Sinterama

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sinterama S.P.A.
Stato Italia Italia
Forma societaria società per azioni
Fondazione 1968 a Sandigliano
Sede principale Sandigliano

Altre sedi

Gruppo Sinterama S.P.A.
Persone chiave Paolo Piana - presidente
Settore Industria tessile
Prodotti filati sintetici in poliestere
Slogan «colours & yarns for weaving»
Sito web

Sinterama S.p.A. è una azienda italiana che opera nel settore tessile, producendo e commercializzando fili e filati colorati in poliestere, tinti in rocca[1] e in pasta,[2] per tessuti destinati al settore dell'automotive,[3] dell'arredamento e degli impieghi tecnici. È leader del settore in Italia[4][5][6][7] e nel mondo[8].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Sinterama nasce nel 1968 fondata da Emilio Falco a Sandigliano. Negli anni novanta si fonde con Tespiana di Paolo Piana, dando origine a Sinterama Tespiana Associate S.r.l. e il logo passa da una esse arancione alla scritta Sinterama Tespiana Associate.

Il 17 luglio 1995 bruciarono ottomila metri quadrati del magazzino dello stabilimento di Sandigliano per un totale danni di 25 miliardi di lire.

Nel 1999 il 61% di Sinterama Tespiana viene acquisito da Progetto 99 S.p.A., azienda capitanata da un socio persona fisica con il 48%, MB Finstrutture (Gruppo Mediobanca) con il 24% e il Fondo d'Investimento Prudientia di Fidia S.G.R. S.p.A. con il 24%[9]. In questo periodo si era addirittura parlato di una possibile quotazione in Borsa[10], idea poi accantonata.

In seguito all'incorporazione di Progetto 99 in Sinterama, l'azionariato vede Compagnie de l'Ours S.a.r.l maggior azionista, seguita dal Fondo Prudentia di Fidia al 24.53% e Mediobanca al 10.51%.

Nel 2001 diventa Sinterama e il logo diventa una esse bianca stilizzata su fondo verde.

Nel giugno 2012 il fondo Prudentia cede tutta la sua partecipazione all'azionista e AD Piana nonché alla società Wenzel Holding&Services, per 2.6 milioni di euro[11][12].

La crisi del mercato dei filati[modifica | modifica wikitesto]

Il mercato dei filati in poliestere è da anni in recessione in Italia. Il ruolo leader di Sinterama è stato conquistato in concomitanza con il crollo del precedente leader Montefibre.[13] Il mercato si presentava come caratterizzato da grandi produzioni di massa[14] Sinterama ha puntato su prodotti speciali di fili tinti o destinati ad usi particolari. La contrazione del mercato, destinato sempre più ad una globalizzazione spinta, si è fatta sentire. La consociata Larix che era sorta utilizzando strutture della Montefibre di Vercelli e che era passata da un organico di 45 unità ad uno di 125 unità, è nel 2005 andata in crisi[15]. La ciclicità del mercato aveva portato nel 2006 a valutazioni più positive della tendenza[16]. Sono, però, proseguite anche fasi negative: Sinterama nei primi mesi del 2008 ha chiuso l'unità produttiva di Sant'Angelo Lodigiano.[17]

Partecipazioni[modifica | modifica wikitesto]

Il 4 febbraio 2011, Sinterama S.p.A., insieme a Indorama Ventures PCL, ha rilevato, con un'operazione da 40 milioni di euro, il produttore tedesco di fibre sintetiche e filati colorati in poliestere, Trevira GmbH (in amministrazione controllata, 1350 addetti e 240 milioni di euro di fatturato). La maggioranza del capitale sarà di Indorama, ma la gestione manageriale è affidata alla società italiana[18][19][20][21].

Bilancio 2008[22][modifica | modifica wikitesto]

Il gruppo Sinterama nel 2008 ha sviluppato ricavi per 112.46 milioni, Mol di 31.36 milioni, Ebit negativo di 1.98 milioni, perdite per 8.57 milioni. Patrimonio netto di 46.44 milioni, 47.48 milioni il valore degli immobili, posizione finanziaria netta di 41.11 milioni.

Solo Sinterama ha avuto 68.89 milioni di ricavi, Mol di 15.81 milioni, Ebit negativo per 4.87 milioni, perdite per 7.54 milioni. Patrimonio netto di 44.75 milioni, immobili totali per 32.6 milioni, posizione finanziaria netta di 38.62 milioni, partecipazioni in aziende per 5.87 milioni.

Bilancio 2009[23][modifica | modifica wikitesto]

Nel 2009 il gruppo Sinterama S.p.A. ha ottenuto ricavi per 91.8 milioni di euro, Mol di 26.20 milioni, Ebit negativo per 2.3 milioni, perdite per 4.4 milioni. 42.34 milioni il patrimonio netto, 45.32 milioni gli immobili del gruppo, posizione finanziaria netta di 16.58 milioni.

Solo Sinterama ha avuto ricavi per 52.13 milioni, Mol di 13.87 milioni, Ebit negativo per 4.64 milioni, perdite per 6.21 milioni. Patrimonio netto di 38.54 milioni, immobili per un valore di 31.26 milioni, posizione finanziaria netta di 18.45 milioni, 8.45 milioni in valore delle partecipazioni.

Bilancio 2010[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2010 il gruppo Sinterama ha ottenuto un fatturato di 116.58 milioni di euro, in ripresa grazie alla crescita dei consumi di poliestere a livello europeo, dovuta anche alla relativa scarsa reperibilità di altre fibre naturali che ha comportato il ricorso all'acquisto di materia prima alternativa, tra cui le fibre artificiali. EBITDA a quota 33.25 milioni, EBIT positivo di 3.25 milioni, perdite ridotte a 2.31 milioni. Gli immobili valgono 42.18 milioini, indebitamento finanziario netto è pari a 20.86 milioni. Debiti per 33.96 milioni, 39.39 milioni di patrimonio netto.

Solo Sinterama ha avuto ricavi per 61.92 milioni, Ebitda di 17.98 milioni, Ebit negativo per 806mila euro, perdite per 4.08 milioni. 21.44 milioni l'indebitamento finanziario netto, debiti per 30.05 milioni, 29.45 milioni il valore degli immobili.

Fonte: fidiasgr.it

Dati societari[modifica | modifica wikitesto]

  • Ragione sociale: Sinterama S.p.A.
  • Sede Societaria: Via Antonio Gramsci, 5 - 13876 Sandigliano (BI)
  • Presidente: Paolo Piana
  • Capitale sociale: 45 milioni di euro
  • Pay-off: Colours & Yarns for weaving

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ la tecnica del tinto in rocca comporta la produzione di filato grezzo, avvolto in rocche, nonché della produzione e commercializzazione dei filati fibre sintetiche e nella produzione di filato testurizzato in poliestere. La fase di tintura è a valle di tale produzione
  2. ^ Con la tecnica del tinto in pasta i pigmenti coloranti vengono sciolti nella massa dei polimeri prima della filatura
  3. ^ Secondo l'uso internazionale per automotive si intendono i vari mezzi di trasporti. Nel caso specifico si intendono i rivestimenti tessili per tali usi
  4. ^ Piemonte Imprese
  5. ^ http://www.cascinameli.it/docs/Articoli%20da%20riviste%20tessili/INVERSIONE%20DI%20TENDENZA.pdf
  6. ^ Incas Group
  7. ^ borsaitaliana.it
  8. ^ job24.ilsole24ore.com
  9. ^ http://www.agcm.it/agcm_ita/DSAP/DSAP_287.NSF/218c8abc30b4e077c1256a470060e61b/8c6a2a2f11abe546c12567c20042b389?OpenDocument Autorità Concorrenza
  10. ^ Archivio - LASTAMPA.it
  11. ^ fidiasgr.it
  12. ^ whs-ag.ch
  13. ^ Sul ruolo di Emilio Falco nell'assetto del mercato delle fibre chimiche quando ancora Montefibre svolgeva un ruolo centrale vedi Corriere della Sera
  14. ^ Ancora nel 1999 la quota di Sinterama sul complesso dei filati poliestere era trascurabile Autorità Concorrenza
  15. ^ stenografico Camera dei deputati
  16. ^ Inversione di tendenza Sinterama e il settore dei fili tinti poliestere ha svolto un ruolo importante e il suo presidente è diventato presidente dell'associazione industriale di settore
  17. ^ Corriere della sera
  18. ^ ilbiellese.it
  19. ^ polimerica.it
  20. ^ sinterama.it
  21. ^ Eco di Biella, 4 febbraio 2011, Pagina 17
  22. ^ http://www.fidiasgr.it/documenti/Relazione%20semestrale%2030%20giugno%202009.pdf
  23. ^ fidiasgr.it

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]