Simona Caparrini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Simona Caparrini a Roma nel 2012

Simona Caparrini (Firenze, 5 gennaio 1971) è un'attrice italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Firenze, si trasferisce con i genitori a Montecatini Terme e, dopo aver conseguito la maturità all'Istituto Magistrale, si iscrive alla Facoltà di Scienze Politiche Cesare Alfieri dell'Università di Firenze, per poi passare a Magistero indirizzo Antropologia culturale sempre a Firenze.

Studia alla Scuola di recitazione del Teatro Stabile di Genova e, poi continua i propri studi di recitazione a New York, frequentando i corsi dell'attore americano George DiCenzo all'Union Square Theatre e all'HBO Studios di New York[1].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Debutta al cinema con il film Il muro di gomma regia di Marco Risi, dove interpreta una giornalista, ma il primo ruolo di rilievo per Simona arriva con Nestore, l'ultima corsa, film diretto da Alberto Sordi che la vuole nel ruolo di Wilma, la figlia della sua ex fiamma.

Successivamente interpreta la scrittrice Elsa Morante accanto a Philippe Noiret, in un piccolo ruolo nel film Il postino regia di Michael Radford. Nel 1995 è nel cast del film Banditi, regia di Stefano Mignucci, nei panni di Ursula.

Da allora lavora ininterrottamente sia in Italia che all'estero.[2]. In televisione interpreta, tra le altre, un ruolo nella serie tv tedesca Ein Haus in der Toscana, regia di Gabi Kubach; è Elena nella serie tv spagnola Compañeros, regia di José Ramón Ayerra; ricopre il drammatico ruolo di Elvira Graziani nella serie tv Orgoglio.

Gira a New York il film indipendente americano The Accountant per la regia di Glenn Gers, mentre a Parigi è nel cast del film francese 8th Wonderland, regia di Nicolas Alberny e Jean Mach, e nella serie televisiva francese Marie Fransson.

Successivamente ha recitato in To Rome with love regia di Woody Allen, che le dona una visibilità internazionale[3], e dove interpreta la bigotta zia Giovanna, zia di Antonio (Alessandro Tiberi), che porta il nipote e la presunta moglie (Penelope Cruz) in giro per Roma, assieme agli altri parenti.[4].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Caparrini/ Intervista su cinebazar.it
  2. ^ Caparrini/scheda su mymovies.it
  3. ^ Simona Caparrini LAFF red carpet
  4. ^ Intervista su cinemaitaliano.info

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]