Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Shin Megami Tensei: Devil Children Black Book/Red Book

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shin Megami Tensei: Devil Children Black Book/Red Book
videogioco
Devil Children.jpg
Da sinistra, Kaname Mirai, Veil, Cool, Kai Setsuna
PiattaformaGame Boy Color, PlayStation
Data di pubblicazioneRed e Black
Game Boy Color
:
Giappone 17 novembre 2000

Nintendo eShop:
Giappone 13 novembre 2013
White
Game Boy Color
:
Giappone 27 luglio 2001
PlayStation:
Giappone 28 marzo 2002

PlayStation Network:
Giappone 13 ottobre 2010
GenereVideogioco di ruolo
SviluppoMultimedia Intelligence Transfer
PubblicazioneAtlus
SerieMegami Tensei
Modalità di giocoGiocatore singolo
Periferiche di inputDualShock
SupportoCartuccia, CD-ROM, download
Distribuzione digitalePlayStation Network, Nintendo eShop
Fascia di etàCERO: A

Shin Megami Tensei: Devil Children Black Book/Red Book (真・女神転生 デビルチルドレン 黒の書・赤の書 Shin Megami Tensei: Debiru Chirudorenn Kuro no Sho/Aka no Sho?) è un videogioco di ruolo, parte della serie di videogiochi Megami Tensei. Sono state pubblicate tre versioni del gioco: Red Book e Black Book sono state pubblicate insieme nel 2000, ed ognuno ha un protagonista differente: Kai Setsuna per Black Book[1] e Kaname Mirai per Red Book[2]. Una terza versione, White Book (白の書 Shiro no Sho?), è stata pubblicata nel 2001, e vede protagonista un terzo personaggio, Kuzuha Masaki[3].

Le versioni Red e Black sono state pubblicate sotto unico titolo nella versione per PlayStation[4], con la caratteristica di avere tutti i dialoghi doppiati dai doppiatori dell'anime Devichil, serie televisiva di cinquanta episodi andati in onda fra il 2000 ed il 2001, i cui protagonisti sono Kai Setsuna e Kaname Mirai.

Ogni gioco ha come protagonista un diverso Devil Child, un ragazzo che è per metà umano e per metà demone. Il gioco si svolge in un luogo immaginario chiamato Makai ma simile al moderno Giappone, come molti dei giochi della serie Megami Tensei. In questo universo gli umani collezionano mostri che parlano il linguaggio umano, come in Digimon.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Shin Megami Tensei: Devil Children - Kuro no Sho, su MobyGames. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  2. ^ (EN) Shin Megami Tensei: Devil Children - Aka no Sho, su MobyGames. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  3. ^ (EN) Shin Megami Tensei: Devil Children - Shiro no Sho (Game Boy Color), su MobyGames. URL consultato il 7 febbraio 2018.
  4. ^ (EN) Shin Megami Tensei: Devil Children - Kuro no Sho/Aka no Sho, su MobyGames. URL consultato il 7 febbraio 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Videogiochi Portale Videogiochi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di videogiochi