Sifone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando la struttura anatomica che fa parte del corpo molle dei molluschi acquatici, vedi Sifone (anatomia).
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il manufatto idraulico lungo il corso di canali, vedi Botte sifone.
Schema di sifone di scarico

Il sifone è un elemento idraulico inserito in un condotto, realizzato mediante una tubazione curva a forma di "U". Esso ha la funzione di creare un ostacolo (un "tappo idraulico") al passaggio dei cattivi odori in virtù della presenza di acqua residua nella sua ansa, il cui ristagno va a ostruire la sezione di passaggio dell'odore stesso.

Altra utile caratteristica del sifone è che esso è in grado di trattenere piccoli oggetti che dovessero, inavvertitamente, cadere nello scarico permettendone il recupero (con appositi strumenti chiamati usualmente "sturalavandini" o con prodotti chimici nel caso in cui l'ostruzione fosse costituita da residui organici e sporco in genere). Anche per questo motivo i sifoni usualmente in commercio sono di solito facilmente ispezionabili e smontabili.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Esistono diversi tipi di sifone impiegati negli impianti idraulici: a collo d'oca (a "P", a "S" e anche nella variante "salva spazio"), a bottiglia, a pozzetto di ispezione. Essi sono tutti accomunati dalla presenza di una zona di ristagno volontario del fluido di lavaggio dell'apparecchio sanitario, costituito da un serbatoio o un'ansa.

Un classico esempio è il raccordo idraulico fra lo scarico di un vaso sanitario e la colonna fognaria. Il sifone serve ad evitare che il cattivo odore proveniente dalla colonna di scarico giunga attraverso il water nell'abitazione: l'acqua pulita, che rimane intrappolata nel ventre della curva del sifone, impedisce questo fenomeno.

In caso di prolungato inutilizzo, l'acqua che rimane nel sifone può progressivamente evaporare, consentendo ai miasmi di transitare fino all'imbocco della tubazione e di disperdersi nel locale abitativo. Lo stesso problema può verificarsi quando l'acqua accumulata del sifone viene prosciugata dalla depressione creata dal risucchio di uno scarico di un'altra abitazione o locale che si immette sulla stessa colonna. Immettendo acqua (ad esempio, nel caso di un water, scaricando nuovamente l'acqua) si ripristineranno le condizioni iniziali e il sifone continuerà a funzionare regolarmente.

Come già accennato, il sifone tende a trattenere oggetti, capelli, terra e altri depositi di vario genere fino a giungere alla completa ostruzione. In tal caso il sifone non permetterà il regolare deflusso dell'acqua, con conseguente crescita del livello oltre la normale altezza standard. Per rimuovere il blocco è possibile usare uno sturalavandino. In alternativa, è possibile smontare il sifone ed effettuarne la pulitura.

In natura[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Sifonamento.

Un particolare caso di sifone che talvolta si riscontra in natura, con conseguenze disastrose, è il sifonamento.

Si può formare un sifone anche nelle grotte. In caso di pioggia, persone che stanno esplorando la cavità sotterranea possono avere difficoltà nel tornare indietro in quanto il brusco aumento della portata d'acqua nella grotta può riempire un sifone naturale e ostruire la via del ritorno.

Un altro fenomeno naturale alla base del quale è presente un sifone naturale è il Geyser.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • Esempi di sifoni per lavabi e bidet

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ingegneria