Sindrome da visione al computer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La sindrome da visione al computer o da schermo elettronico, detta talvolta anche stanchezza cronica da schermo, è il termine con il quale si è definita la sindrome di affaticamento causata dall'uso prolungato di schermi elettronici[1]. Insorge in coloro che sono soliti trascorrere più di 7-8 ore al giorno davanti ad uno schermo. Solitamente i primi sintomi si manifestano da 1 a 3 anni dopo l'esposizione.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Molti schermi elettronici, tra cui i display LED e LCD, sempre più usati nell'ambito informatico, emettono luce blu, che è fonte di stress ossidativo sulla pigmentazione retinica, inibendo la secrezione di melatonina e affaticando la vista.

Sintomi[modifica | modifica wikitesto]

I sintomi più comuni della stanchezza cronica da schermo elettronico sono: affaticamento della vista, secchezza oculare, stanchezza senza un apparente motivo, senso di pesantezza, perdita di lucidità, mal di testa, visione offuscata e/o disturbata, nausea, insonnia[2].

Prognosi e trattamento[modifica | modifica wikitesto]

La sindrome da stanchezza cronica da schermo elettronico è un disturbo collegato alle patologie derivanti dall'uso di prodotti tecnologici. Solitamente, chi va incontro ai sintomi sopra descritti, non può ritornare a tollerare i ritmi precedenti. In quasi tutti i casi infatti dopo l'insorgere dei sintomi si lamenta anche una impossibilità di continuare a trascorrere tempo davanti ad uno schermo, in quanto, dopo appena 30 minuti/un'ora appaiono stanchezza e secchezza oculare. Tale difficoltà continua a manifestarsi anche dopo anni.

Un utilizzo di appositi occhiali da lettura al computer protegge gli occhi dalla luce blu degli schermi, e riscontra pareri positivi[3]. In ogni caso, un utilizzo degli schermi elettronici superiore a 4-5 ore al giorno è sconsigliato, in quanto la stessa funzione biologica dell'occhio, non prevede il contatto prolungato con essi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Clayton Blehm, Computer Vision Syndrome: A Review, su surveyophthalmol.com. URL consultato il 2 maggio 2016.
  2. ^ Che cos’è la sindrome da visione al computer?, su my-personaltrainer.it. URL consultato il 2 maggio 2016.
  3. ^ American Academy of Optometry, Troppo tempo davanti al pc? Dieci regole per salvare gli occhi, Panorama. URL consultato il 2 maggio 2016.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina