Sindrome di Cushing equina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la patologia umana, vedi malattia di Cushing.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La sindrome di Cushing degli equini (ECS: Equine Cushing's Syndrome, nota anche come PPID, Pituitary Pars Intermedia Dysfunction[1]) è la più comune patologia endocrina dei cavalli.

Epidemiologia[modifica | modifica wikitesto]

La condizione colpisce il 10% degli equini di oltre 15 anni, con una prevalenza dei ponies, tuttavia l'età media in cui viene diagnosticata è di 19 anni.

Eziopatogenesi[modifica | modifica wikitesto]

Si tratta di una condizione cronica progressiva dei cavalli maturi e anziani dovuta ad una disfunzione della parte intermedia dell'ipofisi che provoca una iperstimolazione della parte corticale delle ghiandole surrenali (iperadrenocorticismo o ipercorticosurrenalismo).

Clinica[modifica | modifica wikitesto]

I cavalli e i ponies colpiti possono presentare una pluralità ed una varietà di sintomi, espressioni del coinvolgimento di apparati ed organi diversi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina