Silvio Cosini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Silvio Cosini (noto anche come Silvio da Fiesole, mentre il cognome è riportato come Chogini, Chusini, Qugini, Ceparelli e Cipparelli) (Poggibonsi, 1495 – dopo il 1549) è stato uno scultore italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Fu allievo di Andrea Ferrucci da Fiesole e fu un raffinato decoratore; il primo suo lavoro documentato furono gli ornati della Sagrestia Nuova nella basilica di S. Lorenzo, sotto la diretta supervisione di Michelangelo (tra il 1521 ed il 1533).

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Sepolcro del beato Raffaele Maffei - Chiesa di San Lino di Volterra (1522)
  • Madonna col Bambino e Angelo - monumento Strozzi e cenotafio Minerbetti - Santa Maria Novella a Firenze;
  • Angeli reggicandelabro - Duomo di Pisa;
  • Sepolcro del beato Raffaele Maffei - Chiesa di San Lino di Volterra (1522);
  • Ornati - palazzo Doria[non chiaro] a Genova (1530-33);
  • Ornati - chiesa di San Matteo a Genova (1543-47);
  • Miracolo della donna ferita mortalmente dal marito e risanata per intercessione di sant'Antonio da Padova - Cappella della Tomba del Santo - Basilica del Santo - Padova (1534);
  • Pietà - Monte di Pietà di Padova (1534);
  • Sposalizio della Vergine - Duomo di Milano (1544).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN74655418 · ISNI (EN0000 0001 1673 2415 · CERL cnp00546768 · Europeana agent/base/47297 · ULAN (EN500028818 · LCCN (ENnr93043554 · GND (DE119080273 · WorldCat Identities (ENlccn-nr93043554