Sex and Love Addicts Anonymous

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Avvertenza
Le informazioni riportate hanno solo fine illustrativo. Wikipedia non dà garanzia di validità dei contenuti: leggi le avvertenze.

Sex and Love Addicts Anonymous, in italiano Dipendenti dal sesso e dall'amore anonimi, sigla S.L.A.A. o SLAA, è una associazione volontaria no profit del settore della terapia dei gruppi di sostegno, che usa il programma dei Dodici Passi per il recupero dalla dipendenza dal sesso e dall'amore (in inglese rispettivamente sexual addiction o sex addiction e Codependence o love addiction).

Dichiara di avere diffusione in quasi tutto il mondo occidentale[1] e si occupa del recupero di persone che hanno problemi di dipendenza affettiva e sessuale.

Preambolo alle sedute italiane di SLAA

Origini[modifica | modifica wikitesto]

L'associazione fu costituita il 30 novembre 1976 negli Stati Uniti, a Boston, Massachusetts, promossa da alcuni membri di Alcolisti Anonimi i quali ritenevano che il sesso, l'intrigo sentimentale e la dipendenza stessero condizionando le loro vite, tanto quanto le loro dipendenze dalle sostanze, e che la compulsione alla promiscuità sessuale o ad indulgere in relazioni distruttive non potessero essere controllate soltanto dalla forza di volontà.

Fu quindi fondato il primo gruppo SLAA come tentativo di fermare il comportamento definito "malsano" sessuale e relazionale-affettivo.[2][3][4] Si è poi diffusa in oltre 18 nazioni.[5]

L'associazione è stata anche a volte chiamata The Augustine Fellowship, cioè la Fratellanza di Agostino, in quanto i soci fondatori hanno identificato alcuni sintomi che li accomunavano, con quelli descritti da Agostino d'Ippona nelle sue Confessioni.[6] COSLAA è un altro programma dei Dodici Passi creato per supportare i membri familiari e amici dei dipendenti dal sesso e dall'amore.

L'associazione ha pubblicato il libro Sex and Love Addicts Anonymous[7] e pubblica inoltre un periodico denominato "Journal" ove inserisce testimonianze scritte dai componenti dell'associazione e diversi testi: The First Ten Years of the Journal, Anorexia Focus Booklet, Withdrawal Focus Booklet, Healthy Relationships Focus Booklet, Twelve Steps Focus Booklet, Conference Service Manual.

Il gruppo[modifica | modifica wikitesto]

Come per le altre associazioni di mutuo aiuto dei Dodici Passi, anche per questa associazione l'adesione al gruppo è volontaria e gratuita. L'adesione non è in alcun modo limitata da posizioni sociali, di religione, di "razza", etniche, nazionali o di sesso.

I membri vivono al di fuori della comunità come meglio credono e frequentano le sedute secondo le proprie necessità. Durante le sedute ogni membro racconta la propria storia agli altri e quindi si sentono storie di membri. In questo modo, è possibile trovare un membro che aiuti per situazioni analoghe: il gruppo di sostegno è presente solo per chi vuole smettere di farsi del male.

Efficacia[modifica | modifica wikitesto]

L'efficacia di un programma dedito al miglioramento della sfera sessuale e affettiva (posto che sia noto cosa si intenda per "miglioramento") è difficilmente quantificabile e misurabile. Non risulta che siano state effettuate valutazioni scientifiche dell'efficacia della partecipazione alle riunioni dell'associazione.

Negli Stati Uniti ci sono stati casi in cui dei tribunali hanno ordinato la frequenza obbligatoria, a seguito di avvenimenti con rilevanza giuridica[8] [9]

L'uso del metodo dei gruppi di sostegno è sostenuto da alcuni autori fra cui Patrick Carnes, Kimberly Young e Claudia Black. Kimberly Young ha dichiarato a proposito di uno dei comportamenti "malsani" affrontati nei gruppi SLAA: "le terapie più efficaci per curare lo IAD sono la cognitivo comportamentale, il tradizionale Gruppo di Supporto dei 12-Passi e la terapia coniugale o familiare, come necessario. Praticamente lo stesso per qualsiasi altra dipendenza"[10].

L'associazione incoraggia i componenti dei propri gruppi di sostegno a identificare quelli che definisce "comportamenti malsani di fondo", fra i quali identifica "ogni azione sessuale o emotiva, indipendentemente da quale possa essere il suo impulso iniziale, che porta a una perdita di controllo della durata, tornaconto, o frequenza dell'avvenimento o ricorrenza, risultando nella distruzione spirituale, mentale fisica, emotiva o morale di se stessi o altri."

Esempi di comportamenti "malsani" di fondo, secondo l'associazione, possono includere attività sentimentali o sessuali al di fuori della sfera di una relazione monogama, relazioni monogame, sesso anonimo o superficiale, astensione compulsiva da intimità o legami emotivi, rapporti sessuali occasionali (one-night stand), masturbazione compulsiva, fantasie ossessive, attrazione compulsiva verso partner non disponibili o abusatori, nonché una grande varietà di comportamenti di dipendenza sessuale, sentimentali o di rifiuto.

Evitare queste condotte indurrebbe dunque, in questa visione, a mantenere la "sobrietà", cioè l'astenersi da comportamenti "malsani"; tuttavia, questi comportamenti non sono mai incisi sulla pietra e possono cambiare mano a mano che i membri continuano il programma.[3]

I membri, asserisce l'associazione, svilupperebbero la capacità di intraprendere una sana relazione impegnata.[2] L'associazione incoraggia inoltre il recupero dalla anoressia sessuale, emotiva e sociale, tre aree correlate di auto privazione che conducono all'isolamento e spesso si accompagnerebbero a pattern di comportamenti dipendenti.[11]

Altre associazioni[modifica | modifica wikitesto]

Risultano anche altre associazioni[12] che utilizzano il metodo della terapia di gruppo di auto aiuto per tematiche correlate al sesso e o all'amore:

  • Love Addicts Anonymous (L.A.A.)
  • Sex Addicts Anonymous (S.A.A.)
  • Sexaholics Anonymous (S.A.)
  • Sexual Compulsives Anonymous (S.C.A.)
  • Sexual Recovery Anonymous (S.R.A.)

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Fonte: S.L.A.A. Meetings Directory Homepage
  2. ^ a b Eric Griffin-Shelley, Adolescent Sex and Love Addicts, Westport, Connecticut, Praeger, 1994, ISBN 0-275-94681-9, OCLC 29843754.
  3. ^ a b Eric Griffin-Shelley, Sex and Love: Addiction, Treatment and Recovery, Westport, Connecticut, Praeger, 1997, ISBN 0-275-96065-X, OCLC 22662376.
  4. ^ Janice M. Irvine, Regulated Passions: The Invention of Inhibited Sexual Desire and Sex Addiction, in Social Text, vol. 37, Winter 1993, pp. 203–226, DOI:10.2307/466269, ISSN 0164-2472 (WC · ACNP).
  5. ^ (EN) Fonte: Directory of International meetings
  6. ^ Jennifer Terry, Urla, Jacqueline, Deviant Bodies: Critical Perspectives on Difference in Science and Popular Culture, Bloomington, Indiana University Press, 1995, ISBN 0-253-20975-7, OCLC 42854482.
  7. ^ Augustine Fellowship, Sex and Love Addicts Anonymous, Augustine Fellowship, giugno 1986, ISBN 0-9615701-1-3, OCLC 13004050.
  8. ^ Fonte: Ivan Larosi
  9. ^ Fonte: Intervista su S.L.A.A.[collegamento interrotto]
  10. ^ Fonte: Intervista a Kimberly Young Archiviato il 17 maggio 2008 in Internet Archive.
  11. ^ Patrick J. Carnes, Moriarity, Joseph, Sexual Anorexia: Overcoming Sexual Self-hatred, Center City, Minnesota, Hazelden, 1997, ISBN 1-56838-144-1, OCLC 45733339.
  12. ^ (EN) Fonte: Netherland Links ans Addresses[collegamento interrotto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Saulnier, C. F., Images of the twelve-step model, and sex and love addiction in an alcohol intervention group for Black women, in Journal of Drug Issues, vol. 26, nº 1, Win 1996, pp. 95–123.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]