Shōjo Comic

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Shōjo Comic
Logo di Shōjo Comic
Stato Giappone Giappone
Lingua giapponese
Periodicità Quindicinale
Genere Shōjo
Fondazione 1968
Editore Shogakukan
Sito web http://www.sho-comi.com/
 

Shōjo Comic (少女コミック? solitamente abbreviato in 少コミ Shōkomi, Sho-Comi o Shōcomi) è una rivista giapponese di manga shōjo pubblicata dalla Shogakukan per un pubblico di ragazze adolescenti sin dal 1968. Dalla fondazione fino al 1980 circa era pubblicato settimanalmente, ma successivamente ha iniziato ad uscire come quindicinale.

Durante gli anni settanta sono state pubblicate nella Shōjo Comic moltissime serie importanti per il genere shōjo, comprese le opere di Moto Hagio, Keiko Takemiya e Yumiko Igarashi.

Originariamente i manga nella Shōjo Comic erano completamente privi di elementi riguardanti la sessualità dei personaggi, comprese anche le scene di baci; a partire però alle opere di Mayu Shinjo, ed in particolare Kaikan Phrase (Strofe d'amore), ricca di scene molto piccanti, la Shōjo Comic ha ora al suo interno più riferimenti erotici delle altre riviste concorrenti come Margaret e Hana to Yume, sebbene le scene non siano mai da considerarsi come vero hentai.

Nel 2007 l'Associazione Genitori-Insegnanti giapponesi definì la rivista come la peggiore e la meno adatta per le ragazzine[1].

Mangaka e serie pubblicate nella Shōjo Comic[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Sho-Comi the Worst Shojo Manga Magazine for Children According to Japanese Parents, ComiPress, 17 maggio 2007. URL consultato il 18 febbraio 2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]