Serie A2 2001-2002 (pallavolo maschile)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Serie A2 maschile 2001-2002
Competizione Serie A2
Sport Volleyball (indoor) pictogram.svg Pallavolo
Edizione XXV
Organizzatore FIPAV
Lega Serie A
Date dal 29 settembre 2001
al 5 maggio 2002
Luogo Italia Italia
Partecipanti 16
Risultati
Vincitore Piacenza
(1º titolo)
Promozioni Piacenza
Perugia Volley
Retrocessioni Adriavolley
Cagliari Pallavolo
Lupi Santa Croce
Napoli
Statistiche
Miglior marcatore Australia Hidde Van Beest (687)[1]
Incontri disputati 247
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 2000-01 2002-03 Right arrow.svg

La Serie A2 italiana di pallavolo maschile 2001-2002 si è svolta dal 29 settembre 2001 al 5 maggio 2002: al torneo hanno partecipato sedici squadre di club italiane e la vittoria finale è andata per la prima volta alla Pallavolo Piacenza.

Regolamento[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre hanno disputato un girone all'italiana, con gare di andata e ritorno, per un totale di trenta giornate; al termine della regular season:

  • La prima classificata è promossa in Serie A1.
  • Le classificate dal secondo al quinto posto hanno acceduto ai play-off promozione, strutturati in semifinali e finale, entrambe giocate al meglio di due vittorie su tre gare: la vincitrice è promossa in Serie A1.
  • Le ultime quattro classificate sono retrocesse in Serie B1.

Le squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Le squadre partecipanti furono 16: la Conad Forlì proveniva dalla Serie A1 così come Palermo, che rinunciò però alla partecipazione. Aesse VRB Verona, Gabeca Brescia, Pet Company Perugia e Tonno Callipo Vibo Valentia erano le neopromosse dalla Serie B. I posti liberi lasciati da Isola della Scala (che si fuse con la Aesse VRB Verona), Palermo e Torino furono occupati dalle ripescate Copra Piacenza e Salerno e dalla Senza Confini Trieste. Infine, Salerno cedette a sua volta il diritto a partecipare alla Com Cavi Multimedia Napoli.

Squadra Stagioni in
Serie A2
Allenatore Campo di gioco
600px Giallo e Blu.svg Aesse VRB Verona 3 Pietro Scarduzio PalaOlimpia di Verona
Rosso e Blu.svg Alimenti Sardi Cagliari 3 Alberto Di Mattia Palazzetto dello Sport di Cagliari
Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Codyeco Santa Croce 15 Riccardo Provvedi PalaParenti di Santa Croce sull'Arno, PI
600px Giallo e Blu.svg Com Cavi Multimedia Napoli 6 Eduardo Pizzichillo PalaArgento di Napoli
Bianco e Blu.svg Conad Forlì 9 Antonio Beccari Palasport Villa Romiti di Forlì
Amaranto e Bianco.svg Cons.I.T. Livorno 15 Roberto Lavorenti PalaMacchia di Livorno
Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Copra Piacenza 2 Mauro Berruto PalaBanca di Piacenza
Rosso e Blu.svg Deutsche Bank Cierre Asti 10 Flavio Gulinelli Palasport di Asti
Bianco e Blu2.svg Esse-Ti Carilo Loreto 6 Andrea Burattini PalaSerenelli di Loreto, AN
600px vertical bicolor White HEX-00A1DF.svg Gabeca Brescia 9 Luigi Zizioli Palasport San Filippo di Brescia
Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Pet Company Perugia 1 Carmelo Pittera, poi
Fausto Polidori
PalaEvangelisti di Perugia
600px Giallo e Blu.svg Raffaele Lamezia Terme 5 Enzo Valdo Palasport di Lamezia Terme, CZ
Rosso e Blu.svg Senza Confini Trieste 1 Kim Ho Chul PalaTrieste di Trieste
Bisection vertical White HEX-FF0000.svg Telephonica Gioia del Colle 9 Daniel Castellani Palasport di Gioia del Colle, BA
600px Yellow HEX-FFFF00 Red HEX-FF0000.svg Tonno Callipo Vibo Valentia 1 Guillermo Taborda PalaCorvo di Catanzaro
Bianco e Blu.svg Videx Da.Mi. Grottazzolina 6 Carlos Daniel Cardona, poi
Romano Giannini
PalaGrottazzolina di Grottazzolina, AP

Classifica[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V P SV SP
1. Copra Piacenza 71 30 30 0 83 34
2. Pet Company Perugia 62 30 26 4 72 41
3. Aesse VRB Verona 60 30 20 10 72 50
4. Telephonica Gioia del Colle 53 30 21 9 67 55
5. Gabeca Brescia 53 30 18 12 68 56
6. Raffaele Lamezia Terme 50 30 17 13 65 55
7. Conad Forlì 50 30 18 12 65 55
8. Videx Royal Pat Grottazzolina 46 30 17 13 60 62
9. Deutsche Bank Cierre Asti 45 30 14 16 63 62
10. Esse-Ti Carilo Loreto 44 30 14 16 62 63
11. Cons.I.T. Livorno 41 30 13 17 56 61
12. Tonno Callipo Vibo Valentia 38 30 14 16 55 66
13. Senza Confini Trieste 38 30 13 17 55 65
14. Alimenti Sardi Cagliari 32 30 9 21 48 72
15. Codyeco Santa Croce 22 30 7 23 37 78
16. Com Cavi Multimedia Napoli 15 30 5 25 27 80

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

  Asti Brescia Cagliari Forlì Gioia del Colle Grottazzolina Lamezia Terme Livorno Loreto Napoli Perugia Piacenza Santa Croce Trieste Verona Vibo Valentia
Asti XXX 2-3 3-2 3-0 3-1 2-3 1-3 1-3 3-2 3-0 1-3 3-1 2-3 3-2 3-1 3-1
Brescia 3-1 XXX 3-0 3-2 3-0 1-3 2-3 3-1 3-1 3-0 3-1 2-3 3-2 3-1 2-3 3-1
Cagliari 2-3 3-0 XXX 3-2 2-3 3-1 3-1 1-3 1-3 3-0 2-3 2-3 3-1 2-3 0-3 3-1
Forlì 3-0 3-2 3-0 XXX 3-2 3-0 2-3 3-1 3-1 3-0 3-1 3-1 3-1 3-2 1-3 3-2
Gioia del Colle 1-3 3-1 3-1 3-1 XXX 3-0 3-0 3-2 3-2 3-2 3-1 1-3 3-0 3-2 2-3 3-1
Grottazzolina 3-2 1-3 2-3 2-3 3-0 XXX 3-1 2-3 3-0 2-3 1-3 3-1 3-1 3-1 3-0 3-2
Lamezia Terme 3-2 2-3 3-1 3-1 1-3 3-0 XXX 1-3 3-2 3-0 3-2 1-3 3-1 3-0 3-1 3-0
Livorno 0-3 3-1 3-0 3-0 3-0 1-3 1-3 XXX 2-3 1-3 1-3 0-3 3-1 3-0 1-3 3-0
Loreto 1-3 3-1 3-2 1-3 1-3 3-2 3-1 3-2 XXX 3-1 3-0 2-3 3-1 1-3 1-3 3-1
Napoli 0-3 1-3 3-0 0-3 1-3 1-3 1-3 3-2 0-3 XXX 0-3 0-3 3-0 2-3 0-3 1-3
Perugia 3-1 1-3 3-0 3-0 3-1 3-0 3-1 2-3 3-1 3-0 XXX 1-3 3-0 3-0 3-1 3-1
Piacenza 3-0 3-0 3-0 3-1 3-2 3-0 3-0 3-0 3-2 3-0 3-2 XXX 3-0 3-1 3-0 3-1
Santa Croce 3-2 0-3 3-1 0-3 1-3 1-3 0-3 3-1 3-2 3-1 0-3 0-3 XXX 3-0 2-3 2-3
Trieste 3-1 3-1 1-3 3-2 0-3 3-2 3-0 1-3 1-3 3-0 3-1 3-2 3-0 XXX 1-3 3-0
Verona 3-1 3-2 3-1 3-1 3-1 3-1 2-3 3-1 3-0 3-1 0-3 2-3 3-2 3-2 XXX 3-0
Vibo Valentia 3-2 3-2 3-1 3-1 3-2 3-2 3-2 3-0 0-3 3-0 0-3 2-3 3-0 3-1 3-2 XXX

Play-off Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Semifinali Finale
            
2 Perugia 3 3
5 Brescia 0 2
2 Perugia 3 2 3
3 Verona 0 3 0
3 Verona 3 3
4 Gioia del Colle 0 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Riferito alla regular season.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]