Silvio Cesare Bonicelli

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Silvio Cesare Bonicelli
vescovo della Chiesa cattolica
Bishop.silvio.cesare.bonicelli.JPG
VESCOVO.BONICELLI.STEMMA.jpg
Nec videar dum sim
 
Incarichi ricoperti
 
Nato31 marzo 1932 a Bergamo
Ordinato presbitero16 giugno 1962 dal vescovo Giuseppe Piazzi
Nominato vescovo2 settembre 1991 da papa Giovanni Paolo II
Consacrato vescovo19 ottobre 1991 dall'arcivescovo Andrea Mariano Magrassi, O.S.B.
Deceduto6 marzo 2009 (76 anni) a Bergamo
 

Silvio Cesare Bonicelli (Bergamo, 31 marzo 1932Bergamo, 6 marzo 2009) è stato un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Bergamo, città capoluogo di provincia e sede vescovile, il 31 marzo 1932. È cugino dell'arcivescovo Gaetano Bonicelli.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in Giurisprudenza presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano, tra il 1956 e il 1958 prestò servizio militare come ufficiale di complemento del 5º Reggimento Alpini di stanza a Bassano del Grappa. L'esperienza alpina lo segnò profondamente, al punto che - una volta consacrato vescovo - scelse come proprio motto espiscopale proprio il motto del 5º Reggimento Alpini: Nec videar dum sim (non per sembrare, ma per essere).

Fu ordinato presbitero il 16 giugno 1962 dal vescovo Giuseppe Piazzi.

Si laureò in Diritto canonico presso la Pontificia Università Gregoriana.

Entrato nello Scautismo nel 1949, visse con impegno anche questo tipo di apostolato, curando in particolare la formazione dei Capi e seguendo di persona molteplici Campi scuola nazionali a Colico/Val Codera.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Vescovo di San Severo[modifica | modifica wikitesto]

Il 2 settembre 1991 papa Giovanni Paolo II lo nomina vescovo di San Severo; succede a Carmelo Cassati, precedentemente nominato arcivescovo di Trani-Barletta-Bisceglie. Il 19 ottobre successivo riceve l'ordinazione episcopale, nel palazzetto dello sport di San Severo, dall'arcivescovo Andrea Mariano Magrassi, coconsacranti l'arcivescovo Gaetano Bonicelli e il vescovo Angelo Paravisi. Durante la stessa celebrazione prende possesso della diocesi.

Nel 1993 a San Severo per sua volontà viene fondato l'Epicentro giovanile (tuttora esistente), un luogo di aggregazione per poter svolgere al suo interno attività di diverso genere mirate alla promozione umana, sociale e religiosa del giovane e in particolare alla prevenzione delle diverse devianze giovanili.

Vescovo di Parma[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 dicembre 1996 papa Giovanni Paolo II lo nomina 69º vescovo di Parma; succede a Benito Cocchi, precedentemente nominato arcivescovo-abate di Modena-Nonantola. Il 25 gennaio 1997 prende possesso della diocesi.

È membro della Commissione episcopale per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia, la pace e la salvaguardia del creato, nonché delegato regionale per i problemi sociali e del lavoro.

Il 4 dicembre 2005 apre le celebrazioni per il giubileo della cattedrale di Parma in occasione del IX centenario dalla consacrazione da parte di papa Pasquale II nel 1106.

Il 19 gennaio 2008 papa Benedetto XVI accoglie la sua rinuncia, presentata per raggiunti limiti di età; gli succede Enrico Solmi, del clero di Modena-Nonantola. Rimane amministratore apostolico fino all'ingresso del successore, avvenuto il 30 marzo 2008.

Da tempo malato, morì il 6 marzo 2009 nella casa paterna di Bergamo[1]; il rito esequiale si tenne il 10 marzo nella cattedrale di Parma e fu presieduto dall'arcivescovo-abate di Modena-Nonantola Benito Cocchi. Riposa nel cimitero della Villetta di Parma.

Il comune di Parma ha espresso, sin da primi giorni successivi alla morte del vescovo, la decisa intenzione di dedicare a monsignor Bonicelli una struttura sanitaria o scolastica ora in costruzione[2].

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Bonicelli, Silvio Cesare - I concili particolari da Graziano al Concilio di Trento: studio sulla evoluzione del diritto della Chiesa latina / Silvio Cesare Bonicelli- Brescia: Morcelliana, 1971 - Monografia - Testo a stampa IT\ICCU\SBL\0372273
  • Bonicelli, Silvio Cesare - L' acqua dalla roccia : lettera alla diocesi sul tema: l'annuncio della parola di Dio fondamento e centro dell'evangelizzazione : anno pastorale 1995-1996 / Silvio Cesare Bonicelli, vescovo di San Severo - S.l. : s. n., stampa 1995 (Foggia: Studio stampa) - Monografia - Testo a stampa IT\ICCU\TO0\0853481
  • Bonicelli, Silvio Cesare - Cristo speranza dei giovani : lettera alla diocesi sul tema: la pastorale per i ragazzi, gli adolescenti e i giovani : per l'anno 1994-1995 / Silvio Cesare Bonicelli - S.l. : a cura dell'Ufficio Stampa della Diocesi, 1995 - Monografia - Testo a stampa IT\ICCU\TO0\1669553
  • Bonicelli, Silvio Cesare - Come in uno specchio : lettera alla Diocesi sul tema: Il battesimo a fondamento dell'esistenza cristiana : anno pastorale 1996-1997 / Silvio Cesare Bonicelli - S. l. : s. n., stampa 1996 (San Severo: Cromografica Dotoli) - Monografia - Testo a stampa IT\ICCU\BVE\0117988
  • Bonicelli, Silvio Cesare - La gioia di una presenza : Lettera-Programma Pastorale 1999-2000 / Silvio Cesare Bonicelli - Parma: s. n., stampa 1999 - Monografia - Testo a stampa IT\ICCU\RAV\1531234
  • Bonicelli, Silvio Cesare - Giubileo 2000 : omelie / Silvio Cesare Bonicelli [Parma: s. n.!, stampa 2001 - Monografia - Testo a stampa IT\ICCU\LO1\1203606
  • Bonicelli, Silvio Cesare - Vescovo di Parma 1997-2007 : storia, riflessioni e immagini / Silvio Cesare Bonicelli - Mattioli 1885, c2007 - Monografia - Testo a stampa IT\ICCU\PAR\1092787

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Senatore Gran Croce S.A.I. Ordine Costantiniano di San Giorgio (Parma) - nastrino per uniforme ordinaria Senatore Gran Croce S.A.I. Ordine Costantiniano di San Giorgio (Parma)
«06.06.1999»

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN204441610 · SBN IT\ICCU\SBLV\189793 · GND (DE13644573X · WorldCat Identities (EN204441610