Shonisaurus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Shonisaurus
Stato di conservazione: Fossile
Shonisaurus BW 2.jpg
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Reptilia
Ordine Ichthyosauria
Famiglia Shastasauridae
Specie S. popularis (type)

S. sikanniensis''

Lo Shonisaurus è il più grande ittiosauro di cui si siano ritrovati i fossili. Visse circa 210 milioni di anni fa, nel periodo Norico del Triassico superiore. Lungo 15 metri e pesante oltre 40 tonnellate, aveva un ampio ed esteso corpo, simile a quello di una balena, con le quattro pinne della stessa lunghezza. A differenza della maggior parte degli altri ittiosauri, lo Shonisaurus aveva denti solo sulla parte anteriore della lunga bocca, e aveva pinne lunghe e strette per muoversi nell'acqua.

I primi fossili di Shonisaurus sono stati trovati nel 1920 in un grande deposito nel Nevada (USA). Gli scavi iniziarono nel 1954 sotto la direzione di Charles Camp e Samuel Welles dell'Università di Berkeley, e consentirono di scoprire che il deposito conteneva 37 grandi ittiosauri, ai quali fu dato il nome di Shonisaurus (significa "lucertola delle Montagne Shoshone", dal nome delle montagne della zona). L'area degli scavi fa oggi parte del Berlin-Ichthyosaur State Park.

La prima specie scoperta, lo Shonisaurus popularis, fu nominata Fossile dello Stato del Nevada nel 1984. Negli anni novanta fu poi scoperta nella Columbia Britannica una seconda specie, lo Shonisaurus sikanniensis, che arrivava ad una lunghezza di 21 metri. Un ittiosauro trovato nella catena himalayana, e chiamato Himalayasaurus, era molto simile a Shonisaurus, così come un altro ittiosauro gigantesco, Shastasaurus.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]