Silvano Contini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Silvano Contini
Silvano Contini.jpg
Nazionalità Italia Italia
Ciclismo Cycling (road) pictogram.svg
Specialità Strada
Ritirato 1990
Carriera
Squadre di club
1978-1984 Bianchi
1985 Ariostea
1986 Gis Gelati
1987 Del Tongo
1988-1990 Malvor
1990 Gis Gelati
Nazionale
1979-1984 Italia Italia
 

Silvano Contini (Leggiuno, 15 gennaio 1958) è un ex ciclista su strada italiano.

Professionista dal 1978 al 1990, vinse la Liegi-Bastogne-Liegi 1982 e fu terzo al Giro d'Italia 1982.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Passato professionista nel 1978 con la Bianchi-Faema di Giancarlo Ferretti, si mise in gran luce nel 1982.[1] In tale stagione vinse la Liegi-Bastogne-Liegi, diciassette anni dopo il primo trionfo italiano ad opera di Carmine Preziosi, e si classificò terzo al Giro d'Italia dopo aver lottato a lungo con Bernard Hinault e conseguito tre successi di tappa, vestendo la maglia rosa per un giorno.[1] Il suo bottino nella "Corsa rosa" fu, in totale, di quattordici giorni in maglia rosa, e di cinque tappe vinte.

Fece sue inoltre molte classiche italiane – Giro del Piemonte, Giro del Lazio, Coppa Bernocchi, Coppa Placci, Coppa Sabatini, Trofeo Baracchi in coppia con Daniel Gisiger – e diverse brevi corse a tappe, fra cui Giro di Germania, Vuelta al País Vasco e Giro di Puglia;[1] nella fase finale delle carriera, conclusa nel 1990, ottenne però pochi risultati di rilievo.[1] Si è aggiudicato 22 corse su strada, 18 tappe e 8 classifiche per un totale di 48 successi.

Dopo il ritiro dalle corse, dirige la falegnameria Prandi e Contini fondata dal nonno nel 1945 a Sangiano (Varese).

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

  • 1979 (Bianchi, due vittorie)
Giro del Lazio
Giro del Piemonte
  • 1980 (Bianchi, sei vittorie)
3ª tappa Tour de Romandie (Lausanne > Alpe des Chaux)
7ª tappa Giro d'Italia (Castiglione della Pescaia > Orvieto)
Gran Premio Industria e Commercio di Prato
Gran Premio Città di Camaiore
Trofeo Matteotti
3ª tappa Ruota d'Oro
  • 1981 (Bianchi, sette vittorie)
Grand Prix de Montauroux
1ª tappa Parigi-Nizza (Joigny > Château-Chinon)
3ª tappa Vuelta al País Vasco (Amurrio > Bermeo)
4ª tappa Vuelta al País Vasco (Bermeo > Alto de Ibardin)
5ª tappa, 2ª semitappa Vuelta al País Vasco (Zizurkil > Alto de Iturriotz, cronometro)
Classifica generale Vuelta al País Vasco
Classifica generale Giro di Germania
  • 1982 (Bianchi, otto vittorie)
3ª tappa Settimana Catalana (Cercs > Encamp)
Liegi-Bastogne-Liegi
6ª tappa Giro d'Italia (Caserta > Castellammare di Stabia)
13ª tappa Giro d'Italia (Campitello Matese > Pescara)
17ª tappa Giro d'Italia (Fiera di Primiero > Boario Terme)
Prologo Giro di Svezia
Coppa Bernocchi
Scalata Visp-Grächen
  • 1983 (Bianchi, due vittorie)
Giro del Lazio
Trofeo Baracchi
  • 1984 (Bianchi, una vittoria)
Coppa Sabatini
  • 1985 (Ariostea, sette vittorie)
Classifica generale Giro di Puglia
1ª tappa Grand Prix du Midi Libre
Classifica generale Grand Prix du Midi Libre
1ª tappa Tour de l'Aude
Classifica generale Tour de l'Aude
Classifica generale Ruota d'Oro
Coppa Placci
  • 1987 (Del Tongo, una vittoria)
Giro dell'Umbria
  • 1988 (Malvor, due vittorie)
3ª prova Trofeo dello Scalatore
Classifica finale Trofeo dello Scalatore
  • 1989 (Malvor, una vittoria)
5ª tappa Vuelta a Murcia

Altri successi[modifica | modifica wikitesto]

Classifica giovani Giro d'Italia
1ª tappa Giro d'Italia (Brescia > Mantova, cronosquadre)

Piazzamenti[modifica | modifica wikitesto]

Grandi giri[modifica | modifica wikitesto]

1979: 5º
1980: ritirato (18ª tappa)
1981: 4º
1982: 3º
1983: non partito (22ª tappa)
1984: 34º
1985: 7º
1986: 20º
1988: 22º
1989: 53º
1990: ritirato (3ª tappa)
1986: 41º
1987: 55º

Classiche[modifica | modifica wikitesto]

1979: 48º
1980: 19º
1981: 56º
1982: 7º
1983: ritirato
1984: ritirato
1988: 89º
1989: 63º
1990: 85º
1980: 12º
1982: vincitore
1985: 19º
1986: 21º
1979: 2º
1980: 8º
1982: ritirato
1983: 9º
1985: 7º
1988: 13º

Competizioni mondiali[modifica | modifica wikitesto]

Valkenburg 1979 - In linea: ritirato
Sallanches 1980 - In linea: ritirato
Praga 1981 - In linea: 17º
Goodwood 1982 - In linea: ritirato
Barcellona 1984 - In linea: 24º

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Storia - Contini Silvano, www.tuttobiciweb.it. URL consultato il 18 novembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]