siti Web dinamici potrebbero richiedere host più performanti e quindi più costosi.
Gestione dei contenuti Per aggiornare i contenuti, saranno necessarie competenze di codifica per scrivere HTML e CSS. Esistono opzioni CMS consolidate ed emergenti che supportano siti Web statici oppure software WYSIWYG come BlueGriffon e Dreamweaver. Esistono sistemi di gestione dei contenuti popolari come WordPress, Drupal e Joomla.

L'aggiornamento dei contenuti potrebbe non richiedere mai il coinvolgimento di uno sviluppatore. Gli utenti sono in grado di gestire i contenuti da soli. Ciò si traduce in risparmi sui costi di sviluppo o manutenzione a lungo termine.

Estensibilità I componenti aggiuntivi potrebbero non essere disponibili per i siti Web statici. Tuttavia, i servizi di terze parti possono essere integrati in un sito Web statico. Alcuni esempi sono Disqus e MailChimp. Esistono strumenti e componenti aggiuntivi che possono estendere le funzionalità e l'ottimizzazione dei siti Web dinamici come i plugin dei CMS.
Sicurezza Un sito statico è potenzialmente più sicuro di uno dinamico poiché non contiene dati degli utenti, dati di pagamento eccetera. Rischio attacchi informatici, furto d'identità e furto dei dati di pagamento degli utenti.
Complessità HTML e CSS sono in genere più semplici dei linguaggi lato server come ASP e PHP. In genere richiede più capacità di sviluppo web e conoscenza di più linguaggi di programmazione rispetto al sito statico. L'alternativa alla costruzione del sito senza programmazione sono i CMS.
Backup/Ripristino Viene eseguito il backup solo dei file. Se il sito Web si arresta in modo anomalo, i file possono essere ripristinati per ripristinare un sito Web statico. Potrebbe essere necessario un backup più complesso. Oltre al backup del sito Web, potrebbero essere presenti anche database di cui è necessario eseguire il backup.
Interazione con gli utenti Un sito statico può essere solo letto, non può essere modificato dagli utenti che non possono chattare, commentare, postare. Possibilità di creare ecommerce, blog, forum e siti web dove l'utente può commentare, registrarsi, interagire con gli altri utenti del sito, chattare, modificare il sito stesso tramite le wiki.
Flessibilità In un sito statico è più semplice inserire contenuti animati, 3D ed effetti vari ad esempio con WebGL, animazioni CSS3, SVG e Canvas. Per contenuti animati e 3D si deve spesso ricorrere a plugin a pagamento[36].
Manutenzione Una pagina statica deve essere aggiornata dal punto di vista tecnico solo nel caso il linguaggio di programmazione con cui è creata diventi obsoleto (ad esempio i siti in HTML4 sono dovuti migrare a HTML5)[37]. Alcuni CMS e relativi plugin richiedono un aggiornamento costante per motivi di sicurezza.

Tipologie e sotto-tipologie di siti web[modifica | modifica wikitesto]

Tipo di sito web[5][6][7][8] Descrizione Esempi
Rete di affiliazione Un sito, in genere di poche pagine, il cui scopo è vendere un prodotto di terzi. Il venditore riceve una commissione per facilitare la vendita.
Agenzia affiliata Portale abilitato che rende non solo il suo CMS personalizzato, ma anche contenuti in syndication da altri fornitori di contenuti per una tariffa concordata. Di solito ci sono tre livelli di relazione (vedi Agenzie affiliate). Commission Junction, inserzionisti come eBay
Sito archivio Utilizzato per preservare preziosi contenuti elettronici minacciati di estinzione. Due esempi sono: Internet Archive, che dal 1996 conserva miliardi di vecchie (e nuove) pagine web e Google Groups, che all'inizio del 2005 archiviava oltre 845.000.000 di messaggi pubblicati su news/gruppi di discussione Usenet. Google Groups
Sito Web di malware Un sito creato appositamente per attaccare i computer dei visitatori alla loro prima visita a un sito Web scaricando un file (di solito un Trojan). Questi siti Web si affidano a utenti ignari con una scarsa protezione antivirus nei loro computer.
Blog Siti generalmente utilizzati per pubblicare diari online che possono includere forum di discussione. Molti blogger usano i blog come una sezione editoriale di un giornale per esprimere le proprie idee su qualsiasi cosa, dalla politica alla religione, dai videogiochi alla genitorialità, oltre a qualsiasi altra via di mezzo. Alcuni blogger sono blogger professionisti e vengono pagati per blog su un determinato argomento e di solito si trovano sui siti di notizie. WordPress
Sito di costruzione del marchio Un sito con lo scopo di creare un'esperienza di un marchio online. Questi siti di solito non vendono nulla, ma si concentrano sulla costruzione del marchio. I siti di costruzione del marchio sono più comuni per i beni di largo consumo (FMCG) di basso valore e ad alto volume.
Sito Web di celebrità Un sito web le cui informazioni ruotano attorno a una celebrità o un personaggio pubblico. Questi siti possono essere ufficiali (approvati dalla celebrità) o creati dai fan (gestiti da un fan o da fan della celebrità senza implicita approvazione). jimcarrey.com
Sito web per lo shopping comparativo Un sito web che fornisce un motore di ricerca verticale che gli acquirenti utilizzano per filtrare e confrontare i prodotti in base a prezzo, caratteristiche, recensioni e altri criteri. Shopping.com
Sito web di crowdfunding Piattaforma per finanziare progetti tramite il preacquisto di prodotti o chiedendo ai membri del pubblico di fare una donazione. Kickstarter
Sito per donazioni Un sito web che permette al visitatore di donare in beneficenza semplicemente cliccando su un pulsante o rispondendo correttamente a una domanda. Un inserzionista di solito fa una donazione in beneficenza per ogni risposta corretta generata. Freerice
Sito di contenuti Un sito il cui business è la creazione e la distribuzione di contenuti originali wikiHow.com, About.com
Sito di annunci economici Un sito che pubblica annunci economici gumtree.com, Craigslist
Sito web aziendale Utilizzato per fornire informazioni di base su un'azienda, un'organizzazione o un servizio.
Servizio di incontri online Un sito in cui gli utenti possono trovare altre persone single in cerca di relazioni a lungo termine, appuntamenti, incontri brevi o amicizia. Molti di questi sono servizi a pagamento, ma ci sono molti siti di incontri gratuiti o parzialmente gratuiti. La maggior parte dei siti di incontri negli anni 2010 ha la funzionalità dei siti di social network. eHarmony, Match.com
Sito e-commerce Un sito che offre beni e servizi per la vendita online e consente transazioni online per tali vendite. Amazon.com
Sito di notizie false Un sito che pubblica notizie false, con l'intenzione di ingannare i visitatori e trarre profitto dalla pubblicità. BFNN, The Daily Stormer
Forum Internet Un sito in cui le persone possono tenere conversazioni sotto forma di messaggi pubblicati. SkyscraperCity, 4chan
Sito web galleria Un sito web progettato specificamente per essere utilizzato come galleria; questi possono essere una galleria d'arte o una galleria fotografica e di natura commerciale o non commerciale.
Sito web del governo Un sito web realizzato dal governo locale, statale, dipartimentale o nazionale di un paese. Di solito, questi siti gestiscono anche siti Web che hanno lo scopo di informare i turisti o supportare il turismo. USA.gov, Naenara, GOV.UK
Sito Gripe Un sito dedicato alla critica di una persona, un luogo, un'azienda, un governo o un'istituzione.
Sito web di giochi online Siti web in cui gli utenti possono giocare a giochi online Giochi per browser, OGame, Travian,
Sito web di gioco d'azzardo online Un sito che consente agli utenti di giocare a giochi online come il gioco d'azzardo.
Sito di umorismo Satirizza, parodia o diverte il pubblico. The Onion, Archivio digitale National Lampoon, Encyclopedia Dramatica
Sito di informazioni La maggior parte dei siti web rientra in una certa misura in questa categoria. Non hanno necessariamente scopi commerciali. La maggior parte delle istituzioni governative, educative e senza scopo di lucro dispone di un sito informativo.
Sito di condivisione di contenuti multimediali Un sito che consente agli utenti di caricare e visualizzare contenuti multimediali come immagini, musica e video YouTube, DeviantArt
Sito mirror Un sito Web che è la replica di un altro sito Web. Questo tipo di sito Web viene utilizzato come risposta ai picchi di visitatori degli utenti. I siti mirror sono più comunemente utilizzati per fornire più fonti delle stesse informazioni e sono particolarmente utili come mezzo per fornire un accesso affidabile a download di grandi dimensioni.
Sito web di microblog Una forma breve e semplice di blogging. I microblog sono limitati a un certo numero di caratteri e funzionano in modo simile a un aggiornamento di stato su Facebook. Twitter
Sito di notizie Simile a un sito di informazione, ma dedicato a diffondere notizie, politica e commenti. cnn.com

bbc.com/news

Sito web personale Siti web su un individuo o un piccolo gruppo (come una famiglia) che contengono informazioni o qualsiasi contenuto che l'individuo desidera includere. Un sito Web personale di questo tipo è diverso da un sito Web di celebrità, che può essere molto costoso e gestito da un agente pubblicitario o da un'agenzia.
Sito web di phishing Un sito web creato per acquisire in modo fraudolento informazioni sensibili, come password e dettagli della carta di credito, mascherandosi da persona o azienda di fiducia (come l' Amministrazione della sicurezza sociale, PayPal, una banca) in una comunicazione elettronica.
Sito Web di condivisione di foto Un sito web creato per condividere le foto digitali con la comunità online. Flickr, Instagram, Imgur
p2p / sito web Torrents Siti web che indicizzano file torrent. Questo tipo di sito Web è diverso da un client BitTorrent che di solito è un software autonomo. Mininova, The Pirate Bay, IsoHunt
Sito politico Un sito in cui le persone possono esprimere opinioni politiche, fornire umorismo politico, fare campagna elettorale o fornire informazioni su un determinato candidato, partito politico o ideologia. Sito web del Rhino Party of Canada
Sito di domande e risposte (Q&A) Un sito in cui le persone possono porre domande e ottenere risposte. Quora, Stack Exchange Network (incluso Stack Overflow), (dal 2005 al maggio 2021) Yahoo! Answers
Sito religioso Un sito in cui le persone possono pubblicizzare un luogo di culto, fornire ispirazione o cercare di incoraggiare la fede di un seguace di quella religione.
Recensioni Un sito su cui le persone possono pubblicare recensioni per prodotti o servizi. Yelp, Rotten Tomatoes
Siti web scolastici Un sito in cui insegnanti, studenti o amministratori possono pubblicare informazioni sugli eventi in corso o che coinvolgono la loro scuola. I siti Web delle scuole elementari e superiori statunitensi generalmente utilizzano k12 nell'URL
Sito "scraper" Un sito che duplica in gran parte il contenuto di un altro sito senza permesso, senza in realtà fingere di essere quel sito, al fine di catturare parte del traffico di quel sito (soprattutto dai motori di ricerca) e trarre profitto dalle entrate pubblicitarie o in altri modi.
Motore di ricerca Un sito web che indicizza materiale su Internet o una intranet (e ultimamente su media tradizionali come libri e giornali) e fornisce collegamenti a informazioni come risposta a una domanda. Google Search, Bing, DuckDuckGo, Ecosia
Sito shock Include immagini o altro materiale che dovrebbe essere offensivo per la maggior parte degli spettatori Goatse.cx, rotten.com
Sito vetrina Portali Web utilizzati da individui e organizzazioni per mostrare cose di interesse o valore
Sito di social bookmarking Un sito in cui gli utenti condividono altri contenuti da Internet e valutano e commentano il contenuto. StumbleUpon, Digg
Servizio di social network Un sito in cui gli utenti possono comunicare tra loro e condividere contenuti multimediali, come immagini, video, musica, blog, ecc. con altri utenti. Questi possono includere giochi e applicazioni web. YouTube, Facebook, Instagram, Pinterest, LinkedIn
Notizie sociali Un sito Web di notizie social presenta storie pubblicate dagli utenti classificate in base alla popolarità. Gli utenti possono commentare e scrivere post e tali commenti possono anche essere classificati. Dalla loro nascita con la nascita del web 2.0, questi siti sono utilizzati per collegare molti tipi di informazioni tra cui notizie, umorismo, supporto e discussione. I siti di social news presumibilmente faciliterebbero la partecipazione democratica sul web. Reddit, Digg, SlashDot
Warez Un sito progettato per ospitare o collegare materiali come musica, film e software che l'utente può scaricare. The Pirate Bay
Webcomic Un fumetto online, che spazia in vari stili e generi unici per il World Wide Web. Penny Arcade, xkcd, Gunnerkrigg Court
Webmail Un sito che fornisce un servizio di webmail. Hotmail, Gmail, Protonmail, Yahoo! Mail
Portale web Un sito che fornisce un punto di partenza o un gateway per altre risorse su Internet o una intranet. msn.com, msnbc.com, Newgrounds, Yahoo!
Sito wiki Un sito in cui gli utenti ne modificano il contenuto in modo collaborativo. Wikipedia, wikiHow, Wikia
Sito web single page[38] (o "one page") Un sito web che può essere usato o consultato su una singola pagina web.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Sebbene è da chiarire che internet e web non sono assolutamente la stessa cosa.
  2. ^ (EN) What is a Website? - Definition from Techopedia, su Techopedia.com. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  3. ^ A Little History of the World Wide Web, su www.w3.org. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  4. ^ (EN) Chrome, Edge, Firefox, Opera, or Safari: Which Browser Is Best?, su PCMAG. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  5. ^ a b (EN) The 8 Types of Websites and How to Design Them, su 99designs, 10 maggio 2019. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  6. ^ a b (EN) 20 Different Types of Websites - Part 1, su GWS Media, 13 giugno 2019. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  7. ^ a b (EN) Static vs Dynamic Website, su GeeksforGeeks, 10 giugno 2019. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  8. ^ a b (EN) 13 Most Popular Types of Websites in 2021 With Examples, su SiteSaga, 2 settembre 2021. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  9. ^ Cos'è un hosting: definizione e spiegazione | Serverplan, su Serverplan Blog, 27 gennaio 2020. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  10. ^ Ju Yeon Lee, Ju Young Kim e Seung Ju You, Development and Usability of a Life-Logging Behavior Monitoring Application for Obese Patients, in Journal of Obesity & Metabolic Syndrome, vol. 28, n. 3, 2019-9, pp. 194–202, DOI:10.7570/jomes.2019.28.3.194. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  11. ^ (EN) What is accessibility? - Learn web development | MDN, su developer.mozilla.org. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  12. ^ grey, Quali sono le principali figure professionali in una web agency, su DevPro, 18 luglio 2018. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  13. ^ Le figure professionali coinvolte nella realizzazione di siti web, su posizionamento-seo.com. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  14. ^ (EN) Top 7 Most Common Types of Cyberattacks on Web Applications in 2020, su Penta Security Systems Inc., 19 marzo 2020. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  15. ^ (EN) The Most Common Website Attacks (How to Protect Yourself), su The State of Security, 21 dicembre 2020. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  16. ^ (EN) Top 10 Common Web Attacks: The First Steps to Protect Your Website, su vpnMentor. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  17. ^ Top 10 Reasons for Slow Loading Websites (And How to Fix It), su eurovps.com, 13 ottobre 2018. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  18. ^ (EN) 12 Reasons Your Website Is Slow (And How to Fix Them) - DreamHost, su Website Guides, Tips & Knowledge, 6 giugno 2019. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  19. ^ CSS Design Awards - Website Awards - Best Web Design Inspiration - CSS Awards, su www.cssdesignawards.com. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  20. ^ (EN) 2021 .eu Web Awards, su webawards.eurid.eu. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  21. ^ Awards, su The FWA. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  22. ^ (EN) Home, su webbyawards.com. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  23. ^ (EN) Awwwards - Website Awards - Best Web Design Trends, su Awwwards. URL consultato il 26 ottobre 2021.
  24. ^ Redazione, Copyright per il sito web, cos’è e come funziona, su TechFromTheNet, 6 agosto 2019. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  25. ^ Italia Oggi, 23 settembre 2014 "Internet e privacy, sono fuorilegge due siti su tre"
  26. ^ La Repubblica, 13 ottobre 2014 "Privacy, due terzi di tutti i siti italiani non rispettano ancora la normativa"
  27. ^ Il Fatto Quotidiano, 26 settembre 2014 "Federprivacy: Due siti italiani su tre violano legge su protezione dati personali"
  28. ^ TGCOM, 23 settembre 2014 "Senza rispetto per la privacy. Due siti su tre sotto accusa"
  29. ^ PMI.it, Obblighi a carico delle imprese con sito aziendale
  30. ^ (EN) Dynamic vs. Static Websites: What's the Diff?, su Zesty.io. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  31. ^ (EN) Static vs Dynamic Website: What Is the Difference?, su Amelia WordPress Booking Plugin, 25 aprile 2019. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  32. ^ (EN) Static vs Dynamic Website, su GeeksforGeeks, 10 giugno 2019. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  33. ^ Static vs Dynamic Websites: Pros and Cons - William Vincent, su wsvincent.com. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  34. ^ (EN) Why Static Site Generators Are The Next Big Thing, su Smashing Magazine, 2 novembre 2015. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  35. ^ (EN) Admin, Best Practices to Secure a Static Website, su SMTECHUB, 8 agosto 2020. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  36. ^ Plugin inseriti nella categoria webgl | WordPress.org Italia, su it.wordpress.org. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  37. ^ (EN) Is My Website Obsolete?, su www.madebyspeak.com. URL consultato il 25 ottobre 2021.
  38. ^ Single page vs multi-page websites: Design battle!, su www.justinmind.com. URL consultato il 26 ottobre 2021.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàThesaurus BNCF 7512 · LCCN (ENsh96008680 · GND (DE4596172-4 · BNF (FRcb125428495 (data) · BNE (ESXX542540 (data)
Internet Portale Internet: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di internet