Sharp Objects

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sharp Objects
PaeseStati Uniti d'America
Anno2018
Formatominiserie TV
Generedrammatico, giallo, thriller
Puntate8
Durata48-60 min (puntata)
Lingua originaleinglese
Rapporto16:9
Crediti
IdeatoreMarti Noxon
RegiaJean-Marc Vallée
Soggettodal romanzo di Gillian Flynn
SceneggiaturaScott Brown, Ariella Blejer, Vince Calandra Jr., Vince Calandra, Dawn Kamoche, Alex Metcalf
Interpreti e personaggi
Doppiatori e personaggi
FotografiaYves Bélanger, Ronald Plante
MusicheThe Acid
ProduttoreDavid Auge
Produttore esecutivoAmy Adams, Jason Blum, Gregg Fienberg, Gillian Flynn, Charles Layton, Marti Noxon, Jessica Rhoades, Nathan Ross, Jean-Marc Vallée
Casa di produzioneCrazyrose, Fourth Born, Blumhouse Television, Tiny Pyro, Entertainment One
Prima visione
Prima TV originale
Dall'8 luglio 2018
Al26 agosto 2018
Rete televisivaHBO
Prima TV in italiano
Dal17 settembre 2018
All'8 ottobre 2018
Rete televisivaSky Atlantic

Sharp Objects è una miniserie televisiva statunitense del 2018, creata da Marti Noxon e diretta da Jean-Marc Vallée.

La serie è l'adattamento del romanzo Sulla pelle (Sharp Objects) del 2006 scritto da Gillian Flynn.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

La protagonista, Camille Preaker, è una giornalista di cronaca nera, vive una vita sregolata ed è un'alcolista. A seguito della scomparsa di due ragazzine nella sua città natale, Wind Gap, il suo capo decide di mandarla come reporter sul campo.

Camille è quindi costretta a tornare a vivere in casa di sua madre Adora e a conoscere la sua sorellastra più piccola Amma. Si troverà suo malgrado a dover vivere ancora una volta le dinamiche della piccola cittadina del Missouri (omofobia, razzismo, la rivalità tra le donne e il machismo degli uomini), i difficili rapporti con la famiglia e a ripercorrere i traumi del passato.

Sul caso indagano lo sceriffo Bill Vickery e il detective Richard Willis. Lo sceriffo sospetta dei familiari delle ragazze, John Keene e Bob Nash, il primo perché giudicato troppo sensibile, il secondo perché burbero e attaccabrighe. Il detective, arrivato in città da Kansas City per aiutare col caso, rimane di vedute più aperte. Date le difficoltà ad ambientarsi in una piccola città rurale, con le sue tradizioni e i suoi costumi, Willis accetterà di fornire a Camille informazioni sul caso, in cambio di informazioni riguardanti la città, portando i due ad avvicinarsi col proseguire del tempo.

I rapporti con Adora, una madre distante che disprezza come la figlia conduce la sua vita, Amma, che cerca in lei la sorella mai avuta ma la vede anche come una rivale nelle attenzioni della madre e degli amici, evolveranno lungo la storia, portando Camille a comprendere alcuni eventi del suo passato.

Puntate[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Puntate di Sharp Objects.

Personaggi e interpreti[modifica | modifica wikitesto]

Principali[modifica | modifica wikitesto]

  • Camille Preaker, interpretata da Amy Adams (adulta) e da Sophia Lillis (giovane), doppiata da Ilaria Latini (adulta) e Lucrezia Marricchi (giovane).
    Giornalista del Chronicle di Saint Louis, viene mandata nella natia Wind Gap per seguire il caso delle due ragazzine uccise. Recentemente uscita da un ospedale psichiatrico, soffre di alcolismo e ha avuto tendenze autolesionistiche.
  • Adora Crellin, interpretata da Patricia Clarkson, doppiata da Liliana Sorrentino.
    Madre di Camille, figlia di una relazione segreta, della defunta Marian e di Amma, avute con il marito Alan. È il centro della vita sociale di Wind Gap, nella sua villa si svolge l'annuale fiera del Calhoun Day. Non ha mai provato affetto per Camille, mentre al contrario è maniacale e protettiva verso Amma.
  • Detective Richard Willis, interpretato da Chris Messina, doppiato da Alessio Cigliano.
    Detective di Kansas City mandato a Wind Gap per assistere lo sceriffo Vickery nelle indagini. Non lega con gli abitanti del posto, trovandoli ottusi e burberi. Ha una relazione con Camille.
  • Amma Crellin, interpretata da Eliza Scanlen, doppiata da Roisin Nicosia.
    Figlia di Alan e Adora, sorellastra di Camille. All'insaputa di Adora, che l'ha cresciuta in una campana di vetro, va spesso a caccia di guai con le amiche e parecchie volte torna a casa ubriaca. Contenta per l'arrivo di Camille, tenta di coinvolgerla nelle sue scorribande.
  • Bill Vickery, interpretato da Matt Craven, doppiato da Stefano De Sando.
    Sceriffo di Wind Gap. L'intesa con Richard non è immediata, anche a causa della diversità di vedute. Non è disposto a credere che il colpevole del duplice omicidio possa essere un suo compaesano.
  • Alan Crellin, interpretato da Henry Czerny, doppiato da Gianni Giuliano.
    Marito di Adora, padre di Amma e patrigno di Camille. Succube delle decisioni di Adora, assiste impassibile al lento disfacimento della famiglia.
  • John Keene, interpretato da Taylor John Smith, doppiato da Mirko Cannella.
    Fratello di Natalie Keene, seconda vittima del killer. Lavora nell'allevamento di maiali di Adora. Fidanzato con Ashley, anche se molti lo ritengono omosessuale, diventa per questo motivo il principale sospettato.
  • Ashley Wheeler, interpretata da Madison Davenport, doppiata da Valentina Favazza.
    Fidanzata di John Keene. Nostalgica dei tempi in cui faceva la cheerleader, tanto da indossare la divisa anche in casa. Vanitosa e smaniosa di attenzioni, vuole a tutti i costi apparire negli articoli di Camille.
  • Frank Curry, interpretato da Miguel Sandoval, doppiato da Paolo Marchese.
    Editore di Camille. La incarica di seguire il caso di Wind Gap sperando che il ritorno a casa la aiuti a combattere i suoi demoni. Diventa il confidente di Camille durante il suo soggiorno nella cittadina.
  • Bob Nash, interpretato da Will Chase, doppiato da Francesco Bulckaen.
    Padre di Ann Nash, la prima vittima del killer. È il primo sospettato di Richard, anche se poi diventa sempre meno probabile la sua responsabilità.
  • Kirk Lacey, interpretato da Jackson Hurst, doppiato da Massimo Triggiani.
    Un uomo con grandi sogni bloccato nella sua piccola cittadina, un luogo che gli ricorda la sua futilità e un disonorevole incidente dal suo passato.
  • Marian Crellin, interpretata da Lulu Wilson, doppiata da Chiara Fabiano.
    Primogenita di Adora e Alan, sorella di Amma e sorellastra di Camille. Morta giovane per cause misteriose, era molto legata a Camille.
  • Jackie O'Neill, interpretata da Elizabeth Perkins, doppiata da Anna Cesareni.
    Pettegola della cittadina e amica dei Crellin. Accoglie positivamente il ritorno di Camille in città, pronta a rivelarle oscure verità sulla sua famiglia.

Ricorrenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Jeannie Keene, interpretata da Jennifer Aspen, doppiata da Barbara De Bortoli.
    Madre di John e Natalie Keene. La sua decisione di trasferirsi da Philadelphia a Wind Gap ha provocato solo disastri: sua marito l'ha lasciata, sua figlia è scomparsa e il suo figlio è il primo indiziato.
  • Chris, interpretato da David Sullivan, doppiato da Gabriele Sabatini.
    Proprietario del bar frequentato da Camille e suo vecchio amico.
  • Katie Lacey, interpretata da Reagan Pasternak, doppiata da Giò Giò Rapattoni.
  • Alice, interpretata da Sydney Sweeney, doppiata da Chiara Oliviero.
    Giovane compagna di stanza di Camille durante la sua degenza all'ospedale psichiatrico.
  • Becca, interpretata da Hilary Ward, doppiata da Antonella Alessandro.
  • Annie B, interpretata da Beth Broderick, doppiata da Anna Cugini.
  • Eileen, interpretata da Barbara Eve Harris, doppiata da Daniela Cavallini.
    Moglie di Frank Curry e amica di Camille.
  • Gayla, interpretata da Emily Yancy, doppiata da Ilaria Egitto.
    Domestica dei Crellin.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese della serie sono iniziate il 6 marzo 2017[1] e sono state effettuate tra Barnesville, Los Angeles, Redwood Valley, Santa Clarita, Mendocino.[2]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer della miniserie è stato diffuso il 22 aprile 2018.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

La miniserie è stata trasmessa sul canale HBO dall'8 luglio al 26 agosto 2018,[4] mentre in Italia è andata in onda su Sky Atlantic dal 17 settembre[5][6] all'8 ottobre 2018.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Sull'aggregatore Rotten Tomatoes, la miniserie ottiene il 96% delle recensioni professionali positive, con un voto medio di 8,15 su 10, basato su 81 critiche.[7]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Adam Chitwood, HBO’s ‘Sharp Objects’ Starts Filming in March; Amy Adams Janis Joplin Biopic Is Dead, collider.com, 17 gennaio 2017. URL consultato il 15 luglio 2018.
  2. ^ (EN) Stephanie Dube Dwilson, Where Was ‘Sharp Objects’ Filmed? Is Wind Gap, Missouri a Real Place?, heavy.com, 8 luglio 2018. URL consultato il 15 luglio 2018.
  3. ^ (EN) Erin Nyren, Amy Adams Returns Home in First Trailer for HBO’s ‘Sharp Objects’, Variety, 22 aprile 2018. URL consultato il 15 luglio 2018.
  4. ^ (EN) Alex Welch, Sunday cable ratings: ‘Sharp Objects’ premieres well, ‘Claws’ ticks up, tvbythenumbers.zap2it.com, 10 luglio 2018. URL consultato il 15 luglio 2018.
  5. ^ Sharp Objects: la trama della serie tv con Amy Adams, Sky TG24, 24 agosto 2018. URL consultato il 29 agosto 2018.
  6. ^ Sharp Objects: il trailer della serie con Amy Adams, Sky TG24, 15 luglio 2018. URL consultato il 16 luglio 2018.
  7. ^ (EN) Sharp Objects, su Rotten Tomatoes, Fandango Media, LLC. URL consultato il 15 luglio 2018. Modifica su Wikidata
  8. ^ Karin Ebnet, Golden Globe 2019, tutte le nomination, Best Movie, 6 dicembre 2018. URL consultato il 6 dicembre 2018.
  9. ^ Marica Lancellotti, EMMY 2019, LE NOMINATION: IL TRONO DI SPADE E FLEABAG TRA I FAVORITI, su Movieplayer.it, 16 luglio 2019. URL consultato il 16 luglio 2019.
  10. ^ (EN) 71st Emmy Awards Nominees and Winners, su Premio Emmy. URL consultato il 16 luglio 2019.
  11. ^ (EN) 71st Emmy Awards Nominees and Winners, su Premio Emmy. URL consultato il 16 luglio 2019.
  12. ^ (EN) 71st Emmy Awards Nominees and Winners, su Premio Emmy. URL consultato il 16 luglio 2019.
  13. ^ (EN) 71st Emmy Awards Nominees and Winners, su Premio Emmy. URL consultato il 16 luglio 2019.
  14. ^ (EN) 71st Emmy Awards Nominees and Winners, su Premio Emmy. URL consultato il 16 luglio 2019.
  15. ^ (EN) 71st Emmy Awards Nominees and Winners, su Premio Emmy. URL consultato il 16 luglio 2019.
  16. ^ (EN) ‘First Reformed’ And ‘The Favourite’ Top Gotham Awards Nominations, su deadline.com, 18 ottobre 2018. URL consultato il 18 ottobre 2018.
  17. ^ (EN) 2019 CRITICS CHOICE AWARDS NOMINATIONS: THE FULL LIST, Rotten Tomatoes, 10 dicembre 2018. URL consultato l'11 dicembre 2018.
  18. ^ Attilio Palmieri, Critics’ Choice Awards, tutti i vincitori dei premi televisivi, Best Movie, 14 gennaio 2019. URL consultato il 14 gennaio 2019.
  19. ^ (EN) 2018 NOMINEES, pressacademy.com. URL consultato il 2 dicembre 2018 (archiviato dall'url originale il 29 novembre 2018).
  20. ^ (EN) Quendrith Johnson, ROMA, A STAR IS BORN, Set for Top Honors at 23rd Satellite™ Awards, pressacademy.com, 3 gennaio 2019. URL consultato il 19 gennaio 2019.
  21. ^ Pierre Hombrebueno, Svelate le candidature ai SAG Awards 2019, i premi degli attori hollywoodiani, Best Movie, 12 dicembre 2018. URL consultato il 12 dicembre 2018.
  22. ^ Marica Lancellotti, TCA AWARDS 2019: NETFLIX ED HBO DOMINANO LE NOMINATION, su Movieplayer.it, 22 giugno 2019. URL consultato il 22 giugno 2019.
  23. ^ (EN) 2019 WRITERS GUILD AWARDS TV NOMINEES ANNOUNCED, Rotten Tomatoes, 6 dicembre 2018. URL consultato l'8 gennaio 2019.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione