Shaiyb al-Banat

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Shaiyb al-Banat
StatoEgitto Egitto
GovernatoratoGovernatorato del Mar Rosso
Altezza2 187 m s.l.m.
Prominenza1 747 m
CatenaColline del Mar Rosso
Coordinate26°58′46.92″N 33°29′10.68″E / 26.9797°N 33.4863°E26.9797; 33.4863Coordinate: 26°58′46.92″N 33°29′10.68″E / 26.9797°N 33.4863°E26.9797; 33.4863
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Egitto
Shaiyb al-Banat
Shaiyb al-Banat

Shaiyb al-Banat o Jabal Sha'ib al-Banat o Gebel Shayeb El-Banat è una montagna dell'Egitto[1] alta 2.187[2] m. Si trova nel deserto orientale a circa 40 km dalla costa del Mar Rosso, a metà strada fra Hurghada e Safaga.

Il complesso di Shaiyb al-Banat è formato da quattro grandi montagne:

  • Gebel Abu Dukhan (1.705 m),
  • Gebel Qattar (o Gattar, 1.963 m),
  • Gebel Shayeb El-Banat (2.187 m),
  • Gebel Umm Anab (1.782 m).

Il Gebel Shaiyb al-Banat è la vetta più alta delle Colline del Mar Rosso, ed anche la più alta della parte africana dell'Egitto. Le fonti d'acqua nella zona sono principalmente dovute alle precipitazioni e alle acque del sottosuolo.

La zona del Shaiyb al-Banat è abitata dalla tribù Ma'aza, conosciuta come Bani Attia, composta da circa 1.000 individui che vivono in un'area di circa 90.000 km². Sono nomadi che praticano l'allevamento di pecore, capre e dromedari.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Africa Portale Africa: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Africa