Silenzio radio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Nella telecomunicazione, il silenzio radio è una situazione in cui alle stazioni radio (fisse o mobili) di una zona viene imposta l'interruzione temporanea delle trasmissioni, generalmente per motivi di sicurezza.

Uso militare[modifica | modifica wikitesto]

In ambito militare, l'ordine di silenzio radio è solitamente imposto quando una trasmissione potrebbe rivelare l'esatta posizione di una truppa (tramite il contenuto della conversazione oppure tramite un'intercettazione). In casi estremi, la scelta di interrompere la comunicazione potrebbe venire dettata da esigenze di difesa.

Relativamente all'esercito britannico, l'ordine può venire imposto soltanto da un quartier generale che determina anche l'ampiezza (parziale o totale) della restrizione. È possibile, in presenza di motivi giustificati, rompere il silenzio per trasmettere un messaggio (al quale il QG può replicare in codice): terminato lo scambio di informazioni, il silenzio viene automaticamente reimposto.

Il comando d'imposizione è il seguente:

(EN)

«Hello all stations, this is 0. Impose radio silence. Over.»

(IT)

«Salve a tutte le stazioni, qui 0. Imposizione del silenzio radio. Chiudo.»

Segretezza[modifica | modifica wikitesto]

Negli Stati Uniti e in altri Stati la cui lingua ufficiale è l'inglese (per esempio l'Australia, il Canada, la Nuova Zelanda e il Regno Unito) esistono codici (BEADWINDOW) che delineano le situazioni in cui il silenzio radio si rende necessario:

  1. Informazioni sulla posizione
  2. Informazioni sugli equipaggiamenti
  3. Operazioni in corso
  4. Guerra elettronica
  5. Personale alleato/nemico
  6. Comunicazioni di sicurezza
  7. Circuito radiofonico errato;

Ordini non militari[modifica | modifica wikitesto]

L'ordine di silenzio radio è riscontrabile anche in altri ambiti tra cui la radioastronomia, l'aviazione, la nautica e l'aeronautica. Tale imposizione agevola, infatti, il ricevimento di chiamate di soccorso senza creare un'interferenza.

Il mancato rispetto di un ordine di silenzio radio costituisce un reato di carattere penale in alcuni Stati.

Alcuni ordini[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]