Silumin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Silumin (dall’inglese Silicon and Aluminiumsilicio e alluminio) è il nome generico di una serie di leghe di alluminio leggere e di alta resistenza con contenuto di silicio compreso tra il 2% ed il 22%.

La lega con l’ 87-88% di tenore di alluminio e con il 12-13% di silicio è eutettica e viene chiamata Alpax. Più precisamente, con questo nome registrato si denominano le leghe eutettiche Al-Si additivate con lo 0,08% di sodio, che diminuisce il restringimento nel raffreddamento dopo la colata. Questa lega fu scoperta nel 1920 dall’ ungherese Aladar Pacz (1882-1944) e segnò l'avvio dell’impiego delle leghe silumin [1].

L’aggiunta di silicio all’alluminio ne aumenta la fluidità allo stato liquido (colabilità), il che, insieme al basso costo (i due componenti di partenza sono relativamente economici), rende le leghe silumin ottime per realizzazioni su scala industriale di pezzi per fusione, come in passato i monoblocco dei motori per automobili da corsa [2].

Fra le caratteristiche vantaggiose è da annoverare l’alta resistenza alla corrosione, utile per l’impiego in ambienti umidi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Between the wars (1914-1950), Institut pour l’histoire de l’aluminium. URL consultato il 23-10-2007.
  2. ^ Paolo Baroncini, Ferrari 375 F 1, scuderiaferrariclubforli. URL consultato il 23-10-2007.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ingegneria