Sex Machine (album)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Sex Machine
ArtistaJames Brown
Tipo albumLive
Pubblicazionesettembre 1970
Dischi2
Tracce15
GenereFunk
Soul
Rhythm and blues
EtichettaKing Records
ProduttoreJames Brown
James Brown - cronologia
Album precedente
(1970)
Album successivo
(1970)

Sex Machine è un album dal vivo doppio del cantante statunitense James Brown, pubblicato nel 1970.
È considerato uno dei più grandi e rappresentativi album di genere soul e tra i 100 migliori album di tutti i tempi.[1] Sex Machine è stato anche votato come il 34° migliore album di sempre da una giuria composta da più di 700 musicisti, autori, disc jockey, programmatori radio e critici nel 2013.[2]

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Lato
  1. Get Up I Feel Like Being a Sex Machine (Brown, Bobby Byrd, Ron Lenhoff) - 10:48
  2. Brother Rapp (Part I & Part II) - (Brown) 5:09
Lato 2
  1. Medley: - 13:42
    1. Bewildered (Teddy Powell, Leonard Whitcup) - 6:09
    2. I Got The Feelin' (Brown) - 1:07
    3. Give It Up or Turnit a Loose (Charles Bobbit) - 6:26
Lato 3
  1. I Don't Want Nobody to Give Me Nothing (Open Up the Door I'll Get It Myself) (Brown) - 4:31
  2. Licking Stick - Licking Stick (Brown, Byrd, Pee Wee Ellis) - 1:19
  3. Lowdown Popcorn (Brown) - 3:25 (studio recording)
  4. Spinning Wheel (David Clayton-Thomas) - 4:02
  5. If I Ruled the World (Leslie Bricusse, Cyril Ornadel) - 4:03
Lato 4
  1. There Was a Time (Brown, Hobgood) - 4:04
  2. It's a Man's Man's Man's World (Brown, Betty Jean Newsome) - 3:42
  3. Please, Please, Please (Brown, Johnny Terry) - 2:26
  4. I Can't Stand Myself (When You Touch Me) (Brown) - 1:28
  5. Mother Popcorn (Brown, Pee Wee Ellis) - 5:50

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Bell Auditorium, Augusta, GA.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The 100 Greatest Albums, BBC Four. URL consultato il gennaio 30, 2007 (archiviato dall'url originale il 19 aprile 2005).
  2. ^ James Brown - Sex Machine, su superseventies.com.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica