Silvana Greco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Silvana Greco (Milano, 27 ottobre 1966) è una sociologa italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Silvana Greco si è formata all’Università commerciale Luigi Bocconi e ha poi conseguito il dottorato di ricerca in sociologia presso l’Università degli studi di Milano. Dopo aver insegnato in varie università italiane, è ora docente di Sociologia del giudaismo presso la Freie Universität Berlin. È vicepresidente della Fondazione Palazzo Bondoni Pastorio di Castiglione delle Stiviere, ove cura la ricerca sociologica e la programmazione artistica.

Ambiti di studio[modifica | modifica wikitesto]

Greco ha condotto ricerche sui rifugiati in Europa (2007), sui sostegni pedagogici ai migranti di seconda generazione (2011) e sull’amicizia in età adulta (2012). Nel 2013 è stata designata dal Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca come rappresentante dell’Italia nel programma europeo di cooperazione scientifica COST Action IS1210 “Appearance matters”, sulle conseguenze fisiche e psico-sociali dell’insoddisfazione circa il proprio aspetto. Nel campo della sociologia del giudaismo, ha pubblicato studi sul significato delle norme alimentari ebraiche (2016) e la prima analisi della Philosophie sociale, data alle stampe nel 1793 da Moses Dobruska, alias Junius Frey (12 luglio 1753 – 5 aprile 1794), un settario sabbatiano, convertito al cattolicesimo, e ghigliottinato in Francia, durante il Terrore, con l’accusa di essere un agente straniero. La ricostruzione di Greco intreccia, per la prima volta, il pensiero filosofico-sociale tardo settecentesco e i movimenti ereticali ebraici.

Promozione artistica[modifica | modifica wikitesto]

Accanto alla sociologia come esercizio di riflessione, Greco ha promosso l'impegno sociale dell'arte. Nel 2014 ha concepito e curato per la Fondazione Palazzo Bondoni Pastorio, assieme a Giulio Busi, una personale dell'artista Emilio Isgrò, dedicata a Giovanni Pico della Mirandola. I lavori su Pico, confluiti nella grande mostra di Isgrò a Palazzo Reale, a Milano, del 2016, servono a Greco per sperimentare, in situazione, le reazioni artistiche alla "piattezza e falsa semanticità del tardo moderno"[1]. La provocazione artistica della cancellatura è qui usata intenzionalmente come spunto di riposizionamento identitario [2]. Del 2015 è l'ideazione di Gerusalemme di lettere, percorso espositivo che sviluppa un progetto dell'architetto David Palterer e mette a confronto artisti visivi attivi in Italia, come Mimmo Paladino, Alfredo Pirri e Giosetta Fioroni, e opere letterarie di autori israeliani, tra cui Etgar Keret, Abraham Yehoshua e David Grossman. L'esperimento studia l'ibridazione tra linguaggio verbale e codici visivi[3], ed è stato proposto da Greco anche come laboratorio di sociologia dell'arte.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Emilio Isgrò: L'oro della Mirandola, p. 79
  2. ^ Copia archiviata, su ildeutschitalia.com. URL consultato il 21 ottobre 2016 (archiviato dall'url originale l'8 dicembre 2015).
  3. ^ http://www.moked.it/blog/2016/09/19/qui-roma-giornata-della-cultura-ebraica-da-israele-al-giudaico-romanesco-larte-di-usare-le-parole/

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Migrants and refugees in Europe: Models of Integration and New Challenges for Vocational Guidance, a cura di S. Greco, P. M. Clayton and J. A. Spreizer, Milano, Franco Angeli, 2007.
  • Guidance for life. Working and learning in the Third Age, a cura di P. Clayton, S. Greco and M. Persson, Milano, Franco Angeli, 2007.
  • Report Handbook on Autobiographical Pedagogical Approaches for working with Second Generation Migrants, a cura di A. Janko-Spreizer, L. Kanne, S. Greco, Koper, Fakulteta za humanistične študije, 2011.
  • L’amicizia nell’età adulta. Legami d’intimità e traiettorie di vita, a cura di M. Ghisleni, S. Greco e P. Rebughini, Milano, Franco Angeli, 2012.
  • L’oro della Mirandola. Cancellature per Giovanni Pico, a cura di S. Greco e G. Busi, Castiglione delle Stiviere, Fondazione Palazzo Bondoni Pastorio, 2014.
  • Silvana Greco, Holmes, M. McKenzie J., Friendship and Happiness from a sociological perspective, in Friendship and Happiness, a cura di Demir, M., New York, Springer, 2015, pp. 19-38.
  • Cibo e identità culturale e religione tra antico e contemporaneo. Ebraismo, tradizione classica, Islam e India, a cura di G. Busi, S. Greco, C. Lambrugo, G. Curatola, M. Albanese, Milano, Comune di Milano-Civico Museo Archeologico, 2016.
  • Heresy, Apostasy, and the Beginnings of Social Philosophy. Moses Dobruska reconsidered, in Materia giudaica, 20-21, 2016, pp. 439-464.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]