Seward (Alaska)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Seward
city
Seward – Veduta
Localizzazione
StatoStati Uniti Stati Uniti
Stato federatoFlag of Alaska.svg Alaska
BoroughPenisola di Kenai
Amministrazione
SindacoClark Corbridge
Territorio
Coordinate60°07′28″N 149°26′00″W / 60.124444°N 149.433333°W60.124444; -149.433333 (Seward)Coordinate: 60°07′28″N 149°26′00″W / 60.124444°N 149.433333°W60.124444; -149.433333 (Seward)
Altitudine27 m s.l.m.
Superficie55,8 km²
Abitanti2 830 (2000)
Densità50,72 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale99664
Fuso orarioUTC-9
Cartografia
Mappa di localizzazione: Alaska
Seward
Seward
Sito istituzionale

Seward è una città statunitense situata in Alaska, nel borough della Penisola di Kenai. Al censimento del 2000 contava 2.830 abitanti.

Geografia fisica e clima[modifica | modifica wikitesto]

Seward si trova nella parte sud della penisola di Kenai e precisamente nella baia "Resurrection", un'insenatura naturale rivolta verso l'oceano Pacifico. Si trova anche all'inizio del Parco nazionale dei Fiordi di Kenai, una distesa di ghiaccio lunga oltre 120 km con una superficie di 2833 . La città ha un'area totale di 56 (un terzo dei quali è acqua). Il clima della zona è definito "oceanico subpolare" con temperature moderate (il mare non ghiaccia mai).[1]

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Seward fu fondata nel 1903 con l'intenzione di essere usata come porto marittimo per il Borough della Penisola di Kenai e, tramite la linea ferroviaria, per l'interno del territorio dell'Alaska (Anchorage non ha un porto marittimo). La città è importante anche come punto di partenza per la pista di slitte trainate da cani Iditarod National Historic Trail.[2] Prima ancora nel 1793 il commerciante russo Alexander Baranov della società Shelikhov-Golikov aveva istituito un punto di attracco per le sue navi per il commercio di pellicce.[3]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Seward si estende da nord a sud per circa 3 km avendo a occidente il monte Marathon e a oriente la Resurrection Bay. La cittadina si sviluppa principalmente sul porto turistico dove si trova l'acquario Alaska SeaLife Center, l'ufficio del "Kenai Fjords National Park" e le principali infrastrutture alberghiere e turistiche. Più a sud (oltre 3 km) si trova il vecchio centro storico (Lowell Point).[2]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La pesca e il turismo sono le maggiori entrate della cittadina. In base al valore monetario dei pesci prelevati Seward nel 2011 risultava il nono porto più redditizio della pesca negli Stati Uniti.[4] Altre entrate derivano dalla gestione della ferrovia e dal terminale per il trasporto del carbone.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Seward è gemellata con:

Infrastrutture e trasporti[modifica | modifica wikitesto]

La cittadina è ubicata al termine della ferrovia Alaska Railroad e della statale Autostrada Seward (in inglese Seward Hwy). In questo centro abitato vi si trova l'acquario Alaska SeaLife Center. Seward inoltre è lo scalo finale di numerose navi da crociera provenienti dalla costa occidentale degli Stati Uniti.[2] Al di fuori della città, circondato da steppe di ghiaccio e montagne, è situato lo Spring Creek Correctional Centre. È noto per essere l'unico penitenziario di massima sicurezza dell'Alaska e il più a nord degli Stati Uniti. In esso sono presenti 500 detenuti e 97 guardie carcerarie.

Alcune immagini di Seward[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ M. Kottek, J. R. Grieser, C. Beck, B. Rudolf e F. Rubel, World Map of the Köppen-Geiger climate classification updated (PDF), in Meteorol. Z., vol. 15, nº 3, 2006, pp. 259–263, DOI:10.1127/0941-2948/2006/0130.
  2. ^ a b c LonelyPlanet 2009, pag. 276
  3. ^ Stephen W. Haycox, Alaska: An American Colony, University of Washington Press, 2002, p. 82, ISBN 978-0-295-98249-6.
  4. ^ 2011 NOAA National Marine Fisheries Report: http://www.nmfs.noaa.gov/mediacenter/docs/2011/sep/fus_sept2011.pdf

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Jim Dufresne, [www.lonelyplaetitalia.it Alaska], in Lonely planet, Torino, EDT srl, Ottobre 2009, ISBN 978-88-6040-464-0.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF: (EN136067840 · GND: (DE7605037-3
Stati Uniti d'America Portale Stati Uniti d'America: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Stati Uniti d'America