Silvio Laurenzi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Silvio Laurenzi (...) è un costumista italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Inizia la propria carriera nel cinema nella prima metà degli anni sessanta in qualità di attore, attività che intorno alla prima metà del decennio successivo comincia ad alternare con quella di costumista di scena - che col tempo diviene poi la sua effettiva professione, specie nel filone della commedia sexy all'italiana.

Ciò nonostante, continua a interpretare sporadicamente alcuni piccoli ruoli, impersonando quasi sempre il ruolo del buffo ometto con orientamento omosessuale: in tal senso spiccano quelli rivestiti in due pellicole dirette da Steno, La patata bollente del 1979 - in cui ha diversi scambi di battute con il protagonista Renato Pozzetto - e Mi faccia causa del 1984 - in cui, in qualità di avvocato, si rivolge al pretore (Christian De Sica) nella causa in cui deve difendere il suo cliente (Franco Caracciolo).

Nel 2009 ha vinto la medaglia d'oro in occasione della manifestazione Una vita per il cinema[1].

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Medaglie d'oro 30ª edizione, unavitaperilcinema.it. URL consultato il 18 agosto 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]