Shane Carwin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shane Carwin
Shane Carwin.JPG
Nazionalità Stati Uniti Stati Uniti
Altezza 188 cm
Peso 115 kg
Arti marziali miste MMA pictogram.svg
Specialità Jiu jitsu brasiliano
Squadra Stati Uniti Greg Jacksons Submission Fighting
Carriera
Combatte da Stati Uniti Denver, Stati Uniti
Vittorie 12
per knockout 7
per sottomissione 5
Sconfitte 2
 

Shane Bannister Carwin (Greeley, 4 gennaio 1975) è un ex lottatore di arti marziali miste statunitense.

È stato campione UFC dei pesi massimi ad interim nel 2010 sconfiggendo Frank Mir nell'incontro titolato. Ha vinto i suoi primi dodici incontri nella arti marziali miste tutti al primo round prima di venire sconfitto per la prima volta contro il campione in carica Brock Lesnar nel match valevole per la cintura dei pesi massimi. La seconda sconfitta consecutiva della carriera arriva ad UFC 131 contro Junior dos Santos nel combattimento che avrebbe assegnato il ruolo di primo sfidante del nuovo campione assoluto Cain Velasquez. Ha fatto anche da allenatore nella 16ª stagione del reality show The Ultimate Fighter.

Carriera nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Carwin ha vinto i suoi primi otto combattimenti in carriera nel primo round diventando Ring of Fire heavyweight champion prima di firmare con l'UFC. Shane si allenava a Greeley, Colorado, alla Grudge Training Center con il famoso coach di arti marziali miste Trevor Wittman.

Ultimate Fighting Championship[modifica | modifica wikitesto]

Carwin fa il suo debutto in UFC nell'undercard di UFC 84 contro Christian Wellisch, vincendo per KO (pugni) dopo soli 44 secondi dall'inizio del primo round dimostrando la potenza dei suoi pugni. Il secondo incontro lo disputa a Birmingham, Inghilterra, ad UFC 89 contro Neil Wain che supera dopo 1.31 minuti del primo round.

Ad UFC 96 avviene un passo avanti nel livello dei suoi avversari, trovandosi di fronte l'ex primo sfidante al titolo, Gabriel Gonzaga. Con un preciso destro Shane manda KO il brasiliano dopo soli 69 secondi dall'inizio del match.

Ad UFC 104 avrebbe dovuto affrontare Cain Velasquez con in palio la possibilità di sfidare il campione Brock Lesnar. Ad ogni modo l'UFC riconsiderò l'incontro e Carwin fu promosso in un incontro titolato da disputarsi il 21 novembre 2009 a UFC 106. In seguito l'incontro fu posticipato a causa di problemi di salute di Lesnar a UFC 108. Lesnar però dovette rinunciare nuovamente all'incontro che sarebbe stato spostato a metà 2010 per permettere al campione in carica di ristabilirsi completamente da un disordine intestinale e conseguente operazione chirurgica.

Il 27 marzo 2010, Carwin affrontò Frank Mir per l'UFC Interim Heavyweight Championship ad UFC 111, Shane sconfisse Mir nel combattimento più lungo della propria carriera dopo 3 minuti e 48 secondi, diventando quindi campione ad interim della federazione. In seguito al match Beau Dure di USA Today paragonò Carwin a Mike Tyson[1], riprendendo tale paragone fatto prima dell'evento da Mark Wayne di Fightline.com[2].

Shane Carwin e Junior dos Santos a UFC 131

L'incontro successivo arriva però la prima sconfitta in carriera ad opera di Brock Lesnar nel match per il titolo mondiale dei pesi massimi. Carwin dominò il primo round mandando al tappeto il campione ed effettuando un ground and pound nel primo round. Nella seconda ripresa invece Shane cade vittima di un'arm triangle choke venendo costretto alla resa.

Il 1º gennaio Carwin avrebbe dovuto affrontare Roy Nelson ad UFC 125 ma è costretto a posticipare l'incontro a causa di un infortunio e conseguente operazione al collo.

Ad UFC 131 Carwin avrebbe dovuto affrontare il nuovo arrivato Jon Olav Einemo mentre nel main event avrebbero dovuto sfidarsi Brock Lesnar e Junior dos Santos per il titolo di primo sfidante al titolo. A causa della diverticolite di Lesnar però, Shane fu promosso nel main event dello show contro il brasiliano. Malgrado la propria resistenza, Shane dovette subire il potente striking del futuro campione dei pesi massimi, venendo sconfitto per decisione unanime nel primo match in carriera finito con una decisione dei giudici.

Il 16 ottobre 2011 viene rivelato che Carwin necessita di un nuovo intervento chirurgico e il suo ritorno è previsto per la metà del 2012[3]. Carwin torna come allenatore della sedicesima stagione del reality show The Ultimate Fighter opposto a Roy Nelson, contro il quale doveva combattere il 1º dicembre 2012 ma a causa di un infortunio al ginocchio saltò la sfida.

Nel maggio 2013 annuncia il suo ritiro ufficiale dalle MMA[4].

Le sue dodici vittorie consecutive in carriera sono avvenute tutte nel primo round e con una durata totale di 16:10, poco più del tempo limite di un incontro non valido per un titolo.

Risultati nelle arti marziali miste[modifica | modifica wikitesto]

Risultato Record Avversario Metodo Evento Data Round Tempo Città Note
Sconfitta 12–2 Brasile Junior dos Santos Decisione (unanime) UFC 131: Dos Santos vs. Carwin 11 giugno 2011 3 5:00 Canada Vancouver, Canada Eliminatoria per il titolo dei Pesi Massimi UFC
Sconfitta 12–1 Stati Uniti Brock Lesnar Sottomissione (triangolo di braccio) UFC 116: Lesnar vs. Carwin 3 luglio 2010 2 2:19 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Per il titolo dei Pesi Massimi UFC
Vittoria 12–0 Stati Uniti Frank Mir KO (pugni) UFC 111: St-Pierre vs. Hardy 27 marzo 2010 1 3:48 Stati Uniti Newark, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Massimi UFC ad Interim
Vittoria 11–0 Brasile Gabriel Gonzaga KO (pugno) UFC 96: Jackson vs. Jardine 7 marzo 2009 1 1:09 Stati Uniti Columbus, Stati Uniti
Vittoria 10–0 Regno Unito Neil Wain KO Tecnico (pugni) UFC 89: Bisping vs. Leben 18 ottobre 2008 1 1:31 Regno Unito Birmingham, Regno Unito
Vittoria 9–0 Ungheria Christian Wellisch KO (pugno) UFC 84: Ill Will 24 maggio 2008 1 0:44 Stati Uniti Las Vegas, Stati Uniti Debutto in UFC
Vittoria 8–0 Stati Uniti Sherman Pendergarst KO Tecnico (pugni) ROF 31: Undisputed 1º dicembre 2007 1 1:41 Stati Uniti Broomfield, Stati Uniti Vince il titolo dei Pesi Massimi Ring of Fire
Vittoria 7–0 Stati Uniti Rex Richards Sottomissione (ghigliottina) Art of War 4 27 ottobre 2007 1 1:24 Stati Uniti Tunica, Stati Uniti
Vittoria 6–0 Stati Uniti Rick Slaton KO (pugno) ROF 30: Domination 15 settembre 2007 1 0:49 Stati Uniti Broomfield, Stati Uniti
Vittoria 5–0 Stati Uniti Chris Guillen Sottomissione (rear naked choke) Ultimate Texas Showdown 6 24 giugno 2006 1 0:29 Stati Uniti Frisco, Stati Uniti
Vittoria 4–0 Stati Uniti Justice Smith KO Tecnico (pugni) Extreme Wars 3: Bay Area Brawl 3 giugno 2006 1 0:31 Stati Uniti Oakland, Stati Uniti
Vittoria 3–0 Stati Uniti Jay McCown Sottomissione (rear naked choke) Ultimate Texas Showdown 5 29 aprile 2006 1 1:31 Stati Uniti Texas, Stati Uniti
Vittoria 2–0 Stati Uniti Casey Jackson Sottomissione (ghigliottina) Extreme Wars 2: X-1 18 marzo 2006 1 0:22 Stati Uniti Honolulu, Stati Uniti
Vittoria 1–0 Stati Uniti Carlton Jones Sottomissione (pugni) WEC 17: Halloween Fury 4 14 ottobre 2005 1 2:11 Stati Uniti Lemoore, Stati Uniti Debutto in WEC

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]