Sette colli di Istanbul

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I sette colli di Istanbul (in turco: Yedi tepeli şehir) denotano le sette colline su cui si estende il nucleo storico della città. Istanbul ha ereditato questa denominazione dalla Costantinopoli bizantina che - seguendo coscientemente il modello di Roma - fu costruita anche su sette colline.

I sette colli di Istanbul[modifica | modifica wikitesto]

Carta di Costantinopoli Bizantina con i colli denominati in marrone

I sette colli, tutti situati nell'area all'interno delle mura, apparvero per la prima volta quando durante le ere secondaria e terziaria vennero aperte le valli del Corno d'oro e del Bosforo. Nell'età ottomana, come nel primo periodo bizantino, ogni colle era sormontato da monumentali edifici religiosi (chiese sotto i bizantini, moschee imperiali sotto gli ottomani).

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Raymond Janin, Constantinople Byzantine, 2ª ed., Paris, Institut Français d'Etudes Byzantines, 1964.