Sindrome amotivazionale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Avvertenza
Le informazioni riportate non sono consigli medici e potrebbero non essere accurate. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: leggi le avvertenze.

La sindrome amotivazionale è una condizione psicologica associata ad una riduzione delle attività sociali nell'individuo, con manifestazioni di apatia causate da eventi, situazioni, sostanze (o la mancanza di esse), relazioni o altre cause esterne.

Alcuni hanno affermato che l'assunzione cronica di cannabis sia causa di sindrome amotivazionale in alcuni individui, studi empirici appoggiati dall'organizzazione mondiale della sanità suggeriscono che di per sè non esista una "sindrome amotivazionale".

Uno studio effettuato dai ricercatori Barnwell, Earleywine e Wilcox[1] evidenzia come la cannabis non sia causa di insorgenza della sindrome amotivazionale. Infatti nello studio non sono state viste differenze significative nella motivazione (misurata tramite la Apathy Evaluation Scale[2]) tra gli assuntori e i non-assuntori di cannabis.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Barnwell, in S. S., Earleywine, M. & Wilcox, R. 2006. "Cannabis, motivation, and life satisfaction in an internet sample," Substance Abuse Treatment, Prevention, and Policy, 1(2). Via NCBI PubMed.
  2. ^ Marin RS., Apathy and related disorders of diminished motivation. American Psychiatric Press Review of Psychiatry. 1996;15:205–242.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina