Sigismondo d'Este

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando il figlio di Ercole I d'Este, vedi Sigismondo d'Este (1480-1524).
Marchesato di Ferrara
Este
Blason Nicolas III d'Este (1383 - 1441).svg

Alberto V
Niccolò III
Figli
Leonello
Figli
Borso
Modifica
Il Castello estense.

Sigismondo d'Este (Ferrara, 31 agosto 1433Ferrara, 1 aprile 1507) fu signore di San Martino, Campogalliano, Castellarano, San Cassiano e Rodeglia. Governatore di Reggio. Governatore e Luogotenente del Ducato di Ferrara. Capitano Generale delle Armate del Duca di Ferrara..

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Sigismondo d'Este nacque il 31 agosto 1433 a Ferrara; figlio del marchese di Ferrara, Modena e Reggio, Niccolò III d'Este e di Ricciarda di Saluzzo.

Nel 1434 viene battezzato e armato cavaliere da Sigismondo d'Ungheria; crebbe con il fratello Ercole I d'Este alla corte di Alfonso d'Aragona re di Napoli.

Nel 1463 venne nominato governatore di Reggio Emilia da Borso d'Este.

Nel dicembre del 1470 combatté contro il conte Guido Pepoli, reo di aver saccheggiato le sue terre, e, per rappresaglia, fece lo stesso con quelle del conte.

Alla morte del duca Borso, il successore di questi Ercole I d'Este riconfermò il fratello Sigismondo, quale luogotenente di Reggio Emilia, con il compito di controllarne i confini.

Sigismondo d'Este, quando il fratello era assente, assumeva l'incarico di governare il Ducato.

Tra il 1467 e il 1488, partecipò a diversi conflitti, alla guida delle truppe ferraresi; dal 1488 svolse solo compiti di rappresentanza.

L'11 maggio 1501, come ricompensa dei servigi resigli, Ercole gli concede le signorie di San Martino in Rio[1], Campogalliano, Castellarano, San Cassiano e Rodeglia.

I successori della linea degli Este di San Martino dominarono il vasto feudo, tra alterne vicende, fino al 1752.

Morì il 1 aprile 1507 a Ferrara.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Da una certa Pizzocara ebbe quattro figli[2]:

  • Ercole (? - 1512), Signore di San Martino, Campogalliano e Castellarano. Sposò Angela Sforza da cui ebbe il figlio Sigismondo II, suo successore[3];
  • Lucrezia (? - 1544), sposò Alberigo Malaspina ed ebbe una figlia, Ricciarda[4];
  • Bianca (? - ?), sposò Amerigo Sanseverino, Conte di Capaccio;
  • Diana (? - 1555), sposò Uguccione Contrari, Conte di Vignola.

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Albero genealogico di tre generazioni di Sigismondo d'Este
Sigismondo d'Este Padre:
Niccolò III d'Este
Nonno paterno:
Alberto V d'Este
Bisnonno paterno:
Obizzo III d'Este
Trisnonno paterno:
Aldobrandino II d'Este
Trisnonna paterna:
Alda Rangoni
Bisnonna paterna:
Lippa Ariosti
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Nonna paterna:
Isotta Albaresani
Bisnonno paterno:
Alberto Albaresani
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Bisnonna paterna:
?
Trisnonno paterno:
?
Trisnonna paterna:
?
Madre:
Ricciarda di Saluzzo
Nonno materno:
Tommaso III di Saluzzo
Bisnonno materno:
Federico II di Saluzzo
Trisnonno materno:
Tommaso II di Saluzzo
Trisnonna materna:
Ricciarda Visconti
Bisnonna materna:
Beatrice di Ginevra
Trisnonno materno:
Ugo di Ginevra
Trisnonna materna:
Isabelle d'Anthon
Nonna materna:
Marguerite de Pierrepont
Bisnonno materno:
Ugo II de Pierrepont
Trisnonno materno:
Simon de Pierrepont
Trisnonna materna:
Marie de Châtillon
Bisnonna materna:
Blanche de Coucy
Trisnonno materno:
Raoul de Coucy
Trisnonna materna:
Jeanne d'Harcourt

Note[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie