Simonetta Agnello Hornby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simonetta Agnello Hornby

Simonetta Agnello Hornby (Palermo, 27 novembre 1945) è una scrittrice italiana naturalizzata britannica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata e vissuta negli anni giovanili in Sicilia, nel 1965 ha ottenuto una borsa di studio Fulbright presso la University of Kansas. Nel 1967 ha conseguito il dottorato in giurisprudenza e si è poi specializzata avvocato minorile e giudice in Inghilterra, dove si era trasferita dopo aver sposato un cittadino inglese. Vive a Londra dal 1972 ed è presidente del Tribunale Special Educational Needs and Disability. Ha fondato nel 1979 uno studio legale nel quartiere londinese di Brixton, che si occupa prevalentemente delle comunità immigrate musulmane e nere e che è stato il primo studio in Inghilterra a dedicare un dipartimento ai casi di violenza all'interno della famiglia[1]. Ha insegnato Diritto dei minori all'Università di Leicester.

Ha preso anche la cittadinanza inglese.

Il romanzo d'esordio La Mennulara, bestseller tradotto in 19 lingue, ha ricevuto il 7 giugno 2003 il "Premio Letterario Forte Village"; nello stesso anno, ha vinto il Premio Stresa di Narrativa e il Premio Alassio Centolibri - Un Autore per l'Europa ed è stato finalista del Premio del Giovedì "Marisa Rusconi".

Nel 2014 ha condotto il programma televisivo Il pranzo di Mosé sul canale Real Time.

Nel 2015 è protagonista con il figlio George del docu-reality Io & George, in onda su Raitre. Il format rappresenta un viaggio da Londra alla Sicilia per sensibilizzare sulle problematiche delle persone diversamente abili.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dalle note biografiche nel sito dell'editore Feltrinelli
  2. ^ Sulla festa della Vara ambientata a Messina nel 1839 descritta nel romanzo si veda S. Di Giacomo, L'ebbrezza di una festa unica in ogni epoca, in "Gazzetta del Sud", Messina, del 13 agosto 2013
  3. ^ Con un programma che ha coinvolto le donne potenzialmente esposte a violenza e le aziende in cui lavorano, la Global Foundation for the Elimination of Domestic Violence (Edv) ha contribuito a contenere il fenomeno della violenza domestica in Inghilterra. Questo libro ha lo specifico obiettivo di creare una Edv italiana per applicarne il metodo anche in Italia.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN88082335 · SBN: IT\ICCU\LO1V\211992 · BNF: (FRcb144495839 (data)