Shammar

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera di Djebel Shammar

La tribù araba dei Shammar, proveniente dallo Yemen, si stanziò nella parte settentrionale dell'Arabia Saudita, da dove si estese poi nel sud dell'Iraq e nel nord della Giordania. L'emirato del Jabal Shammar, con capitale nella città di Hail, fu annesso nel 1921 al regno di Abd al-Aziz Ibn Sa'ud.

Attualmente la tribù è la più numerosa dell'Iraq. Da essa proviene Ghāzī Yawār il primo Presidente della Repubblica dopo la caduta del regime di Saddam Hussein, e il leader siriano ostile al regime di Bashar al-Asad, Ahmad Jarba.

Estensione[modifica | modifica wikitesto]

Shammar si estende dalla Siria all'Arabia Saudita centrale, non è un caso che una grande pianura desertica saudita si chiami: "Deserto di Shammar". Comprende buona parte dell'est dell'Iraq, e un angolo del nord del Kuwait, oltre al nord e centro-nord saudita.