Silvia Vivirito

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Silvia Vivirito
Nazionalità Italia Italia
Altezza 160 cm
Peso 51 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Difensore, centrocampista
Squadra Lazio
Carriera
Squadre di club1
2007-2008Bardolino Verona? (?)
2008-2009Frutta Più Verona24 (7)
2009-2010Fortitudo Mozzecane11 (1)
2010-2011Venezia 198422 (0)
2011-2012Napoli18 (2)
2013-2016Südtirol62 (10)
2016-2017Luserna20 (3)
2017-2019Pink Sport Time36 (0)[1]
2019-2020Como? (?)
2020-2021Riozzese Como22 (3)
2021Cesena6 (0)
2022Cortefranca15 (1)
2022-Lazio0 (0)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 maggio 2022

Silvia Vivirito (Mantova, 13 agosto 1990) è una calciatrice italiana, difensore o centrocampista della Lazio.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Silvia Vivirito coltiva la passione per il pallone già dalla giovinezza, alternando la sua attività nel più tradizionale calcio a 11 con il calcio a 5, dove milita nel Bardolino.

Dopo aver avuto l'opportunità, nella stagione 2007-2008 di essere inserita in rosa con la formazione titolare del Bardolino Verona campione d'Italia, dalla stagione successiva veste la maglia del Frutta Più Verona, squadra femminile che è iscritta alla Serie B, allora terzo livello del campionato italiano di calcio femminile, contribuendo a conquistare, con le sue 7 reti su 23 partite giocate, il primo posto del girone B a pari merito con il Südtirol Vintl Damen giocandosi l'opportunità di salire in Serie A2 nello spareggio di Trento del 24 maggio 2009 dove però le altoatesine vincono per 3-2.[2]

Le sue prestazioni vengono notate dagli osservatori del Fortitudo Mozzecane che durante il calciomercato estivo 2009 le offrono l'opportunità di giocare nella Serie A2 che le era sfuggita con la precedente formazione veronese. La stagione entrante la vede impiegata in 11 occasioni su 22 incontri e riuscendo a siglare una rete alla 6ª giornata, quella del definitivo 2-2 segnata al 91' con cui pareggia la partita con il Cervia. A fine campionato Vivirito viene svincolata.[2]

Nell'estate 2010 le viene offerta una nuova opportunità di salto di livello, siglando un accordo con il Venezia 1984 alla sua terza stagione in Serie A. Pur non partendo titolare ad inizio stagione, Vivirito è frequentemente utilizzata per il turnover con le compagne, riuscendo a fine campionato a collezionare 22 presenze su 26 incontri e contribuendo a conquistare un'agevole salvezza con i 22 punti che valgono alla formazione veneta il 9º posto in classifica.[2]

Durante il successivo calciomercato estivo è oggetto di un nuovo trasferimento, attirata dalle prospettive della dirigenza del Napoli che, alla ricerca di nuovi rinforzi per puntare alla promozione sfuggita per soli tre punti la stagione precedente, formalizza con Vivirito il contratto per la stagione 2011-2012. Impiegata 18 volte su 22 incontri, grazie anche alle sue 2 reti siglate alla 15ª e 20ª giornata, concretizza le aspettative della società che va a conquistare con 58 punti, 10 in più della Res Roma seconda classificata, il Girone D e la storica promozione della società in Serie A.[2]

Nell'estate 2013 Vivirito si accorda con il Südtirol, fresco del trasferimento alla nuova sede di Bolzano e che, grazie alla riforma del campionato italiano, è iscritto per la stagione entrante alla Serie B ridiventata secondo livello nazionale. Con le altoatesine riesce, dopo due campionati in cadetteria, a tornare il Serie A nella 2015-2016. Questa è anche l'ultima stagione di Vivirito in biancorosso, dove la squadra non riesce a esprimere prestazioni da evitare la bassa classifica e la conseguente retrocessione. L'atleta mantovana lascia la società con un tabellino personale di 10 reti su 62 presenze in campionato.[2]

Durante il calciomercato estivo 2016 formalizza il passaggio al San Bernardo Luserna, al suo secondo anno in Serie A, per la stagione 2016-2017. Al termine della stagione, con la retrocessione del San Bernardo Luserna in Serie B, lascia la squadra piemontese e si accorda con la Pink Sport Time, neopromossa in Serie A[3].

Dopo aver giocato due stagioni di fila a Como, a metà luglio 2021 si è trasferita al Cesena[4]. La permanenza in Romagna è durata per la sola prima parte di stagione, infatti, dopo essersi svincolata dal Cesena al termine del 2021[5], si è trasferta al Cortefranca, rimanendo a giocare in Serie B[6]. Per la stagione successiva ha firmato un contratto con la Lazio, appena retrocessa dalla Serie A in Serie B[7].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Napoli: 2011-2012
Südtirol: 2014-2015

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 38 (0) se si considerano anche gli spareggi.
  2. ^ a b c d e Football.it.
  3. ^ Pink Bari scatenata, ufficializzato il ritorno in biancorosso dell’attaccante Romina Pinna, su barinelpallone.it, 24 luglio 2017. URL consultato l'8 settembre 2017.
  4. ^ Gianni Angeli, Altro colpo per il Cesena: dalla Riozzese arriva Vivirito, su asdcastelvecchio.it, 8 luglio 2021. URL consultato il 31 luglio 2021.
  5. ^ Gianni Angeli, Colpo Cesena: presa dalla Sampdoria Lerizia Musolino, su asdcastelvecchio.it, 31 dicembre 2021. URL consultato il 2 gennaio 2022.
  6. ^ Elia Soregaroli, Il Cortefranca fa il botto di Capodanno: presa a centrocampo Silvia Vivirito, su calciofemminileitaliano.it, 1º gennaio 2022. URL consultato il 2 gennaio 2022.
  7. ^ Miriana Cardinale, Lazio Women, tra nuovi acquisti e conferme: tutti i nomi, su lfootball.it, 31 agosto 2022. URL consultato il 3 settembre 2022.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]