Shutter Island

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shutter Island
Shutter Island.jpg
Una scena del film
Titolo originale Shutter Island
Lingua originale inglese, tedesco
Paese di produzione USA
Anno 2010
Durata 137 min
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
Genere thriller
Regia Martin Scorsese
Soggetto Dennis Lehane
Sceneggiatura Laeta Kalogridis
Produttore Brad Fischer, Mike Medavoy, Arnold Messer, Martin Scorsese
Produttore esecutivo Laeta Kalogridis, Dennis Lehane, Louis Phillips, Gianni Nunnari
Casa di produzione Paramount Pictures, Columbia Pictures, Phoenix Pictures
Distribuzione (Italia) Medusa Film
Fotografia Robert Richardson
Montaggio Thelma Schoonmaker
Effetti speciali R. Bruce Steinheimer
Scenografia Dante Ferretti
Costumi Sandy Powell
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani
Premi
« Cosa sarebbe peggio? Vivere da mostro o morire da uomo per bene? »
(Andrew Laeddis)

Shutter Island è un film del 2010 diretto da Martin Scorsese con Leonardo DiCaprio, Mark Ruffalo, Ben Kingsley, Michelle Williams, Emily Mortimer e Max von Sydow.

Il film è basato sul romanzo del 2003 L'isola della paura (Shutter Island) di Dennis Lehane.

Negli Stati Uniti e in Canada, inizialmente, il film doveva uscire il 2 ottobre 2009.[1] La Paramount ha però spostato la data d'uscita al 19 febbraio 2010.[2] In Italia il film è stato distribuito da Medusa Film il 5 marzo 2010.[3]

Trama[modifica | modifica sorgente]

Nel 1954, gli agenti federali Edward "Teddy" Daniels e la sua spalla Chuck Aule vengono mandati all'Ashecliff Hospital, su Shutter Island, specializzato nella cura di criminali malati di mente. I due agenti devono investigare sulla scomparsa di Rachel Solando, una paziente rinchiusa in una stanza blindata e svanita nel nulla. Il dottor John Cawley, primario dell'ospedale, spiega che Rachel è stata ricoverata dopo aver affogato ed ucciso i suoi tre figli, ma, nonostante ciò, lei crede ancora di trovarsi a casa, che i suoi figli siano ancora vivi e che il personale e i pazienti dell'istituto altro non siano che postini, lattai, fattorini e giardinieri.

Le scogliere che circondano il perimetro dell'isola rendono impossibile a Rachel, fuggita a piedi nudi, raggiungere le grotte vicine. Teddy ispeziona la cella e trova uno strano foglietto sotto una mattonella, con scritto "La legge del quattro. Chi è il numero 67?". Vedendo poi un faro adiacente all'isola, pensa che la paziente possa nascondersi lì, ma gli viene detto che la donna è stata cercata dappertutto, anche nel faro. Gli agenti, interrogando lo staff dell'ospedale, vengono a conoscenza del fatto che lo psichiatra che ha in cura Rachel, il dottor Sheehan, è partito la mattina stessa per le ferie. L'agente Daniels chiede quindi di poter visionare tutti i fascicoli del personale dell'ospedale, ma Cawley si rifiuta. La stessa notte, Teddy fa uno strano sogno sulla moglie, Dolores Chanal, morta cinque anni prima in un incendio; nel sogno Dolores avverte il marito che Rachel è viva ed è ancora sull'isola, e che anche Andrew Laeddis, il piromane che aveva appiccato l'incendio, si trova lì.

Il mattino seguente, i due federali interrogano gli altri pazienti che erano con Rachel durante la terapia di gruppo ed una di questi scrive a Teddy, di nascosto all'altro collega, di scappare. Teddy, subito dopo, spiega a Chuck la vera ragione per cui ha accettato il caso: Andrew Laeddis, dopo esser stato trasferito ad Ashecliff, scomparve. Mentre Teddy investiga, incontra un ex-paziente che lo informa del fatto che sull'isola, in realtà, vengono condotti esperimenti su esseri umani.

Improvvisamente viene annunciato che Rachel è stata trovata vicino al faro. Rachel non ha nemmeno un graffio e, nonostante i tentativi di Teddy di scoprire qualcosa in più, la donna non fornisce alcuna informazione di rilievo e sfocia infine in una reazione violenta. In seguito, Teddy, nel padiglione C (in cui vengono tenuti i pazienti ritenuti maggiormente pericolosi) trova in una cella George Noyce, l'uomo che l'aveva avvisato degli esperimenti: George lo accusa di averlo percosso violentemente e afferma di trovarsi lì per colpa sua. Manifesta inoltre la sua paura di essere portato al faro e cerca di spronare Ted ad accettare il fatto che la moglie ormai non ci sia più.

Teddy si reca vicino al faro in compagnia di Chuck e, dopo essersi allontanato, scopre al suo ritorno che il suo partner non c'è più. Per scoprire che fine ha fatto quest'ultimo scende dalla scogliera e scopre una grotta in cui la vera Rachel Solando si sta ancora nascondendo: la donna dice a Teddy che lei in passato era un medico dell'ospedale, fino a che non scoprì che si stavano effettuando degli esperimenti illegali; a quel punto venne ricoverata come paziente. Spiega inoltre che nell'ospedale vengono utilizzati psicofarmaci per cercare di ottenere e gestire il controllo mentale, con l'obiettivo di creare spie infiltrate da utilizzare nella guerra fredda. Oltre a ciò lo informa che molto probabilmente lo hanno già drogato (cibo, bevande, sigarette, un paio di aspirine che chiede per una forte emicrania) non appena arrivato sull'isola.

Teddy, riportato all'ospedale dal direttore, riesce a creare un diversivo per scappare e raggiungere il faro; lì, disarma la guardia posta all'entrata e sale in cima alla struttura dove, con suo grande stupore vi trova Cawley, che lo sta aspettando seduto a un tavolo.

Il dottore, a questo punto, rivela a Teddy che egli è, in realtà, Andrew Laeddis, così come anche il paziente numero 67 dell'ospedale. Gli rivela che fu egli stesso ad aver sparato alla moglie, maniaca depressiva, dopo che ella aveva annegato i loro tre bambini. In seguito, come difesa dal dolore e dai sensi di colpa, Andrew Laeddis creò una storia di fantasia dove lui era un eroe dell'FBI. Egli inventò la figura di Rachel Solando, il tutto per coprire la delusione e il ricordo di quanto aveva commesso. Già da due anni era sotto le cure del dottor Sheehan, l'uomo che nella sua realtà immaginaria veste i panni della sua spalla, Chuck. Sheehan e Cawley avevano deciso di tentare un esperimento che fosse una sorta di gioco di ruolo, permettendo ad Andrew di vivere al di fuori di tutte le sue delusioni, creando questa storia e questi personaggi, assecondandolo per cercare di riportarlo alla realtà. Viene spronato ad accettare questa realtà, in caso contrario la conseguenza sarebbe stata la lobotomia, praticata nel faro.

Dopo aver faticato a fare propria questa realtà, la memoria di Andrew ritorna ed egli sembra fare pace col suo passato, accettando quanto raccontato dai due dottori sul faro. La mattina seguente però, egli sembra avere una ricaduta sulla storia dei due agenti federali e Cawley è costretto a lobotomizzarlo. Prima che l'operazione venga effettuata, Andrew chiede al dottor Sheehan (Chuck) se secondo lui sarebbe peggio vivere da mostri o morire da persone per bene, lasciando il dubbio se quella fosse veramente una ricaduta o se avesse scelto di sottoporsi lucidamente alla lobotomia, simulando la ricomparsa della psicosi, per morire non ricordandosi di ciò che aveva fatto.

Produzione[modifica | modifica sorgente]

I diritti sul romanzo L'isola della paura, inizialmente, furono richiesti dalla Columbia Pictures.[4] La trattativa, tuttavia, non si concluse. Gli agenti di Lehane vendettero, successivamente, i diritti alla Phoenix Pictures. La casa di produzione assunse Laeta Kalogridis per rendere il romanzo adatto alla realizzazione di una sceneggiatura: il lavoro durò circa un anno.[5] Nell'ottobre 2007 il progetto passò alla Columbia Pictures e alla Paramount Pictures.

La produzione iniziò il 6 marzo 2008.[6] Durante la produzione il titolo venne temporaneamente modificato in Ashecliffe.[7] In Italia i diritti di distribuzione furono acquisiti dalla Medusa Film.[8]

Le riprese cominciarono a Taunton, Massachusetts, dove venne filmato un flashback, ambientato durante la seconda guerra mondiale, in cui Teddy Daniels, il personaggio interpretato da Leonardo DiCaprio, è un soldato americano che prende parte all'episodio del massacro di Dachau avvenuto realmente nell'omonimo campo di concentramento nazista.[9] Il campo di concentramento fu ricostruito nel vecchio complesso industriale di Whittenton Mills.[10] Le scene ambientate nel manicomio furono girate nell'ospedale di Medfield, sempre in Massachusetts; le scene ambientate sull'isola furono girate sull'isola di Peddocks.[11] Le riprese si conclusero il 2 luglio 2008.[12]

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Critica[modifica | modifica sorgente]

Il film ha ricevuto una valutazione media ponderata del 63% da Metacritic, basata su 37 giudizi dei critici.[13] Su Internet Movie Database, il film ha ottenuto un punteggio di 8.0/10, mediato dai voti di più di 370.000 utenti.[14]

Box Office[modifica | modifica sorgente]

Il film ha esordito al 1º posto nella classifica del box office con 41 milioni di dollari. È il film di Martin Scorsese che ha guadagnato di più nel weekend d'apertura.[15] Il film è rimasto al 1º posto nel secondo weekend con 22,2 milioni di dollari. Alla fine, il film ha incassato 128.012.934 dollari in America del Nord e 166.790.080 dollari nei mercati esteri, per un totale di 294.804.194 dollari.[16][17]

Edizione home video[modifica | modifica sorgente]

Shutter Island è uscito in DVD e Blu-ray l'8 giugno 2010 negli Stati Uniti e l'8 agosto 2010 nel Regno Unito. Nel Regno Unito sono uscite due edizioni distinte, una edizione standard e una versione limitata in acciaio da collezione.

Colonna sonora[modifica | modifica sorgente]

Le musiche per la colonna sonora sono state selezionate e curate da Robbie Robertson:

Disco 1
  1. Lontano (György Ligeti) - Berhn Philharmonic diretta da Jonathan Nott
  2. Fog Tropes (Ingram Marshall) - Orchestra of St. Lukes diretta da John Adams
  3. Sinfonia n. 3: Passacaglia - Allegro Moderato (Krzysztof Penderecki) - National Polish Radio Symphony Orchestra diretta da Antoni Wit
  4. Music for Marcel Duchamp (John Cage) - Philipp Vandré
  5. Hommage à John Cage - Nam June Paik
  6. Quattro pezzi (Giacinto Scelsi) - Vienna Radio Symphony Orchestra
  7. Lontano (György Ligeti) - Wiener Philharmoniker diretti da Claudio Abbado
  8. Rothko Chapel 2 (Morton Feldman) - UC Berkeley Chamber Chorus
  9. On the Nature of Daylight - Max Richter
  10. Uaxuctum: The Legend of the Mayan City Which They Themselves Destroyed for Religious Reasons - Terzo movimento, (Giacinto Scelsi) - Vienna Radio Symphony Orchestra
  11. Pacific Sirens (Robert Erickson) - Cleveland Chamber Shymphony diretta da Edwin London
  12. The lost day - Brian Eno
  13. Four Hymns: II for Cello and Double Bass (Alfred Schnittke) - Torleif Thedéen ed Entcho Radoukanov
Disco 2
  1. Christian Zeal and Activity (John Adams) - The San Francisco Symphony diretta da Edo de Waart
  2. Suite for Symphonic Strings: Nocturne (Lou Harrison) - The New Professionals Orchestra diretta da Rebecca Miller
  3. Lizard Point (Brian Eno)-(Michael Beinhorn) - Brian Eno
  4. Root of an Unfocus (John Cage) - Boris Berman
  5. Prelude - The Bay - Ingram Marshall
  6. Wheel of Fortune - Kay Starr
  7. Tomorrow Night - Lonnie Johnson
  8. This Bitter Earth - On the Nature of Daylight - Dinah Washington e Max Richter

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 'Star Trek' pushed back to 2009, 13/02/2008. URL consultato il 13 marzo 2008.
  2. ^ Nikki Finke, Paramount Moves Scorsese's 'Shutter Island' To February 19, 2010, 21-08-2009. URL consultato il 21-09-2009.
  3. ^ Shutter Island in Italia il 5 marzo, 08-02-2010. URL consultato l'11-02-2010.
  4. ^ Petersen Sails to Shutter Island, 21/03/2003. URL consultato il 13 marzo 2008.
  5. ^ Scorsese, DiCaprio team for 'Island', 22/10/2007. URL consultato il 13 marzo 2008.
  6. ^ Trio of stars in for 'Shutter', 26/02/2008. URL consultato il 13 marzo 2008.
  7. ^ Martin Scorsese's Shutter Island Changes Title To…Ashecliffe, 25/01/2008. URL consultato il 13 marzo 2008.
  8. ^ DiCaprio, Scorsese thriller sells in Europe, 25/02/2008. URL consultato il 13 marzo 2008.
  9. ^ Raynham native plays Nazi soldier executed in Scorsese film, 08/03/2008. URL consultato il 15 giugno 2008.
  10. ^ Film adaptation of Lehane's novel a boon to the region, 08/03/2008. URL consultato il 15 giugno 2008.
  11. ^ DiCaprio, Scorsese filming on Peddock's Island, 14/04/2008. URL consultato il 15 giugno 2008.
  12. ^ DiCaprio, crew cap ‘Ashecliffe' shoot, 03/07/2008. URL consultato il 18 luglio 2008.
  13. ^ Metacritic - Critica Shutter Island
  14. ^ Punteggio su IMDB, 02-01-2013. URL consultato il 02-01-2013.
  15. ^ Weekend Report: ‘Shutter Island’ Lights Up
  16. ^ Weekend Report: ‘Shutter Island’ Hangs On, ‘Cop Out,’ ‘Crazies’ Debut Decently
  17. ^ Incasso su IMDB, 02-01-2013. URL consultato il 02-01-2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema