Shehbaz Sharif

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Shehbaz Sharif
Shehbaz Sharif (34929982354).jpg
Foto Ufficiale

23º Primo ministro della Repubblica Islamica del Pakistan
In carica
Inizio mandato 11 aprile 2022
Capo di Stato Arif Alvi
Predecessore Imran Khan

Membro dell’Assemblea Nazionale del Pakistan
In carica
Inizio mandato 13 agosto 2018
Gruppo
parlamentare
Opposizione (de iure)

Maggioranza al governo (de facto)

Circoscrizione Lahore

Presidente della Lega Musulmana del Pakistan (N)
In carica
Inizio mandato 13 marzo 2018
Predecessore Nawaz Sharif

Durata mandato 2009 –
2011
Predecessore Nisar Ali Khan
Successore Nawaz Sharif

Leader dell’Opposizione
Durata mandato 20 agosto 2018 –
10 aprile 2022
Predecessore Ahmad Shah

Governatore del Punjab (Pakistan)
Durata mandato 8 giugno 2013 –
8 giugno 2018
Predecessore Najam Sheti
Successore Hasan Askari Rizvi

Dati generali
Suffisso onorifico Eccellenza
Partito politico Lega Musulmana del Pakistan (N)
Titolo di studio Laurea in Giurisprudenza
Università St. Anthony's High School e Government College University
Professione Politico

Mian Muhammad Shehbaz Sharif (Lahore, 23 aprile 1951) è un politico pakistano, primo ministro del Pakistan dall'11 aprile 2022.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Shehbaz fu eletto all'Assemblea provinciale del Punjab nel 1988 e all'Assemblea nazionale del Pakistan nel 1990. Nuovamente eletto all'Assemblea del Punjab nel 1993 venne designato Leader dell'opposizione. È stato eletto governatore della provincia più popolosa del Pakistan, il Punjab, per la prima volta il 20 febbraio 1997. Dopo il colpo di stato pakistano del 1999, Shehbaz e la sua famiglia hanno trascorso anni di autoesilio in Arabia Saudita, tornando in Pakistan nel 2007. Shehbaz ha ottenuto un secondo mandato dopo la vittoria del PML-N nella provincia del Punjab nelle elezioni generali pakistane del 2008. È stato rieletto governatore del Punjab per la terza volta alle elezioni generali del 2013 e ha portato a termine il suo mandato fino alla sconfitta del suo partito alle elezioni generali del 2018[1].

È anche il fratello minore di Nawaz Sharif, ex Primo ministro del Pakistan e poi condannato per corruzione dopo essere finito nei cosiddetti Panama Papers cioè i documenti diffusi da un’inchiesta giornalistica internazionale del 2016 che contenevano migliaia di informazioni su operazioni finanziarie nei paradisi fiscali da parte di varie personalità in tutto il mondo[2].

Il giorno 11 aprile 2022 in seguito alla crisi di governo innescatasi dopo l’approvazione da parte del Parlamento del Pakistan della mozione di sfiducia nei confronti del premier Imran Khan, in quanto leader dell’opposizione subentra come Primo ministro alla guida di un gabinetto che governerà il Pakistan fino alle prossime elezioni generali previste per il mese di agosto del 2023[2].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Shehbaz Sharif, in Wikipedia, 16 giugno 2022. URL consultato il 7 luglio 2022.
  2. ^ a b Il Pakistan ha un nuovo primo ministro, su Il Post, 11 aprile 2022. URL consultato il 7 luglio 2022.
Controllo di autoritàVIAF (EN170409444 · ISNI (EN0000 0001 1921 0321 · LCCN (ENn2011206850 · WorldCat Identities (ENlccn-n2011206850