Shortbus - Dove tutto è permesso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Shortbus - Dove tutto è permesso
Shortbus2006.png
Sook-Yin Lee e Justin Bond in una scena del film
Titolo originaleShortbus
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2006
Durata102 min
Rapporto1,85:1
Generedrammatico, erotico
RegiaJohn Cameron Mitchell
SceneggiaturaJohn Cameron Mitchell
Casa di produzioneFortissimo Films, Process Productions, Q Television
Distribuzione in italianoBiM Distribuzione
FotografiaFrank G. DeMarco
MontaggioBrian A. Kates
MusicheYo La Tengo
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Shortbus - Dove tutto è permesso (Shortbus) è un film del 2006 scritto e diretto da John Cameron Mitchell.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

New York dopo l'11 settembre. Sofia è una sessuologa totalmente inappagata sessualmente, che finge costantemente di essere soddisfatta durante i rapporti sessuali con suo marito Rob. James e Jamie sono una coppia gay in crisi, uno dei quali aspira al suicidio. Severin è una ragazza sola e complessata, che si prostituisce nel ruolo di femmina dominatrice al servizio di improbabili clienti masochisti, in incontri che si svolgono in un appartamento di fronte a Ground Zero. I personaggi convergono incontrandosi allo Shortbus, locale fuori dalle convenzioni, dove si mescolano sesso, arte e politica, ideato alla fine degli anni Sessanta e gestito dalla drag queen Justin Bond.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora del film è stata realizzata da Scott Matthew, che compare in alcune scene del film sul palco dello Shortbus.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

«Libera il desiderio, scopri...»

(Tagline del film)

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato presentato fuori concorso al 59º Festival di Cannes.[1]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Official Selection 2006, su festival-cannes.fr. URL consultato il 1º aprile 2014 (archiviato dall'url originale il 3 dicembre 2013).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN221440999 · BNE (ESXX4656610 (data)