Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Luoghi di Sailor Moon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Silver Millennium)

Il Silver Millennium è un regno immaginario della serie Sailor Moon. Nell'adattamento italiano dell'anime è conosciuto come Regno Argentato. Nel manga viene rivelato che la sua esistenza risale a prima che la terra si evolvesse nel modo in cui la conosciamo [1].

Infatti, al contrario di quello che il nome sembra suggerire, il Silver Millennium è durato molto più di 1000 anni. Il Regno della Luna era situato nel Mare Serenitatis sulla Luna, governato da Queen Serenity, ed era anche la casa della Princess Serenity sua figlia e delle sue quattro protettrici, conosciute in seguito come Guardian Senshi. Come viene rivelato nella serie Sailor Moon R, la reincarnazione di Princess Serenity, Usagi, sale al trono come Neo-Queen Serenity nella città di Crystal Tokyo che nasce sulla Terra tra il XX e il XXX secolo, capitale della Terra e da molti, ma non viene da nessuna parte detto o citato come tale, un secondo Silver Millennium anche perché il Re, King Endymion, è il successore del Golden Kingdom, regno della Terra.

La famiglia reale dal Silver Millennium è riconosciuta dal simbolo della luna crescente che hanno sulla fronte. Questo marchio può essere visto in Queen Serenity, in Principessa/Neo-Regina Serenity, in Piccola Lady, in Luna, Artemis e Diana, così come in Sailor Venus nel suo travestimento da Principessa della Luna.

Regni del Silver Millennium[modifica | modifica wikitesto]

Regno della Luna[modifica | modifica wikitesto]

Silver Millennium
Altri nomi Regno Argentato (adattamento italiano anime), Regno Argentato della Luna (prima edizione italiana del manga. Solo primi volumi)
Tipo Stato
Creazione
Saga Sailor Moon
Ideatore Naoko Takeuchi
Appare in Sailor Moon (tutte le versioni)
Caratteristiche immaginarie
Governo Monarchia
Capo Queen Serenity, Neo Queen Serenity (nel manga, dal XXI secolo)
Nascita Sconosciuta
Fine Guerra fra il Dark Kingdom e Silver Millennium
Pianeta Luna
Regione Mare Serenitatis

Il Silver Millennium viene mostrato come una regno tecnologicamente avanzato: era situato nel Mare Serenitatis su una sorta di lago artificiale, e lì tutto era stato creato artificialmente; il vento, la vegetazione, ed era anche provvisto di un sistema di computer molto avanzato conosciuto come Eternity Main System. Le persone che vivevano in questo regno avevano una vita longeva grazie al potere del Cristallo d'Argento, ed avevano due compiti specifici: il primo era quello di proteggere il Cristallo d'Argento, una potente pietra tramandata da generazioni nella famiglia reale, mentre il secondo compito era quello di controllare l'evoluzione della Terra e proteggerla dalle influenze negative facendo in modo che proseguisse per la retta via[1].

Tra gli abitanti della Terra e quelli della Luna non dovevano esserci contatti, e soprattutto innamoramenti. Quando Prince Endymion si innamorò di Princess Serenity, figlia della Regina, gelosia e risentimento si svilupparono lentamente sulla Terra. Dal Sole emerse un'entità nota come Metaria (nome spesso translitterato in Metalia), che sfruttò il malessere generato sulla Terra: giunta sulla Terra incontrò Beryl, una giovane donna innamorata di Endymion, che riuscì facilmente a manipolare. Così Beryl si schierò contro il Silver Millennium e, dietro l'influenza di Metaria, divenne la Regina del Regno delle Tenebre.

Dopo aver conquistato i servigi dei quattro generali del Principe, (Shitennou in lingua originale) sfruttò il potere maligno degli abitanti della terra ed attaccò il Regno della Luna. Alla fine dello scontro, entrambi i regni furono completamente distrutti. La Terra riuscì però a ricominciare il suo corso evolutivo, mentre la vita sulla Luna finì per sempre. Endymion morì per proteggere Serenity, che dopo aver perso il suo amante, si suicidò. Alla fine, Queen Serenity riuscì a sigillare Metaria usando il Cristallo d'Argento.

Nell'anime la storia narrata è simile, con la differenza che sia Endimion che Serenity vengono uccisi da Metaria, e Queen Metaria non proviene dal sole ma da un luogo lontano dello spazio. Nella versione live il Regno della Luna potrebbe esistere ancora poiché nello Special Act vediamo Queen Serenity discendere da essa come spirito per parlare con la gatta Luna, e a differenza del manga e dell'anime il Moon Castle di Silver Millennium si trova all'interno di una cupola di cristallo.

Nel doppiaggio Shin Vision viene chiamato "Impero della Luna, Silver Millennium" [2], mentre nel manga edito da Star Comics, unicamente nei primissimi volumi, Regno Argentato della Luna

Crystal Tokyo[modifica | modifica wikitesto]

Crystal Tokyo
Sailor Moon Another Story.jpg
Il Crystal Palace di Crystal Tokyo in uno screen-shot del videogioco Sailor Moon Another Story
Nome originale クリスタル・トーキョー
Altri nomi Crystal City adattamento italiano
Tipo città
Creazione
Ideatore Naoko Takeuchi
Appare in Sailor Moon
Caratteristiche immaginarie
Governo Monarchia
Capo King Endymion e Neo Queen Serenity
Nascita Inizio XXI secolo (manga)/non specificato (anime)
Pianeta Terra
Continente Asia
Stato Regno della Terra
Regione Prefettura di Tokyo

Come la Regina aveva sperato, Serenity e Endymion rinacquero come Usagi Tsukino e Mamoru Chiba, così come le Guardian Senshi, diventate le migliori amiche di Usagi. Nel manga, il Regno della Luna e il suo castello rinacquero alla fine della battaglia contro Queen Metaria, ma Usagi decise di continuare a vivere sulla Terra, con Mamoru e la sua famiglia.[3].

In seguito, sia nel manga che nell'anime, viene rivelato che Usagi salirà al trono come Neo-Queen Serenity sulla terra e regnerà sulla capitale della Terra, Crystal Tokyo (Crystal City nel doppiggio italiano) che si formerà tra il XX e il XXX secolo, considerato da molti, ma non specificato né nel manga e né nell'anime, come secondo Silver Millennium; cosa errata in quanto nella seconda serie del manga King Endimion, presentando Neo Queen Serenity, la definisce "Regina di Crystal Tokyo e Silver Millennium" separando quindi le due cose, inoltre nel capitolo Star 4 la principessa Kakkyu saluta Usagi (all'epoca non ancora sposata con Mamoru, ma dopo la sua incoronazione a regina) come Neo Queen Serenity di Silver Millennium. Verrà governato da Usagi e Mamoru sotto i nomi di Neo-Queen Serenity e King Endymion, con la loro figlia Usagi SL Serenity, solitamente chiamata semplicemente Small Lady ovvero Piccola Lady.

Le Guardian Senshi, oltre al compito di proteggere Neo Queen Serenity, saranno anche responsabili dell'incolumità della famiglia reale. Il compito delle altre Senshi, le Outer Senshi, è di vegliare che nessuno penetri all'interno del sistema solare. Nel manga, le componenti del Sailor Quartet saranno le protettrici della Piccola Lady. Insieme a loro vivono Luna, Artemis e Diana[4]. Il fulcro di Crystal Tokyo è il Crystal Palace, la dimora della famiglia reale e delle Guardian Senshi. Nell'anime all'interno del palazzo, nella parte alta, è presente il Serenity Palace[5].

Sempre nell'anime si scopre che la città ha la forma di una stella a cinque punti e sorge su nove punti di energia positiva, noti come Crystal Point (Punte di Cristallo in Italia), cinque all'esterno (corrispondenti ai vertici delle punte della stella) e quattro all'interno. Nella prima parte dell'anime lo scopo di Rubeus e delle quattro sorelle è appunto quello di contaminare questi punti col Potere Nero, in modo da trasformarli in punti d'energia negativa e evitare così la fondazione della città.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Queen Serenity[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Queen Serenity.

Queen Serenity (クィーン・セレニティ Kuīn Sereniti?), da noi Regina Selene, è la madre della Principessa Serenity. Anche se sua figlia si è reincaranta in Usagi Tsukino, figlia di Ikuko Tsukino, la Regina appare occasionalmente per aiutare le guerriere e ricordare loro chi sono veramente e quali sono i loro compiti. Nell'anime afferma di essere la discendente dell'antica dea della luna Selene[1] e per questo motivo il suo nome viene spesso scritto come Queen Selenity. Nell'anime, viene doppiata in Giappone da Mika Doi e in Italia da Patrizia Scianca (versione Mediaset) e da Melina Martello nel flashback dell'episodio speciale uscito insieme al primo film, ridoppiati entrambi dalla Shin Vision.

Nell'anime, Queen Serenity appare per la prima volta nell'episodio 35, anche se non viene introdotta fino all'episodio 44, quando le guerriere vengono trasportate sulla Luna. Essendo morta molto tempo prima, appare solamente come ologramma del computer del Moon Castle che ha conservato le sue volontà, e racconta alla guerriere la storia del Regno della Luna, Silver Millennium. Nell'episodio 51, appare nuovamente per donare a Sailor Moon una nuova spilla, la Crystal Star, e un nuovo scettro, il Cutie Moon Rod,[6].

Nel manga, la Regina appare per nell'atto 10 per la prima volta[1], e come nell'anime, appare sotto forma di ologramma creato dall'Eternity Main System (il computer principale del Moon Castle)che conserva le sue volontà . Nell'atto 12, il suo spirito appare nel Regno della Luna, Silver Millennium, risorto grazie al potere di Sailor Moon chiedendo a quest'ultima se volesse rimanere, ma quest'ultima sceglie di tornare sulla Terra e lei non può far altro che raccomandarle di trovare la felicità con le persone che ama. Serenity appare altre tre volte, tutti flashback: nell'atto 22, nei ricordi di Sailor Pluto quando le diede l'incarico di custodire le porte del tempo; nell'atto 41, dopo la nascita della Principessa quando grazie al cristallo d'argento rinchiuse la Regina Nehellenia in uno specchio; e nell'atto 52, mentre visita il Galaxy Cauldron[6] con la figlia ancora neonata.

La Regina Serenity non appare nella principale serie live-action, ma solamente nell'episodio speciale, in cui è interpretata da Miyū Sawai.

I seguenti poteri speciale vengono usati della Regina[7]:

  • Moon Healing Escalation, usato per bloccare l'invasione del Regno delle Tenebre, Dark Kingdom, sulla Luna, ma solo nell'anime. Un potere simile verrà usato in seguito da Sailor Moon.
  • Maboroshi no ginzuishō (Cristallo d'argento illusorio), nome originale del Cristallo d'Argento, utilizzato con il Moon Stick per sigillare il Dark Kingdom, nell'anime lo utilizza anche per far sì che le anime di sua figlia e tutti coloro che perirono quel giorno potessero rinascere sulla terra sulla Terra. Nel manga lo utilizza anche per sigillare Nehellenia nello specchio, oltre che il futuro Dark Kingdom.

Principesse Sailor[modifica | modifica wikitesto]

Nell'atto 41 del manga, si viene a conoscenza del fatto che il Sailor Team ricopre anche il ruolo di principesse del sistema solare. Ogni guerriera ha un castello proprio, che prende il nome da una o più lune del pianeta su cui si trova, eccetto i castelli di Mercury e Venus[8], ai quali, non avendo satelliti naturali, l'autrice ha utilizzato i nomi delle prime sonde/satelliti artificiali giunti sui pianeti.

Nell'atto 45, Sailor Uranus, Neptune, e Pluto visitano i loro castelli, degli enormi palazzi che orbitano intorno ai loro pianeti, protetti da scudi di energia ed altri sistemi altamente tecnologici. Inoltre, ogni castello è protetto da un Guardian, cioè una versione in miniatura della senshi che possiede il castello, che ha il compito di proteggere il potere sailor. Sailor Pluto afferma di ricordare il suo castello, e che la Regina Serenity ne donò uno alla nascita di ogni guerriera del sistema solare esterno ad esclusione di Saturno.

Non è chiaro quando le guerriere potevano prendere la forma di principesse nel Silver Millennium. Nei diversi flashback del manga, le guerriere indossano sempre le loro uniformi da senshi, tranne nella serie Stars, quando vengono viste con lunghi abiti del colore principale di ogni guerriera.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Naoko Takeuchi. Bishoujo Senshi Sailor Moon manga, Act 10. pag165 "The Earth Kingdom was also destroyed, and Earth went through its evolution once more from the beginning" The Manga of Takeuchi Naoko , kurozuki.com. URL consultato il 9 settembre 2006.
  2. ^ Episodio speciale Make up-Guerriere Sailor!
  3. ^ Naoko Takeuchi. Bishoujo Senshi Sailor Moon manga, Act 14. The Manga of Takeuchi Naoko, kurozuki.com. URL consultato il 10 settembre 2006.
  4. ^ Naoko Takeuchi, Act 19, in Bishoujo Senshi Sailor Moon Volume 5, Kodansha, 6 novembre 1993, 5 luglio 1995, ISBN 4-06-178764-0.
  5. ^ Anime artbook, Sailor Moon R
  6. ^ a b The Oracle - Queen Serenity, soul-hunter.com. URL consultato il 12 settembre 2006.
  7. ^ Biggs, Gina. Bunny's Tour of the Silver Millennium, thetour.animehunters.com. URL consultato il 12 settembre 2006. Una lista dei poteri di Queen Serenity.
  8. ^ The Oracle - Castles, soul-hunter.com. URL consultato il 19 dicembre 2006.
Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Anime e manga