Sismondi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando l'economista svizzero, vedi Jean Charles Léonard Simonde de Sismondi.

Quella dei Sismondi è un'antica famiglia di Pisa.

Storia familiare[modifica | modifica wikitesto]

Tradizionalmente, Sigismondo era un dignitario tedesco, giunto a Pisa dalla Germania al seguito dell'imperatore Carlo Magno; nel 774 divenne priore della Repubblica di Pisa.

Appartenne a questa famiglia la famosa Kinzica de' Sismondi.

Nel medioevo appoggiò la Parte ghibellina e fu tra le famiglie che l'arcivescovo Ruggieri degli Ubaldini aizzò contro Ugolino della Gherardesca, facendolo catturare durante una sommossa popolare, prima di essere rinchiuso a morire di fame nella Torre della Muda con altri quattro suoi discendenti (1289).

Questa famiglia è citata con quella dei Lanfranchi e dei Gualandi da Dante Alighieri a proposito della caccia sognata dal Conte e raccontata durante il suo episodio nell'Inferno (XXXIII, 32).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Storia di famiglia Portale Storia di famiglia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Storia di famiglia