Simone Giannelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Simone Giannelli
Simone Giannelli (Legavolley 2018).jpg
Nazionalità Italia Italia
Altezza 200 cm
Peso 89 kg
Pallavolo Volleyball (indoor) pictogram.svg
Ruolo Palleggiatore
Squadra Trentino
Carriera
Giovanili
2009-2010Südtirol
2010-2014Trentino
Squadre di club
2012-Trentino
Nazionale
2015-Italia Italia
Palmarès
Transparent.png Giochi olimpici
Argento Rio de Janeiro 2016
Transparent.png Campionato europeo
Bronzo Bulgaria e Italia 2015
Transparent.png Coppa del Mondo
Argento Giappone 2015
Transparent.png Grand Champions Cup
Argento Giappone 2017
Statistiche aggiornate al 22 luglio 2014

Simone Giannelli (Bolzano, 9 agosto 1996) è un pallavolista italiano, palleggiatore della Trentino.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare a pallavolo nella sua città natale, Bolzano, allenandosi nelle giovanili del Südtirol. Nel 2010 entra nell'orbita della Trentino Volley, scalando negli anni tutte le formazioni giovanili e venendo convocato anche per le formazioni Under-19 e Under-20 della Nazionale[1]. Con le squadre giovanili della Trentino Volley vince diversi tornei a livello nazionale ed internazionale, tra i quali 6 scudetti di categoria.

Dal 2012 viene aggregato alla prima squadra durante alcuni allenamenti ed alcune trasferte. Durante gara-4 della semifinale scudetto della stagione 2012-13 l'alzatore titolare Raphael de Oliveira si frattura il dito medio della mano destra in seguito a un contrasto a muro con il centrale cubano Robertlandy Simón[2]; per questo motivo Giannelli viene convocato come 2º palleggiatore per la finale scudetto, alle spalle di Giacomo Sintini[3][4].

Il suo esordio in Serie A1 avviene il 27 ottobre 2013 a Ravenna all'età di 17 anni, 2 mesi e 18 giorni, stabilendo il record come atleta più giovane della storia della Trentino Volley ad esordire nella massima serie nazionale[5]. Viene promosso definitivamente in prima squadra nell'estate del 2014[6], aggiudicandosi lo scudetto 2014-15, venendo inoltre premiato come MVP, il campionato mondiale per club 2018 e la Coppa CEV 2018-19.

Nel 2015 ottiene le prime convocazioni in nazionale, con cui si aggiudica nello stesso anno la medaglia d'argento alla Coppa del Mondo e quella di bronzo al campionato europeo, nel 2016 ottiene l'argento ai Giochi Olimpici di Rio de Janeiro e nel 2017 l'argento alla Grand Champions Cup.

È testimonial di ADMO.[7]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

2012-13, 2014-15
Simone Giannelli durante un riscaldamento pre-partita
2018
2018-19

Premi individuali[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giovanili: Codarin, Giannelli e Mazzone in Svizzera con la Nazionale Pre-Juniores per il Torneo Otto Nazioni, su trentinovolley.it. URL consultato il 21 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2014).
  2. ^ Raphael: "Fa male stare fuori ma possiamo vincere gara 5, tutti assieme", su trentinovolley.it. URL consultato il 21 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 28 marzo 2014).
  3. ^ PalaTrento, al lavoro in vista di gara 5 di Finale Scudetto. Il baby Giannelli in gruppo, su trentinovolley.it. URL consultato il 21 luglio 2014.
  4. ^ Volley, il bolzanino Giannelli nella finale scudetto, su altoadige.gelocal.it. URL consultato il 21 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 27 marzo 2014).
  5. ^ A Ravenna esordio in Serie A1 per il baby Giannelli: è il più giovane gialloblù di sempre mai sceso in campo, su trentinovolley.it. URL consultato il 21 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2014).
  6. ^ Altri tre prodotti del Settore Giovanile in Serie A1: Giannelli, Mazzone e Nelli nella rosa della prima squadra, su trentinovolley.it. URL consultato il 21 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 10 agosto 2014).
  7. ^ Simone Giannelli nuovo Testimonial ADMO! - ADMO, 20 set 2016

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]