Singalesi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Singalesi famosi
Donna singalese in Osaria
Uomo singalsese in abito nazionale
Distribuzione delle lingue e dei gruppi religiosi in Sri Lanka

I Singalesi (singalese:සිංහල ජාතිය Sinhala Jathiya) sono un gruppo etnico indo-ario nativi dell'isola di Sri Lanka. Costituiscono il 74,9% della popolazione dello Sri Lanka, con oltre 15 milioni di persone. L'identità singalese si absa sul linguaggio, l'eredità storica e la religione. I singalesi parlano singalese, una lingua indo-ariana, e sono per la maggior parte di religione buddisti theravada, sebbene una piccola percentuale di singalesi segua il cristianesimo. I singalesi si trovano per lo più nelle zone centrali, centrosettentrionali, meridionale e occidentale dell'isola.

Secondo la leggenda sarebbero i discendenti del principe esiliato Vijaya che arrivò dall'India orientale verso lo Sri Lanka nel 543 A.C..

Etimologia[modifica | modifica sorgente]

Una ipotesi sull'origine del termine Sinhala (singalese) è che provenga da siw (quattro) Hela (Pristine). Le 4 tribù Hela erano: Raksha, Yaksha, Deva, Naga.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Lingua[modifica | modifica sorgente]

Letteratura[modifica | modifica sorgente]

Religione[modifica | modifica sorgente]

Cucina[modifica | modifica sorgente]

Diaspora singalese[modifica | modifica sorgente]

Come molte persone delle ex coloine, i singalesi sono emigrati in diversi poaesi. Ci sono piccole comunità con origini singalesi nel Regno Unito, in Australia, negli Stati Uniti e in Canada. Vi sono altri invece che vivono in Medio oriente, nel sud-est asiatico e in Europa temporaneamente per lavoro ed educazione.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]