Sigh

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sigh
Sigh in concerto
Sigh in concerto
Paese d'origine Giappone Giappone
Genere Black metal
Avant-garde metal
Periodo di attività 1990 – in attività
Etichetta The End Records
Album pubblicati 20
Studio 8
Live 1
Raccolte 0
Sito web

I Sigh sono una band avantgarde metal/black metal giapponese fondata nel 1990 da Mirai Kawashima. Sono considerati uno dei gruppi più famosi nel campo del metal estremo nipponico.[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver inciso le demo Desolation e Tragedies nel 1990 e l'ep Requiem for the Fools nel 1992, il gruppo pubblica il primo album Scorn Defeat nel 1993 con la casa discografica di Euronymous (ex leader dei Mayhem), la Deathlike Silence Productions. La label cessò di esistere poco dopo la morte di Euronymous e i Sigh passarono sotto la Cacophonous Records con la quale hanno pubblicato il secondo album Infidel Art.

Stile musicale[modifica | modifica wikitesto]

I primi album si possono definire un miscuglio di Venom e Celtic Frost con strumenti classici campionati nelle chitarre e parti tratte da film horror. Poi il sound man mano si è allontanato dal black metal degli inizi, diventando avantgarde metal.

Essendo il Giappone un paese prevalentemente buddista l'idea di essere un gruppo satanista non era valido, ma il gruppo comunque ha dichiarato il proprio interesse nei confronti del Mikkyo cioè l'insieme delle credenze occulte che sostengono il conseguimento di forza spirituale attraverso l'intonazione di mantra.

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Ex componenti[modifica | modifica wikitesto]

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album studio[modifica | modifica wikitesto]

Live album[modifica | modifica wikitesto]

Demo[modifica | modifica wikitesto]

Ep[modifica | modifica wikitesto]

Split album[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Scheda del gruppo presente su Metal-archives.com

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Metal Portale Metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Metal