Sicut Dudum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sicut Dudum
Bolla pontificia
Stemma di Papa Eugenio IV
Pontefice Papa Eugenio IV
Data 13 gennaio 1435
Traduzione del titolo Così da molto tempo
Argomenti trattati Condanna della schiavitù dei neri nelle Isole Canarie

Sicut Dudum il cui titolo ufficiale è Creator Omnium [1] ,è una bolla di papa Eugenio IV del 13 gennaio 1435.

Dopo il 1430 gli Spagnoli avevano scoperto e colonizzato le Isole Canarie ed avevano cominciato a ridurne in schiavitù la popolazione. Informato di questo fatto, papa Eugenio IV indirizzò al vescovo locale, Fernando de Lanzarote, la bolla Sicut Dudum con la quale, in modo netto e senza ambiguità, condanna la schiavitù delle popolazioni indigene e, sotto pena di scomunica ipso facto, obbliga, entro 15 giorni dalla ricezione della bolla, a ridar loro quella libertà che avevano in precedenza senza alcuna ricompensa economica. Queste persone devono essere considerate totalmente e per sempre libere (ac totaliter liberos perpetuo esse).

« E nondimeno ordiniamo e raccomandiamo a tutti e ciascuno dei fedeli cristiani di entrambi i sessi che, entro quindici giorni dal giorno di pubblicazione della presente, da effettuare nel luogo in cui essi vivono, restituiscano alla libertà precedente tutti e ciascuno di coloro, di entrambi i sessi, che prima abitavano dette isole, chiamate Canarie, imprigionati fin dal tempo della loro cattura, che hanno sottoposto alla schiavitù, e che li rendano liberi per sempre, e li lascino andare senza alcuna esazione o accettazione di denaro; altrimenti, trascorsi i giorni predetti, incorrano nella scomunica immediata, dalla quale non possano essere sciolti se non dalla sede apostolica o dal vescovo spagnolo temporaneamente in carica, o dal predetto vescovo Fernando, e non prima di aver restituito alla libertà le persone così catturate e reso i beni che appartenevano loro, a meno che non si trovino in punto di morte. »

(Eugenio IV, Sicut Dudum )


Le indicazioni di questa bolla rimasero però disattese, se è vero che i papi successivi Pio II e Sisto IV dovettero ribadire l'illiceità della schiavitù nelle Isole Canarie.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]