Shante Carver

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Shante Carver
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 196 cm
Peso 115 kg
Football americano American football pictogram.svg
Ruolo Defensive end
Ritirato 2004
Carriera
Giovanili
Arizona State Sun Devils
Squadre di club
1994-1997 Dallas Cowboys
2000 BC Lions
2001 Memphis Maniax
2002-2004 Dallas Desperados
Palmarès
Super Bowl 1
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Shante Carver (Stockton, 12 febbraio 1971) è un ex giocatore di football americano statunitense che ha giocato nel ruolo di defensive end nella National Football League (NFL).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo avere giocato a football al college all'Università statale dell'Arizona, Carver fu scelto come 23º assoluto nel Draft NFL 1994 dai Dallas Cowboys[1]. Nella sua prima stagione giocò solamente sette partite a causa degli infortuni. Neanche la sua seconda stagione regolare fu positiva ma, complice un infortunio di Charles Haley, poté giocare come titolare l'ultima gara della stagione regolare. due gare di playoff e diede anche il suo contributo nella vittoria del Super Bowl XXX, in cui mise a segno l'allora primato personale di 5 tackle. Nel 1996 fu sospeso per sei partite per ripetute violazioni dei test antidoping. L'anno successivo guidò la squadra con 6 sack, ma i Cowboys optarono per non rinnovargli il contratto in scadenza. Firmò così coi BC Lions della Canadian Football League ma fu svincolato prima dell'inizio della stagione. Nel 2001 giocò con i Memphis Maniax della X Football League, venendo inserito nella formazione ideale della lega a fine stagione. Dopo il fallimento della XFL, firmò coi Dallas Desperados della Arena Football League, dove giocò per tre stagioni prima del ritiro.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Dallas Cowboys: XXX
Dallas Cowboys: 1995

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Partite 52
sack 11,5

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) 1994 National Football League Draft, Pro Football Hall of Fame. URL consultato il 19 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 14 ottobre 2013).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]