Sinibaldo II Ordelaffi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Sinibaldo II Ordelaffi (1467Forlì, 14 luglio 1480), fu signore di Forlì per un breve periodo.

Signori di Forlì
Ordelaffi
Coa fam ITA ordelaffi.jpg

Scarpetta
Francesco I
Francesco II
Figli
  • Sinibaldo
  • Onestina
  • Giovanni
  • Scarpetta II
  • Ludovico
Sinibaldo
Pino II
Figli
  • Giovanna
  • Giovanni
  • Giovanni
  • Luigi
Francesco III
Figli
Giorgio
Figli
Tebaldo
Antonio
Figli
Francesco IV
Figli
Pino III
Figli
  • Sinibaldo II (naturale)
  • Caterina (naturale)
  • Lucrezia (naturale)
Sinibaldo II
Antonio Maria
Ludovico II
Modifica

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Apparteneva alla potente famiglia degli Ordelaffi. Infatti era figlio di Pino III Ordelaffi e della sua seconda moglie Zaffira Manfredi. Diventò signore di Forlì per un breve periodo nel 1480, sotto tutela della vedova del padre Lucrezia Pico della Mirandola.

Il suo governo fu contestato da Cecco Ordelaffi (1461-1488), figlio di Francesco IV Ordelaffi e di Elisabetta Manfredi, il quale Cecco gli succedette effettivamente al potere. A causa di una sollevazione popolare, Sinibaldo fuggì con la tutrice e si rifugiò nella Rocca di Ravaldino, dove quale morì.[1]

Ebbe come precettore l'umanista Urceo Codro.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Ordelaffi di Forlì, Torino, 1835.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • G. Pecci, Gli Ordelaffi, Fratelli Lega Editori, Faenza, 1974.
  • Pompeo Litta, Famiglie celebri d'Italia. Ordelaffi di Forlì, Torino, 1835.