Simone Borrelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simone Borrelli
Nazionalità Italia Italia
Genere Musica leggera
Strumento voce
chitarra
pianoforte
Sito ufficiale

Simone Borrelli (Crotone, 5 novembre 1985) è un attore, regista, cantautore, musicista, sceneggiatore e ballerino[1] italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Diplomatosi presso la Scuola di Teatro "Alessandra Galante Garrone"[2] di Bologna, nel 2004 vince il premio Giusto Monaco alla vocazione dell'attore e in seguito approfondisce i suoi studi in Acting con insegnati/membri dell'Actors Studio di New York e della New York Film Academy.

Lavora in Cinema, Teatro e Televisione con, tra gli altri, registi quali Gabriele Salvatores[3], Guido Chiesa, Gianpaolo Tescari, Lucio Gaudino, Carmine Elia, Vittorio Franceschi, Giovanni Pampiglione, Francesco Marino, Marina Malfatti, Lindsay Kemp, Eimuntas Nekrosius, Nicolaj Karpov[4], Susan Batson, Marilyn Fried, Steven Berkoff, Pierre Byland.

Nella Stagione 2008/2009 è tra i protagonisti, nel ruolo di Mauro Morbello, della serie Tv della RAI in 18 puntate Terapia d'urgenza e di Quo vadis, baby? (miniserie televisiva) di Gabriele Salvatores per la regia di Guido Chiesa.

Nel 2011 è Ivan nel nuovo cast della fictionmediaset Anna e i cinque - II serie, per la regia di Franco Amurri.

In Teatro per la regia di Arturo Cannistrà, per i progetti spaciali di Aterballetto nel 2006 è protagonista di AMADE' - nel ruolo di Wolfgang Amadeus Mozart in occasione del 250º anniversario della nascita del compositore per il Teatro Comunale di Bologna[5].

Nel 2007 nelle vesti di attore e danzatore è invece protagonista della tournée di Sinfonia per la regia e coreografia di Silvia Traversi (Folkwang Hochschule di Pina Bausch e Carolyn Carlson Company)[6] Dal 2009 scrive e produce X tutta la Notte e Giselle, tratti da VENERDÌ SERA, primo progetto in Italia che incastra attraverso la penna di un solo artista/interprete un album,10 videoclip cinematografici concatenati tra loro, un film, un libro e un Live che unisce la performing più di 10 arti e artisti internazionali tra loro (Danza, musica, cinema, teatro, ecc.).[7] Nel 2009 è ospite della trasmissione RAI - Trebisonda.

Nella stagione 2009-2010 è testimonial ufficiale della campagna pubblicitaria BETTER-LOTTOMATICA per la Movie Magic International.

Nel 2010 è Andrea nel film L'estate di Martino di Massimo Natale al fianco di Treat Williams, con il quale partecipa in concorso al Festival Internazionale del Film di Roma.

Nel 2011 scrive la sceneggiatura del film "Venerdì Sera" collegato all'omonimo progetto musicale con cui prende parte al Premio Solinas.[8]

Dal 2012 è Mario, il tecnico della macchinetta, uno dei nuovi protagonisti dell'ultima stagione della sitcom Camera Café, tuttora in onda su Italia 1 e nelle reti Mediaset.

Nel 2014 scrive, dirige e interpreta, Eddy, film internazionale contro la violenza sui minori (di cui è anche autore e interprete della colonna sonora), che riceve il riconoscimento di Film Ufficiale dei diritti umani 2015 per il Consiglio d'Europa. Unitamente a ciò, il premier Matteo Renzi e la Presidenza del Consiglio dei ministri decidono di concedere a lui e a Eddy il proprio sostegno ufficiale, riconoscendolo come film italiano di altissimo rilievo sociale, culturale e artistico in ambito Internazionale.[9] Tradotto e sottotitolato in oltre dieci lingue, il film, sostenuto anche dal MIUR, Unicef, Medici Senza Frontiere e Amnesty International, e in uscita pubblica prevista nel 2015, sarà proiettato nei 47 Paesi Europei Membri del Consiglio d'Europa e nelle principali capitali di stato del Mondo.[10]

Il 24 settembre 2015 viene scelto dall' American Cinematehque (Oscar Academy Award e Golden Globe) ad aprire con Eddy lo "European Film Festival - Starring Europe" al Grauman's Egyptian Theatre di Hollywood (Los Angeles)[11] conquistando pubblico e critica.[12]

Da li parte un Tour mondiale in cui Simone Borrelli, grazie al suo film fa il giro dei 5 continenti, vince oltre 20 premi internazionali ed è ospite delle più prestigiose università del mondo, tra cui la Stanford University[13], UC Berkeley[14] e la UCLA[15].

Viene invitato ad aprire il 60º anniversario dell'adesione dell'Italia all'ONU - Nazioni Unite.[16]

Il Tour, in cui Simone Borrelli accompagna la proiezione dal film con una performance live con l'orchestra della colonna sonora da lui composta e interpretata, prende il nome di "Eddy Tour" che ad oggi conta circa 90 date, di cui 11 sold-out, raggiungendo oltre 200.000 spettatori.[17]

Nel 2016 riceve il “Premio Speciale” della XVII edizione del Premio Fedeli[18] dal SIULP, sindacato italiano della Polizia di Stato ed è eletto "Personaggio dell'anno" della Città di Crotone.[19]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Teatro[modifica | modifica wikitesto]

Videoclip[modifica | modifica wikitesto]

Spot pubblicitari[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ E.Falvre, «Open Dance cantiere della nuova danza», Lecce Prima. URL consultato il 7 ottobre 2008.
  2. ^ Redazione, «Il nostro ex allievo Simone Borrelli, nel 2014 scrive, dirige e interpreta, "Eddy", film internazionale contro la violenza sui minori, che riceve il riconoscimento di Film Ufficiale dei diritti umani 2015 per il Consiglio d'Europa», Scuola di Teatro di Bologna. URL consultato il 5 novembre 2014.
  3. ^ P. Pagliuso, «Sul piccolo schermo è nata una stella», Com.Unica. URL consultato il 6 marzo 2008.
  4. ^ Redazione, «Fare teatro: "La qualificazione"», Teatro Stabile di Calabria. URL consultato il 14 febbraio 2004.
  5. ^ A. Cannistrà, «“Amadè”- Aterballetto», Aterballetto. URL consultato il 7 maggio 2006.
  6. ^ C. Santoro, «“Sinfonia”- Scheda», Teatro di Casalecchio. URL consultato il 18 maggio 2008.
  7. ^ a b A. Conti, «Vi racconto le mie dieci storie», TGcom24 - mediaset. URL consultato il 23 gennaio 2009.
  8. ^ A. Granatello, «Sono oltre 83 i film tratti da sceneggiature e soggetti premiati e segnalati a partire dal 1986. Alcuni realizzati dagli autori stessi, altri da importanti registi o registi esordienti», Premio Solinas. URL consultato il 25 luglio 2011.
  9. ^ G. Cantafio, «Vi racconto il mio Eddy, film per i diritti umani scelto dall'Europa», Vanity Fair. URL consultato il 10 dicembre 2014.
  10. ^ Lahache Matthieu, «EDDY - a movie about soldiers’ children for the promotion of Human Rights», Council of Europe. URL consultato il 14 agosto 2014.
  11. ^ N.Casas, «Simone Borrelli’s film Eddy is spreading awareness about the Syrian crisis», L'Italo-Americano. URL consultato il 09 ottobre 2015.
  12. ^ Aise, «Simone Borrelli e il suo Eddy conquistano Hollywood», Agenzia Internazionale Stampa Estero. URL consultato il 27 ottobre 2015.
  13. ^ S.Pinchiorri, «Simone Borrelli e Eddy conquistano Hollywood», Cinema Italiano. URL consultato il 24 ottobre 2015.
  14. ^ USB, «A night with the Director: Simone Borrelli @ UCB», callink.berkeley.edu. URL consultato il 14 ottobre 2015.
  15. ^ A.Gomez, «Film Screening of the short Film “Eddy” – Lecture by Italian Director and Actor Simone Borrelli», humanities.ucla.edu. URL consultato il 30 settembre 2015.
  16. ^ Farnesina, «60º Anniversario dell’adesione dell’Italia all'ONU e della Giornata mondiale dei Diritti Umani», Ministero degli Esteri. URL consultato il 10 dicembre 2015.
  17. ^ Ansa, «A Bologna la prima del film 'Eddy'», Corriere della Sera. URL consultato il 07 marzo 2016.
  18. ^ Redazione, «A Simone Borrelli il “Premio Speciale” Franco Fedeli 2016», CN24. URL consultato il 09 novembre 2016.
  19. ^ A.Gaetano, «E' Simone Borrelli il personaggio dell'anno», CrotoneOK. URL consultato il 09 genaio 2016.
  20. ^ Anian Film, «Simone Borrelli - Una Volta sola,mai più», YouTube. URL consultato il 26 febbraio 2009.
  21. ^ Anna Sbarrai, «EDDY», RadioEmiliaRomagna. URL consultato il 12 marzo 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]