Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Shinnosuke Nohara

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Fantasticoso mozzafiatante! »
(Frase ricorrente di Shinnosuke)
Shinnosuke Nohara
Shinnosuke Nohara.png
Shinnosuke Nohara
Universo Shin Chan
Nome orig. しんのすけ 野原 (Shinnosuke Nohara)
Lingua orig. Giapponese
Autore Yoshito Usui
Editore Futabasha
1ª app. 1990
1ª app. in Weekly Manga Action
Voce orig. Akiko Yajima
Voci italiane
Specie umano
Sesso Maschio
Luogo di nascita Giappone Giappone (Kasukabe)

Shinnosuke Nohara (野原 しんのすけ Nohara Shinnosuke?), chiamato comunemente "Shin-chan" (しんちゃん Shin-chan?, trad. piccolo Shin) o "Shin" (しん Shin?), è il protagonista del manga e anime Crayon Shin-chan, meglio conosciuto in Italia come Shin Chan.

È il figlio di Misae e Hiroshi e fratello maggiore di Himawari. Ha 5 anni, vive a Kasukabe (Kasù[1] e Kasù city[2] nel 1º ciclo di trasmissione italiano, rimasto Kasukabe[3][4][5][6] nel 2º ciclo) ed ha un cagnolino bianco, Shiro.

Va all'asilo Futaba (ふたば幼稚園 Futaba Yōchien?), nella classe dei girasoli (ひまわり Himawari?). I suoi compagni di classe e amici migliori sono Tooru Kazama, Nene Sakurada, Masao Sato e Boo. La sua maestra è la signorina Yoshinaga.

Passa il suo tempo guardando la TV, ed in particolare "Ragazzo mascherato" (アクション仮面 Action Kamen?), la sua serie preferita; mostrando il sedere in giro per la città, eseguendo i balli "culu culu culu shabadì shabadà" e "dell'elefante"; combinando guai; mangiando i biscotti "Scrocchia e crocchia" (チョコビ Chocobi?) e leggendo la rivista "Belle bambole beote in bikini".

Ama smisuratamente le ragazze e per conquistarla usa tecniche a suo dire molto sofisticate[7], quando invece non lo sono. Fa sempre degli scherzi agli amici con tono di voce femminile per dirgli che li ama, riferendosi a loro con il nome di un personaggio, "Eustorgio", apparso in alcune delle soap che Shin guarda.

Dice sempre la verità sulle persone, anche davanti a queste. Questo è uno dei motivi per il quale viene sgridato dai genitori, dato che spesso questa sua onestà tende a far notare i difetti degli individui. È perdutamente innamorato di Nanako Ohara (大原ななこ Ohara Nanako?), una studentessa universitaria di vent'anni, che in Italia è stata chiamata Miyuki nel primo ciclo di episodi e Chitelascia Saccascia nel secondo.

In episodi inediti in Italia lo si può vedere imparare il kendo col giovane maestro Kenta Musashino (武蔵野 剣太 Musashino Kenta?)[8].

Il personaggio è tanto celebre da essere stato nominato cittadino ufficiale della vera Kasukabe il 1º luglio 2004[9] e da essere spesso definito il Bart Simpson giapponese.

Rapporti con la famiglia[modifica | modifica wikitesto]

Rapporto con la sorella[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Himawari Nohara.

Prima della nascita, Shin pensa che Himawari non faccia altro che distogliere l'attenzione su di sé da parte dei genitori[10]. Al momento della nascita di Himawari, Shin è, invece, molto felice perché così potrà essere chiamato fratellone da lei[11] e successivamente si vede come i due vadano d'accordo[12]. La bambina ha preso dal fratello i frequenti ridacchi e la passione sfrenata per le persone del sesso opposto[13][14].

È stato proprio Shin-chan, in un episodio inedito in Italia, a scegliere il nome della piccolina. L'ha voluta chiamare Himawari perché la sua classe è quella dei girasoli: la parola "girasole", in giapponese, si dice proprio Himawari (ひまわり?)[15].Infatti molto spesso si schiera insieme a lei contro i genitori dimostrando quello che lui definisce "amore fraternale."

Rapporto con la madre[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Misae Koyama.

Shin, per i guai che combina, fa sempre impazzire Misae. Quando il figlio combina guai, la madre, come punizione, gli dà degli "sbernoccoli", ossia dei colpi in testa molto forti che, una volta ricevuti, lasciano il segno di mastodontici bernoccoli (da qui il nome sbernoccolo). È per questo motivo che ogni tanto Shin chiama la madre "sbernoccolatrice"[16]. Il piccolo soprannomina Misae "mammola", "mammolita" e "Mitsy".

Rapporto con il padre[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Hiroshi Nohara.

Anche se, quando combina guai, fa impazzire il padre, Shin e Hiroshi si capiscono all'istante e spesso si alleano per raggiungere obiettivi in comune[17] o fanno attività insieme[16][18][19][20]. I due condividono la stessa passione sfrenata per le ragazze, ed è per questo che ogni tanto anche Hiroshi riceve degli sbernoccoli. Shin lo soprannomina "papozzo".

Rapporto con il cagnolino[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Shiro (Shin Chan).

Shin ha un cagnolino bianco di nome Shiro. I due giocano insieme, ad esempio, a nascondino[21]. Gli è stato comprato dalla madre ed a lei ha promesso di nutrirlo personalmente. Il compito di dargli il cibo spetta quindi a lui, ma spesso se ne dimentica, o fa finta di dimenticarsene[22], facendolo fare alla madre.

Rapporto con il nonno paterno[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Ginnosuke Nohara.

Shin e il nonno Ginnosuke, hanno lo stesso carattere, infatti entrambi seminano guai allo stesso modo. Spesso i due si incontrano dato che questo viene a trovarlo a Kasukabe.

Rapporti a scuola[modifica | modifica wikitesto]

All'asilo Shin ha conosciuto i suoi amici Kazama, Nene, Masao, Boo e Ciòunglobulo Blu, con i quali gioca sempre. Con Kazama ha un rapporto di amicizia/odio, dato che spesso i due litigano. Con loro, Shin forma l'"esercito di Kasukabe" (かすかべ防衛隊 Kasukabe bōei-tai?, trad. "Squadra di difesa di Kasukabe"), ovvero un'organizzazione mirata alla difesa di Kasukabe. Fa sempre arrabbiare le maestre Midori e Ume, questo perché non hanno mai un fidanzato. Quando Shin esce per la prima volta volta con una bambina, deride le sue maestre perché lui ha avuto un appuntamento prima di loro[23]. Chiama sempre il preside Enchiyou "padrino" dato che i suoi vestiti, i suoi occhiali e il suo forte accento siciliano lo fanno sembrare un boss mafioso.

Abbigliamento[modifica | modifica wikitesto]

Shin indossa sempre una maglietta rossa e un paio di pantaloni corti gialli. Nel manga è solito indossare una maglia gialla con pantalone viola[24]. Quando è a scuola è vestito con una maglia celeste e un pantalone azzurro[25], con un completo blu e un cappellino dello stesso colore[26] o con maglia bianca corredata di pantaloncini azzurri a bretelle e cappellino giallo. A casa lo si può spesso vedere col pigiama, il quale è bianco e decorato con varie forme geometriche colorate[27].

Vocabolario[modifica | modifica wikitesto]

In episodi non editi in Italia, Shin spesso tende a confondere caratteri simili mentre scrive, come, ad esempio, ち e さ. Nel parlato, invece, solo in giapponese, confonde parole dalla simile scrittura come "hoi" al posto di "hai" (sì) e "ora" al posto di "ore" (io). Inoltre, soprattutto in lingua madre, il bambino, quando incontra delle persone, le saluta con termini quali "Arrivederci" o "Addio", che fanno irritare molto l'individuo con cui conversa[16].

I balli[modifica | modifica wikitesto]

Culu culu culu shabadì shabadà[modifica | modifica wikitesto]

Shin fa sempre un ballo da lui ideato, il "Culu culu culu shabadì shabadà" (o culu culu culu mele mele mele), in cui, mostrando il sedere[28], si mette a cantare:

« Culu culu culu shabadì shabadà
mele mele mele shabadù shabadù »
(Shin-chan)

Ogni tanto il testo cambia. Ad esempio, nell'episodio "Lotta fra star", il testo recita:

« Culu culu culu sono unico e sulu
mele mele mele meglio della tele
po-po-posteriore vi rallegro il cuore
fo-fo-fondoschiena caccia d'ogni pena »
(Shin-chan[29])

È conosciuto come "El baile del culo" in Spagna, "Ball del cul" in Catalogna, "Boogie de las pompas" in Messico e "Ass dance" in America.

Ballo dell'elefante[modifica | modifica wikitesto]

Altro ballo di Shin è quello dell'elefante. Consiste nel muoversi mentre si ha disegnato attorno al pene un elefante[30][31], dicendo al contempo:

(JA)

« ゾーさん (zō-san?) »

(IT)

« Signor elefante »

(Shin-chan)

Glielo ha insegnato il nonno Ginnosuke[32].

In Italia[modifica | modifica wikitesto]

Nel primo ciclo italiano degli episodi lo si può vedere una sola volta. Questa scena è censurata in Italia per mezzo della Gran Bretagna, dato che il primo ciclo italiano di episodi è arrivato in Italia proprio da lì. La censura è stata effettuata mettendo un cartello nero davanti al pene con sopra scritto "censored"[33][34]. Il testo italiano, in quell'occasione, recitava:

« Posseggo un pirellino piccolino in libertà con cui annaffio tutti i fiorellini di lillà[...]
Il mio pirillo è bello: è un ca-po-po-po-po-lavoro. Nemmeno Raffaello avrebbe fatto onore al mio tesoro »
(Shin-chan[29])

Nel 2º ciclo italiano lo si può vedere solo in alcuni episodi ed in edizione integrale.

In Spagna[modifica | modifica wikitesto]

In Spagna il testo del ballo è

(ES)

« Trompa, mira qué trompa »

(IT)

« Proboscide, guarda che proboscide »

(Shin-chan)

Teledipendenza[modifica | modifica wikitesto]

Shinnosuke è un teledipendente, tanto che, se la televisione si guasta, si mette a piangere o a elencare i programmi che si perderà[35]. I programmi che guarda sono stati inventati nell'adattamento italiano oppure adattati rispetto all'originale.

I suoi preferiti sono Ragazzo mascherato (アクション仮面 Action Kamen?) e Psyco robotico/Robot svalvolato (カンタムロボ Kantam Robo?), dei quali legge anche le versioni a fumetto delle serie, assieme al manga Shogi Samurai[36] (passione condivisa con Masao) e alla rivista "Belle bambole beote in bikini".

Merchandising sul personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Data l'alta popolarità raggiunta dal personaggio, sia in Giappone che in altri paesi, oltre ai volumi del manga, ai DVD della serie anime e dei film ad essa correlati, sono stati creati molti oggetti da vendere.

Oltre a vari prodotti di consumo, anche i Chocobi (Scrocchia e crocchia in Italia), i biscotti preferiti da Shin, sono stati commercializzati in Giappone. Le confezioni sono verdi, come nella serie, oppure azzurre[37].

Shinnosuke è inoltre il protagonista in dei videogiochi incentrati su di lui in particolare e più generalmente su tutti i personaggi della serie. Di questi giochi, in Italia ne è arrivato solo uno: "Shin chan e i colori magici" (クレヨンしんちゃんDS 嵐を呼ぶ ぬってクレヨ〜ン大作戦! Crayon Shin-chan DS: Arashi wo yobu nutte crayoon daisakusen!?).

Interpretazione delle sigle[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svg Lo stesso argomento in dettaglio: Shin Chan § Sigle.

Shinnosuke canta diverse sigle dell'anime, talvolta anche con altri personaggi della serie o con cantanti veri e propri.

In Giappone, canta due sigle (entrambe d'apertura) da solo, tre (due di apertura e una di chiusura) con Misae, una (d'apertura) con il ragazzo mascherato, una con i "Crayon Friends" (d'apertura, la sigla speciale per il 15º anniversario), una (di chiusura) con Haruo Minami e una (di chiusura) con Marron Koshaku.

Anche in Italia Shin canta personalmente delle sigle, ma, a differenza del Giappone, solo due, entrambe adattamenti di sue sigle originali. Queste sigle (una di apertura e una di chiusura) sono state effettuate per la trasmissione di nuovi episodi su Cartoon Network risalente al 2009.

Doppiatori nel mondo[modifica | modifica wikitesto]

Laura Torres, 1ª doppiatrice messicana di Shinnosuke, mentre firma autografi

Albero genealogico[modifica | modifica wikitesto]

Yoshiji Koyama
(63)
Hisae Koyama
(58)
Ginnosuke Nohara
(65)
Tsuru Nohara
(62)
Masae Koyama
(35)
Musae Koyama
(26)
Misae Koyama
(29)
Hiroshi Nohara
(35)
Semashi Nohara
(40)
Shinnosuke Nohara
(5)
Himawari Nohara
(0)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Shin Chan: Abbandonato sulla metro.
  2. ^ Shin Chan: Il collega di papà.
  3. ^ Shin Chan: Vado a fare spese con i nonni.
  4. ^ Shin Chan: Abbiamo vinto un viaggio alle Hawaii! (Parte terza).
  5. ^ Shin Chan: Le guerre stellari di Shin Chan (Parte seconda).
  6. ^ Shin Chan: Agenzia investigativa Skampononcjai (Parte prima).
  7. ^ Shin Chan: Lezioni di rimorchio.
  8. ^ A partire dall'episodio Shin Chan: オラは剣の達人だゾ Ora wa ken no tatsujin da zo.
  9. ^ (EN) Anime - Star Citizens, Wizarduniverse.com. URL consultato il 20 luglio 2009.
  10. ^ Shin Chan: Prove generali.
  11. ^ Shin Chan: Il fratellone.
  12. ^ Shin Chan: La birra è per gli adulti.
  13. ^ Shin Chan: Uno strano estraneo.
  14. ^ Shin Chan: Abbiamo vinto un viaggio alle Hawaii! (Parte seconda).
  15. ^ Shin Chan: 赤ちゃんの名前が決まったゾ (Aka-chan no namae ga kimatta zo?).
  16. ^ a b c Shin Chan: Un nuovo arrivo.
  17. ^ Shin Chan: Anche papozzo vuole la paghetta!.
  18. ^ Shin Chan: Dal barbiere con papà.
  19. ^ Shin Chan: Arriva Mary, la maga dai mille poteri.
  20. ^ Shin Chan: Le pulizie generali.
  21. ^ Shin Chan: Un valido avversario.
  22. ^ Shin Chan: Una nuova amicizia.
  23. ^ Shin Chan: Appuntamento galante.
  24. ^ 3º volume di Crayon Shin-chan, A248.e.akamai.net. URL consultato il 22 luglio 2009.
  25. ^ Shin ed i suoi amici a scuola in un volume del manga (JPG), Home.netfront.net. URL consultato il 22 luglio 2009.
  26. ^ Shin-chan vestito col completo blu di scuola (GIF), Chungnam.ac.kr. URL consultato il 22 luglio 2009.
  27. ^ Shin in pigiama (JPG), I4.ytimg.com. URL consultato il 22 luglio 2009.
  28. ^ Shin-chan esegue il "culu culu culu shabadì shabadà" in un episodio dell'anime (PNG), Euitio.uniovi.es. URL consultato il 15 luglio 2009.
  29. ^ a b Shin Chan: Lotta fra star.
  30. ^ Shin-chan esegue il "ballo dell'elefante" in un episodio dell'anime (JPG), Pwbeat.publishersweekly.com. URL consultato il 15 luglio 2009.
  31. ^ Shin-chan esegue il "ballo dell'elefante" in un volume del manga (JPG), Animefringe.com. URL consultato il 15 luglio 2009.
  32. ^ Shin Chan: オラがオラになった日だゾ.
  33. ^ Versione non censurata della scena (JPG), I.ytimg.com. URL consultato il 15 luglio 2009.
  34. ^ Versione censurata della scena (JPG), I.ytimg.com. URL consultato il 15 luglio 2009.
  35. ^ Shin Chan: Una notte senza tv.
  36. ^ Shin Chan: Come ti salvo il fumetto?.
  37. ^ Chocobi in confezione blu (JPG), Bandai.co.jp. URL consultato il 1º agosto 2009.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Timothy J. Craig, Japan Pop! Inside the world of Japanese Popular Culture, M.E. Sharpe, giugno 2000.
  • (EN) Helen McCarthy, 500 manga heroes & villains, Barron's Educational Series, gennaio 2006.

Riviste[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Japanese Bart Simpson?, in Look Japan, vol. 37, 1993.
  • (ES) La mujer en la familia japonesa. La vertiente umorística de la rutina familiar a través del manga, in Dossiers Feministes, vol. 8, pp. 122–125.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga