Serpente Arcobaleno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Il serpente arcobaleno (pittura rupestre aborigena).

Il Serpente arcobaleno è una creatura leggendaria di grande importanza per gli Aborigeni australiani, probabilmente di origine nord-australiana.

È un abitante delle pozze d'acqua del deserto australiano, fonti permanenti d'acqua importanti per il sostentamento degli aborigeni. È il Serpente, a volte imprevedibile, che nasce assieme al sole riempiendo i depositi e dando vita ai profondi burroni che attraversano il deserto, distribuendo così l'acqua.

Le storie del Dreamtime ("Tempo dei sogni") narrano di grandi Spiriti che, assumendo forme animali e umane, modellarono la terra allora sterile. Il Serpente Arcobaleno venne dal sottosuolo e creò rilievi montuosi e canyon profondi mentre risaliva in superficie. È conosciuto anche con il nome di Ngalyod dai Gunwinggu e Borlung dai Miali.

I racconti variano di zona in zona: le tribù dell'area monsonica raccontano delle interazioni epiche, a volte violente, tra il Sole, il Serpente e il vento nel loro Dreamtime, mentre le storie delle tribù del deserto centrale, che subiscono minori sbalzi climatici, riflettono una maggiore tranquillità.

È conosciuto come un protettore benevolo delle proprie genti e come un feroce giudice di chi vìola le leggi. Il Serpente è strettamente legato alla Terra, all'Acqua, alla Vita, alle relazioni sociali e alla fertilità.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Robert Lawlor, Voices Of The First Day: Awakening in the Aboriginal dreamtime, Rochester, Vermont, Inner Traditions International, Ltd, 1991, ISBN 0-89281-355-5.
  • (EN) Jennifer Isaacs, Australian Dreaming: 40,000 Years of Aboriginal History, Lansdowne Press, 1995, ISBN 0-7018-1330-X.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Mitologia Portale Mitologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Mitologia