Sinfonia n. 50 (Haydn)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

La Sinfonia n. 50 in do maggiore, Hoboken I:50, fu composta da Joseph Haydn tra il 1773 e il 1774.

In quel biennio avvenne per Haydn un'importante svolta stilistica, con un progressivo abbandono dell'espressività drammatica ed emozionale tipica delle sue composizioni del cosiddetto periodo Sturm und Drang (1768-1772) per un registro più leggero. Un cambiamento stilistico che fu quasi certamente influenzato dalla sua attività come autore di musica per il teatro di corte a Esterháza, la residenza ungherese di Nicolaus Esterházy.

La struttura della sinfonia, per un organico di due oboi, fagotto, due corni, due trombe, timpani e archi, è in quattro movimenti:

  1. Adagio e maestoso – Allegro di molto
  2. Andante moderato
  3. Minuetto
  4. Finale, Presto

Trae presumibilmente origine dalle musiche di scena, andate perdute, per Der Götterat (Il giudizio degli Dei), prologo dell'opera per marionette Philemon und Baucis rappresentata nel settembre 1773 a Esterháza per l'imperatrice Maria Teresa. Si ritiene in particolare che i primi due movimenti fossero l'ouverture a Der Götterat, a cui in seguito Haydn per completare la sinfonia aggiunse il Minuetto e il Finale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Antony Hodgson, The Music of Joseph Haydn: The Symphonies - The Tantivy Press, Londra (1976)
  • James Webster & Georg Feder, The New Grove Haydn – Macmillan, New York (2002)
  • Cesare Fertonani, Guida all'ascolto del CD allegato alla rivista Amadeus (2001) AM 141-2 (riedizione della registrazione Decca 468 612-2 del 1998, The Academy of Ancient Music, direttore Christopher Hogwood)
Controllo di autoritàGND (DE30023466X
Musica classica Portale Musica classica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Musica classica