Serie A 1965 (hockey su pista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A 1965
Competizione Serie A
Sport Roller hockey pictogram.svg hockey su pista
Edizione 42ª
Organizzatore FIHP
Date dall'8 maggio
al 2 ottobre 1965
Luogo Italia Italia
Partecipanti 10
Formula girone unico all'italiana
Sito web FISR
Risultati
Vincitore Candy Monza
(5º titolo)
Retrocessioni Bassano
Pro Follonica
Statistiche
Miglior marcatore Italia Renzo Zaffinetti (34)
Incontri disputati 90
Gol segnati 644 (7,16 per incontro)
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1964 1966 Right arrow.svg

La Serie A 1965 è stata la 42ª edizione (la 16ª a girone unico), del torneo di primo livello del campionato italiano di hockey su pista. La competizione ha avuto inizio l'8 maggio e si è conclusa il 2 ottobre 1965.

Lo scudetto è stato conquistato dal Candy Monza per la quinta volta nella sua storia.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Renzo Zaffinetti capocannoniere del torneo.

Novità[modifica | modifica wikitesto]

A prendere il testimone della Bolzanetese e della Pirelli retrocesse in serie B vi furono, vincendo il campionato cadetto, la Pro Follonica, tornata in massima serie dopo un solo in cadetteria, e il Rapid Modena che invece era al suo esordio in serie A. Al torneo parteciparono: Amatori Modena, Bassano, Candy Monza, DLF Trieste, Lodi, Marzotto Valdagno, Novara, Triestina e appunto la Pro Follonica e il Rapid Modena.

Formula[modifica | modifica wikitesto]

La formula del campionato fu la stessa della stagione precedente; la manifestazione fu organizzata con un girone all'italiana, con gare di andata e ritorno per un totale di 18 giornate: erano assegnati 2 punti per l'incontro vinto e un punto a testa per l'incontro pareggiato, mentre non ne era attribuito alcuno per la sconfitta. Al termine del campionato la prima squadra classificata venne proclamata campione d'Italia mentre la nona e la decima classificata retrocedettero in serie B.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il campionato iniziò l'8 maggio e si concluse il 2 ottobre 1965. Fu uno dei campionati più combattuti degli ultimi anni e infatti lo scudetto venne assegnato solo all'ultima giornata. La partenza sorrise alle solite compagine quali il Candy Monza, la Triestina, l'Amatori Modena e il Novara. Grazie a quattro vittorie consecutive e a un pareggio nel primo turno di campionato il Monza si portò in testa alla classifica alla quinta giornata e la mantenne fino all'undicesima tornata. Subendo però due sconfitte consecutive i brianzoli cedettero il primo posto all'Amatori Modena e successivamente, dopo un breve ritorno della Candy, fu la volta del Novara a fungere da capo classifica. Al sedicesimo turno le quattro squadre erano divise da un punto con la seguente situazione: Monza e Amatori 23, Novara e Triestina 22. Alla Penultima giornata Monza giocava in casa lo scontro diretto con la Triestina mentre Novara ospitava la Pro Follonica e l'Amatori Modena rendeva visita al Lodi. I biancorossi monzesi vincendo l'incontro e complice il pareggio dei modenesi tornarono in solitaria a comandare la classifica inseguiti dal Novara che aveva agevolmente vinto il proprio incontro. All'ultima turno al Monza fu sufficiente vincere contro il DLF Trieste per laurearsi campione d'Italia per la quinta volta nella propria storia dopo quattro anni dall'ultimo trionfo del 1961. Grazie alla vittoria in campionato il Monza acquisì il diritto di rappresentare l'Italia nella prima edizione della neonata Coppa dei Campioni. Retrocedettero in serie B il Pro Follonica e il Bassano che perse lo spareggio salvezza giocato a Monza contro il Rapid Modena. Renzo Zaffinetti del Novara segnando 34 reti vinse per la terza volta la classifica dei cannonieri.

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Mappa di localizzazione: Italia
Modena
Modena
Trieste
Trieste
Squadre di Modena
Red pog.svg Amatori Modena
Red pog.svg Rapid Modena
Squadre di Trieste
Red pog.svg DLF Trieste
Red pog.svg Triestina
Ubicazione delle squadre della Serie A 1965
Club Stagione Città Impianto Stagione precedente
Amatori Modena dettagli Modena Pista da ballo del Rifugio Verde 3º in Serie A
Bassano dettagli Bassano del Grappa (VI) ? 8º in Serie A
Candy Monza dettagli Monza (MI) Pista di via Boccaccio 4º in Serie A
DLF Trieste dettagli Trieste Pista di Viale Miramare 5º in Serie A
Lodi dettagli Lodi (MI) Pista Revellino 7º in Serie A
Marzotto Valdagno dettagli Valdagno (VI) Pista Cavalchina 6º in Serie A
Novara dettagli Novara Pista in viale Buonarroti 2º in Serie A
Pro Follonica dettagli Follonica (GR) ? 1uparrow green.svg In Serie B, promosso
Rapid Modena n.d. Modena Pista da ballo del Rifugio Verde 1uparrow green.svg In Serie B, promosso
Triestina dettagli Trieste Pista di Viale Miramare Scudetto.svg 1º in Serie A, campione d'Italia

Allenatori e primatisti[modifica | modifica wikitesto]

Squadra Allenatore Cannoniere
Amatori Modena Italia Luppi (17 reti)
Bassano Italia Luciano Albertin (20 reti)
Candy Monza Italia Bruno Bolis Italia Gualtiero Bortolini (25 reti)
DLF Trieste Italia Armando Spessot (23 reti)
Lodi Italia Aldo Gelmini (20 reti)
Marzotto Valdagno Italia Sbalchiero (27 reti)
Novara Italia Mario Bedogni Italia Renzo Zaffinetti (34 reti)
Pro Follonica Italia Marchesini (15 reti)
Rapid Modena Italia Gastone Tavoni (25 reti)
Triestina Italia Mario Cergol Italia Romano Martellani (26 reti)

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Andata (1ª) Prima giornata Ritorno (10ª)
8 mag. 2-4 Bassano-Triestina 1-1 24 lug.
4-4 DLF Trieste-Amatori Modena 3-6
2-2 Lodi-Candy Monza 2-8
5-3 Novara-Marzotto Valdagno 1-4
7-2 Rapid Modena-Pro Follonica 5-4
Andata (2ª) Seconda giornata Ritorno (11ª)
15 mag. 2-1 Amatori Modena-Rapid Modena 5-1 31 lug.
7-4 Bassano-Pro Follonica 3-3
4-1 Candy Monza-Novara 2-6
3-4 Marzotto Valdagno-Lodi 5-8
4-4 Triestina-DLF Trieste 2-2
Andata (3ª) Terza giornata Ritorno (12ª)
22 mag. 9-1 Candy Monza-Pro Follonica 1-2 7 ago.
7-2 DLF Trieste-Bassano 3-5
2-4 Lodi-Novara 6-7
2-2 Marzotto Valdagno-Amatori Modena 3-5
2-4 Rapid Modena-Triestina 1-3
Andata (4ª) Quarta giornata Ritorno (13ª)
29 mag. 7-2 Candy Monza-Amatori Modena 3-2 21 ago.
7-2 Novara-Bassano 4-2
2-3 Pro Follonica-DLF Trieste 3-9
4-3 Rapid Modena-Marzotto Valdagno 3-7
4-2 Triestina-Lodi 3-2
Andata (5ª) Quinta giornata Ritorno (14ª)
19 giu. 2-1 Amatori Modena-Triestina 3-3 28 ago.
1-3 Bassano-Candy Monza 1-4
9-5 DLF Trieste-Novara 1-5
4-3 Lodi-Rapid Modena 3-5
5-0 Marzotto Valdagno-Pro Follonica 5-3
Andata (6ª) Sesta giornata Ritorno (15ª)
26 giu. 3-0 Candy Monza-Marzotto Valdagno 2-3 4 set.
4-2 Lodi-Bassano 2-6
3-5 Pro Follonica-Amatori Modena 4-6
3-7 Rapid Modena-DLF Trieste 3-7
4-0 Triestina-Novara 0-3
Andata (7ª) Settima giornata Ritorno (16ª)
3 lug. 6-4 DLF Trieste-Lodi 3-4 11 set.
3-1 Marzotto Valdagno-Bassano 1-2
5-4 Novara-Amatori Modena 1-3
3-2 Pro Follonica-Triestina 1-3
3-10 Rapid Modena-Candy Monza 2-5
Andata (8ª) Ottava giornata Ritorno (17ª)
10 lug. 5-3 Amatori Modena-Lodi 3-3 18 set.
3-3 Bassano-Rapid Modena 1-2
6-3 Marzotto Valdagno-DLF Trieste 3-5
2-6 Pro Follonica-Novara 0-8
5-1 Triestina-Candy Monza 3-4
Andata (9ª) Nona giornata Ritorno (18ª)
17 lug. 3-0 Amatori Modena-Bassano 6-1 2 ott.
6-2 Candy Monza-DLF Trieste 5-2
5-3 Lodi-Pro Follonica 1-18
6-2 Novara-Rapid Modena 3-2
9-1 Triestina-Marzotto Valdagno 5-4

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
Scudetto.svg 1. Candy Monza 27 18 13 1 4 79 40 +39
2. Novara 26 18 13 0 5 77 52 +25
3. Amatori Modena 26 18 11 4 3 68 48 +20
4. Triestina 24 18 10 4 4 66 38 +28
5. DLF Trieste 19 18 8 3 7 80 72 +8
6. Marzotto Valdagno 15 18 7 1 10 61 65 -4
7. Lodi 14 18 6 2 10 61 90 -29
8. Rapid Modena 11 18 5 1 12 52 79 -27
1downarrow red.png 9. Bassano 11 18 4 3 11 42 64 -22
1downarrow red.png 10. Pro Follonica 7 18 3 1 14 58 96 -38

Legenda:

      Campione d'Italia e qualificato in Coppa dei Campioni 1965-1966
      Retrocessa in Serie B.

Note:

Due punti a vittoria, uno a pareggio, zero a sconfitta.
Il Novara prevale sull'Amatori Modena in virtù della migliore differenza reti generale.
Il Rapid Modena salvo dopo aver vinto lo spareggio salvezza contro il Bassano.

Spareggio salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Monza
16 ottobre 1965
Bassano2 – 4Rapid ModenaPista di via Boccaccio

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Verdetto Club
Scudetto5.svg Campione d'Italia 1965 Candy Monza (5º titolo)
CERH European League cup (2013).svg Qualificato in Coppa dei Campioni Candy Monza
1downarrow red.png Retrocesse in Serie B Bassano
Pro Follonica

Squadra campione[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Hockey Club Candy Monza 1965.
Naz. Ruolo Sportivo
? Italia E Amati
? Italia E Gualtiero Bortolini
? Italia E Cesare Bosisio
? Italia E Emilio Levati
? Italia E Filippo Maiocchi
? Italia E Motta
? Italia E Giuseppe Pessina
? Italia P Piazza
? Italia E Vincenzo Villa

Statistiche del torneo[modifica | modifica wikitesto]

Capoliste solitarie[modifica | modifica wikitesto]

————————————————————————————————————
Candy MonzaMod.Mon.Nov.Mon.
10ª11ª12ª13ª14ª15ª16ª17ª18ª

Classifica in divenire[modifica | modifica wikitesto]

10ª 11ª 12ª 13ª 14ª 15ª 16ª 17ª 18ª
 
Amatori Modena 1 3 4 4 6 8 8 10 12 14 16 18 18 19 21 23 24 26
Bassano 0 2 2 2 2 2 2 3 3 4 5 7 7 7 9 11 11 11
Candy Monza 1 3 5 7 9 11 13 13 15 17 17 17 19 21 21 23 25 27
DLF Trieste 1 2 4 6 8 10 12 12 12 12 13 13 15 15 17 17 19 19
Lodi 1 3 3 3 5 7 7 7 9 9 11 11 11 11 11 13 14 14
Marzotto Valdagno 0 0 1 1 3 3 5 7 7 9 9 9 11 13 15 15 15 15
Novara 2 2 4 6 6 6 8 10 12 12 14 16 18 20 22 22 24 26
Pro Follonica 0 0 0 0 0 0 2 2 2 2 3 5 5 5 5 5 5 7
Rapid Modena 2 2 2 4 4 4 4 5 5 7 7 7 7 9 9 9 11 11
Triestina 2 3 5 7 7 9 9 11 13 14 15 17 19 20 20 22 22 24

Record squadre[modifica | modifica wikitesto]

Classifica cannonieri[modifica | modifica wikitesto]

Gol Giocatore Squadra
34 Italia Renzo Zaffinetti Novara
27 Italia Sbalchiero Marzotto Valdagno
26 Italia Romano Martellani Triestina
25 Italia Gualtiero Bortolini Candy Monza
25 Italia Gastone Tavoni Rapid Modena
23 Italia Armando Spessot DLF Trieste
22 Italia Gregori DLF Trieste
20 Italia Luciano Albertin Bassano
20 Italia Aldo Gelmini Lodi
20 Italia Maurizio Gelmini Lodi

Note[modifica | modifica wikitesto]


Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]